Film su Yeshùa stasera

Re: Film su Yeshùa stasera

Messaggioda matteo97 » giovedì 4 luglio 2019, 12:36

No, perchè se così fosse significherebbe che solamente i testi storici possono essere oggetto di critica testuale e di interpretazione. Che la Divina Commedia oppure le favole di Esopo non abbiano niente da trasmetterci perchè non essendo racconti storici non sono interpretabili?! Comprensione è un vocabolo che non ho utilizzato, l'hai aggiunto tu. Il diluvio genesiaco ad esempio non è tanto dissimile dalle favole esopiche poichè, siccome la narrazione è astorica, un eventuale pretesa storica sarebbe ridicola. Irrazionale e scientificamente comprovata falsa da quasi tutti i campi della scienza, tra cui: antropologia, archeologia, astronomia, astrofisica, biologia, botanica, chimica, climatologia, ecologia, ingegneria, entomologia, genetica, geologia, geografia, linguistica, meteorologia, microbiologia, paleontologia, fisica, sismologia, teologia e zoologia. L'inerranza scritturale non esiste, è un mito dei credenti. Come scrissi: la pretesa di inerranza biblica è stata elaborata distorcendo il passo di 2Tm 3:16-17: "Ogni Scrittura è ispirata da Dio e utile a insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia, perché l'uomo di Dio sia completo e ben preparato per ogni opera buona". Notasi che "scrittura" in questo passo si riferisce, in massima parte, al "vecchio" canone ebraico, e in secondo luogo, non dice nulla a proposito dell'inerranza o di qualsiasi altro concetto simile. Passare da "ispirata da Dio" a "senza errore in ogni singolo dettaglio e pretesa storicità di ogni parte" è un salto logico, peraltro errato, fatto in tempi relativamente recenti. Si giustifica l'inerranza biblica poggiandola su di una perversa argomentazione circolare che è fallace: 1) La Bibbia è la Parola di Dio - Come facciamo a essere sicuri che lo sia? - 2) Perchè la Bibbia stessa ce lo dice - Perchè dovremmo credere alla Bibbia? - 3) Perchè la Bibbia è infallibile (dove sta scritto?) - Come facciamo a saperlo? - 4) Perchè la Bibbia è la Parola di Dio.

Se non c'è attendibilità storica potremmo discutere di favole.


E' talmente importante la storicità di un racconto? Le "favole" non sono interpretabili?

questo viaggio nella "dannazione generazionale" non riesco proprio a vederlo..


...non so che dirti rileggiti ciò che ho scritto nel precedente messaggio, confrontalo con gli insegnamenti paolini e chi ha orecchi da udire oda (Lc 8:8-10).
Avatar utente
matteo97
 
Messaggi: 378
Iscritto il: lunedì 14 gennaio 2019, 14:14

Re: Film su Yeshùa stasera

Messaggioda Tony » giovedì 4 luglio 2019, 15:08

Domanda : ma per un ebreo di un tempo come veniva vista l'allegoria oppure i racconti come Noè sono storie realmente accadute per l'ebreo ? Se sono favole e non fatti i storici quindi per l'ebreo come ci crede ,come se fosse una favola o un fatto storico ? Come faceva a fare la distinzione tra fatto storico o allegoria ammesso che ciò venisse fatto !

Esempio quando leggeva che l'arcobaleno veniva creato da Dio , ci credeva letteralmente perché non aveva la comprensione di come l'abbiamo noi oggi .
Avatar utente
Tony
 
Messaggi: 535
Iscritto il: domenica 26 agosto 2018, 17:35

Re: Film su Yeshùa stasera

Messaggioda Tony » giovedì 4 luglio 2019, 16:30

Non credo che sia un argomento da sottovalutare per quello che stavate trattando te Matteo in quanto se gli antichi pensavano che l'esodo fosse realmente avvenuto tanto da farci una festa (sukkoth) allora in parte ci sta anche la fiducia o fede verso queste persone che hanno scritto quelle cose . Un aspetto delle tradizioni è che proprio perché esistono fino ad oggi andando a ritroso emerge l'origine reale di quell'osservanza , una specie di redschift della storia . Il redschift nell'osservazione stellare serve a determinare tramite l'allontanamento del rosso quanto tempo a una determinata stella o galassia , non è proprio la stessa cosa nella storia ma credo che ci possa essere un retaggio storico per ogni tradizione quindi un fondo di verità e di realtà storica .

Non credo proprio che la TUTTA la Torah sia stata scritta nell'inganno , anzi credo che chi pensa che ci sia un grande inganno dietro vede solo l'essere umano sempre in senso negativo e come se cercasse sempre dei sotterfugi .Questa è una verità biblica :
Questo soltanto ho trovato: che Dio ha fatto l'uomo retto, ma gli uomini hanno cercato molti sotterfugi».
Ecclesiaste 7:29

Ma non credo proprio che si possa applicare ai redattori biblici proprio perché chi ha scritto queste cose ha un ispirazione ed un cuore diverso .
Avatar utente
Tony
 
Messaggi: 535
Iscritto il: domenica 26 agosto 2018, 17:35

Re: Film su Yeshùa stasera

Messaggioda Tony » giovedì 4 luglio 2019, 17:00

Studiosi confermano che il popolo egizio ha combattuto con ysrir (nominato nella stele di mernephtah) che dicono sia stato Israele . Quali prove ci sono del contrario ? Me le leggo volentieri .

Che abbiano fatto una festività su un fatto mai esistito è possibile , tu dici . Prove?
Avatar utente
Tony
 
Messaggi: 535
Iscritto il: domenica 26 agosto 2018, 17:35

Re: Film su Yeshùa stasera

Messaggioda Tony » giovedì 4 luglio 2019, 17:11

Bene , quando avrò tempo li leggerò .
Nel frattempo scommetto nella storicità proprio perché mi fido
Grazie

Stele

I principi sono sottomessi e dicono 'Pace!'
Nessuno alza più il capo tra i nove Archi
B Devastato è Tehenu
Hatti è pacificato
Saccheggiata è Canaan con ogni male.
C Deportata è Ascalona
Catturata Ghezer
Janoam è ridotta a non-esistenza.
B′ Israele è devastato
Non c'è più suo seme
Hurru è diventata una vedova a causa dell'Egitto.
A′ Tutti i paesi insieme sono stati pacificati
Ogni agitatore è stato legato dal Re [...d'Egitto...].
Avatar utente
Tony
 
Messaggi: 535
Iscritto il: domenica 26 agosto 2018, 17:35

Re: Film su Yeshùa stasera

Messaggioda matteo97 » venerdì 5 luglio 2019, 6:40

lascio l'interpretazione a chi esclude la storia e l'archeologia per concentrarsi esclusivamente sui significati nascosti (soggettivi) e gli insegnamenti del testo.


Significati soggettivi e insegnamenti del testo. Quindi allo stesso tempo traggo conclusioni soggettive e oggettive... Comunque io ci sono arrivato per deduzione attraverso la logica e l'analisi, che sono oggettive in quanto consentono di scartare le idee preconcette e le credenze soggettive sulla base della loro o meno attinenza al testo. Queste sarebbero tutte idee preconcette non supportate dalla Scrittura?

http://www.biblistica.eu/viewtopic.php? ... =20#p62652
http://www.biblistica.eu/viewtopic.php? ... =20#p62671

Oltretutto Paolo si rifà a personaggi come Adamo ed Eva, Abramo; se non sono mai esistiti che validità hanno i suoi insegnamenti?


La stessa che hanno le parabole raccontate da Yeshùa ai suoi discepoli. Quella del figlio prodigo tanto per citarne una. Egli non è mai esistito, ciò nonostante questo non implica il fatto che il racconto non contenga alcun insegnamento. Altrimenti perchè narrarlo? E' l'arte della poetica morale molto diffusa nel mondo antico (Esopo docet). Comunque, lo ribadisco: si può pure fare finta di non capire che il peccato gioca un ruolo fondamentale anche nelle S.E. Si può avere una concezione soggettiva delle Scritture. Si può, come fanno tanti credenti, piegare la scienza al mito per sostenere la presunta storicità dei racconti biblici. Si può ignorare il fatto che la Scrittura non parla di sè come inerrante ma come ispirata da Dio, che è un concetto differente. Si può sostenere tutto ciò e molto altro. Fatto sta che io ho portato delle argomentazioni a sostegno. E queste non sono state smentite. Nè dal testo da cui è possibile ricavarle nè da opinioni contrastanti la mia.

Si può pure affermare che YHWH non è un Dio castigatore ma come vuole la vulgata odierna un amico dei peccatori. Si può affermare che la fratellanza è universale e non riguarda solo coloro che sono nati di nuovo e hanno creduto in Cristo, i cosiddetti GIUDEI NELLO SPIRITO, e così discorrendo.... :d Ma sono tutte tesi FALSE. Adattate alla moderna concezione liberale dell'uomo.
Avatar utente
matteo97
 
Messaggi: 378
Iscritto il: lunedì 14 gennaio 2019, 14:14

Re: Film su Yeshùa stasera

Messaggioda matteo97 » sabato 6 luglio 2019, 0:51

Ritornando in argomento, tutti i film su Yeshùa che ho finora visto lo rappresentano come Colui che è venuto sulla terra per unire giusti e ingiusti, santi e peccatori, chi lo ama e chi Lo odia e Lo disprezza. Tesi revisionista quest'ultima, giacchè Egli è venuto piuttosto per dividere gli uni dagli altri, affinchè i riscattati fossero il Suo popolo separato dal male e dal peccato e quindi ubbidiente all’Iddio vivente e vero. Infatti, un giorno Yeshùa pronunziò queste parole:
"“Chiunque … mi riconoscerà davanti agli uomini, anch´io riconoscerò lui davanti al Padre mio che è ne´ cieli. Ma chiunque mi rinnegherà davanti agli uomini, anch´io rinnegherò lui davanti al Padre mio che è nei cieli. NON PENSATE CH’IO SIA VENUTO A METTER PACE SULLA TERRA; non son venuto a metter pace, ma spada. Perché son venuto a dividere il figlio da suo padre, e la figlia da sua madre, e la nuora dalla suocera; e i nemici dell´uomo saranno quelli stessi di casa sua. Chi ama padre o madre più di me, non è degno di me; e chi ama figliuolo o figliuola più di me, non è degno di me; e chi non prende la sua croce e non vien dietro a me, non è degno di me. Chi avrà trovato la vita sua la perderà; e chi avrà perduto la sua vita per cagion mia, la troverà.” (Mt 10.32-39 N.R.)

Qualcuno mi indichi un solo film dove queste parole sono messe in risalto... Io non ne ho trovato nemmeno uno.
Avatar utente
matteo97
 
Messaggi: 378
Iscritto il: lunedì 14 gennaio 2019, 14:14

Re: Film su Yeshùa stasera

Messaggioda bgaluppi » domenica 14 luglio 2019, 14:42

Vero, Matteo.
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 9536
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Precedente

Torna a Segnalazioni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti