Commenti moderati

Re: le sette chiese

Messaggioda Liberocredente » martedì 16 aprile 2019, 8:44

È un osservazione che secondo il linguaggii biblico ci sta tutta.

Aggiungo anche Tom che è detto che li farà venire. Quindi è al futuro. E quando? Quando i cristiani saranno pienamente uno col padre (Giivanni 17,21-23). Se fosse riferito anche ai cristiani non c'è nessuna evidenza che la prostrazione ai loro piedi avvenga in questo secolo.
Liberocredente
 
Messaggi: 228
Iscritto il: giovedì 21 marzo 2019, 11:40

Re: le sette chiese

Messaggioda Luigi » martedì 16 aprile 2019, 12:21

2Sam 14:22: "Ioab si gettò con la faccia a terra, si prostrò, benedisse il re e disse: «Oggi il tuo servo riconosce che ha trovato grazia agli occhi tuoi, o re, mio signore; poiché il re ha fatto quello che il suo servo gli ha chiesto»."

1Re 1:23: "Andarono a dire al re: «Ecco il profeta Natan». Questi venne in presenza del re, e gli si prostrò davanti con la faccia a terra."
.............
Etc, etc.

Tutti idolatri. Non sapevo che i patriarchi e persino i profeti fossero idolatri, ho scoperto una cosa nuova! Grazie, Liberocredente.

Tu, almeno, sei d'accordo che la proskynesis nella Bibbia (e nel mondo antico) è rivolta anche agli uomini? Vorrei saperlo, perché altrimenti non ci sono le basi per discutere.

Certo io concordo Antonio.
Ma questi ,ai loro simili ,non stanno offrendo sacro servizio "palah ", come devono renderlo al Figlio , ben descritto in Daniele 7,13-14, Il Quale riceve la Palah/latreia, anche in Riv. 22, 3-5 .
Ecco perchè non sono idolatri, ma è semplicemente il rispetto [b]dovuto al re come governante.....[/b]
Ma sei libero di pensarla come vuoi. Io leggo un dato di fatto e che Pietro e l'angelo la rifiutano. Sei tu che devi dimostrare perche la rifiutano nel N.T.

Giusto liberocredente, la rifiutano ,cosa che non fa Il Figlio di Dio , quando GLI sono rivolte queste parole:
Matteo 14,28 Pietro gli disse: «Signore, se sei tu, comanda che io venga da te sulle acque». 29 Ed egli disse: «Vieni!». Pietro, scendendo dalla barca, si mise a camminare sulle acque e andò verso Gesù. 30 Ma per la violenza del vento, s'impaurì e, cominciando ad affondare, gridò: «Signore, salvami!». 31 E subito Gesù stese la mano, lo afferrò e gli disse: «Uomo di poca fede, perché hai dubitato?».
32 Appena saliti sulla barca, il vento cessò. 33 Quelli che erano sulla barca gli si prostrarono davanti, esclamando: «Tu sei veramente il Figlio di Dio!».

Anche questo confessarLO ,come il Figlio di Dio, implica offrire sacro servizio, come avviene in Riv. 22, 3-4, poichè di Fatto i Suoi apostoli erano anche Suoi servitori...

Secondo te una donna diventò veramente una statua? E poi secondo te questo vorrebbe dire che gli esseri umani sono idoli? Allora Dio ci odia, perché Dio odia gli idoli.


Antonio E' scritto; il senso sta nel fatto, di cosa lei considerava quel luogo ove viveva; ossia la era il suo cuore, e a malincuore lasciava quel posto, pieno di peccato; ecco l'idolo...
ciao
Luigi
 
Messaggi: 583
Iscritto il: martedì 31 marzo 2015, 21:02

Re: le sette chiese

Messaggioda Liberocredente » martedì 16 aprile 2019, 15:04

Tu ti sbagli grandamente. L'angelo era reale ed era stato mandato da Gesu per moatrargli le visioni.
Liberocredente
 
Messaggi: 228
Iscritto il: giovedì 21 marzo 2019, 11:40

Re: le sette chiese

Messaggioda Liberocredente » martedì 16 aprile 2019, 15:06

La prostrazione a Dio è adorazione? Ma non avevi detto che l'adorazione non esiste nella bibbia e che proskinesis non ha niente a che fare con adorazione e sacro servizio? Lo vedi che adesso ti contraddici da solo?
Liberocredente
 
Messaggi: 228
Iscritto il: giovedì 21 marzo 2019, 11:40

Re: le sette chiese

Messaggioda Liberocredente » martedì 16 aprile 2019, 15:19

Mi dispiace dirtelo ma sei contraddittorio. Tu Infatti scrivi:

''Non insegna a prostrarsi SOLO a Dio (perché non dice questo), ma che i credenti non devono prostrarsi davanti agli angeli perché i credenti sono grandi quanto gli angeli. E dunque devono prostrarsi a Dio, che è loro superiore''

Alla fine ci stai girando solo intorno pur di non ammetterlo. Infatti prima sostieni che non va data solo a Dio e poi sostieni il contrario che la devono dare a Dio loro superiore. Se dice l'angelo che la devono a Dio vuol dire che a loro e agli uomini non spetta per cui spetta solo a Dio.

Ti ripeto ancora se non hai ancora chiao ciò che tu stesso scrivi: se dice che la devono dare a Dio,angeli e uomini che siano, vuol dire che loro angeli e uomini non la possono accettare,per cui non rimane che uno solo che la può accettare. La matematica non è un opinione. Quanti superiori ci sono sopra la creazione? Uno solo e infatti l'angelo dice prostrati a Dio. Non dice prostrati a Dio e il Messia come se fossero ammesse solo due distinte proskinesis di livello diverso.

Dice prostrati a Dio (non dice a Dio e ad altri) per cui io,te,un angelo e chiunque altri non ci dobbiamo prostrare ad un altro uomo o un angelo perche non la possono accettare; ma dobbiamo prostrarci a Dio per essere accettata.
Liberocredente
 
Messaggi: 228
Iscritto il: giovedì 21 marzo 2019, 11:40

Re: le sette chiese

Messaggioda Liberocredente » martedì 16 aprile 2019, 15:31

Ovviamente se i credenti non devono prostrarsi agli angeli perché gli angeli si ritengono come loro allora tantomeno i credenti possono prostrarsi davanti gli uomini perxhe gli uomini non sono superiori agli angeli visto che gli angeli si ritengono come loro. Quindi se non la possono accettare angeli non la possono accettare nemmeno gli uomini. E infatti Atti 10,25.

Quindi banalmente quello che facevano Abramo, i profeti lo facevano senza saperlo perche non conoscevano ancora il significato pieno. Lo facevano senza colpa perché non avevano ancora il pleroma della legge,cosa che poteva avvenire pienamente solo dall'avvento del Cristo in poi che l'unico che interpreta in maniera totale la legge svelandone il vero e pieno significato che nessuno prima di lui aveva. Mi dispiace. Lo so che non ti piace questo ma questo è un caso di rivelazione progressiva della torah. Chi tra i cristiani oggi si prostra a creature? Lo fanno solo i cattolici con la scusa della ''venerazione o della dulia''. E qui ha ragione Gianni che è solo un sofismo.
In qualche modo però i patriarchi non avevano il pleroma della legge per cui se non avevano conoscenza in qualche modo sono stati risparmiati. Ma i cattolici non potrebbero dire di non avere il pleroma della legge
Liberocredente
 
Messaggi: 228
Iscritto il: giovedì 21 marzo 2019, 11:40

Re: le sette chiese

Messaggioda Janira » martedì 16 aprile 2019, 16:13

" Ma i cattolici non potrebbero dire di non avere il pleroma della legge"
Questo è un argomento a cui ancora non mi sono riuscita a dare una risposta convincente. Chi dice di credere nel Dio di Abramo, Isacco e Giacobbe, nelle Sacre Scritture e in Yeshua, può peccare involontariamente anche in maniera grave (culto delle statue e idolatria in generale, sostituzione del sabato con la domenica) ed essere comunque tra gli eletti grazie al sacrificio di Yeshua?
Janira
 
Messaggi: 465
Iscritto il: giovedì 8 febbraio 2018, 16:13

Re: le sette chiese

Messaggioda Janira » martedì 16 aprile 2019, 16:40

Mi è rivenuto in mente questo versetto:
1Cor 4:1
Così, ognuno ci consideri servitori di Cristo e amministratori dei misteri di Dio. 2 Del resto, quel che si richiede agli amministratori è che ciascuno sia trovato fedele. 3 A me poi pochissimo importa di essere giudicato da voi o da un tribunale umano; anzi, non mi giudico neppure da me stesso. 4 Infatti non ho coscienza di alcuna colpa; non per questo però sono giustificato; colui che mi giudica è il Signore. 5 Perciò non giudicate nulla prima del tempo, finché sia venuto il Signore, il quale metterà in luce quello che è nascosto nelle tenebre e manifesterà i pensieri dei cuori; allora ciascuno avrà la sua lode da Dio.
Janira
 
Messaggi: 465
Iscritto il: giovedì 8 febbraio 2018, 16:13

Re: le sette chiese

Messaggioda Janira » martedì 16 aprile 2019, 17:06

Forse non è esatto parlare di cattolici come categoria: in altre parole credo ci sia una sostanziale differenza tra un credente cattolico che non capisce o riconosce che la dottrina a lui insegnata è altra cosa rispetto al messaggio biblico, o che non ha gli strumenti per affrontare uno studio biblico; e un membro della gerarchia, che qualche studio lo avrà pur fatto. Per i primi, non esiterei a definire involontari i loro peccati; per gli altri, probabilmente vale ciò che ha scritto Paolo.
Questo discorso in realtà credo che valga per ogni denominazione e/o tipologia di credente in Yeshua.
Janira
 
Messaggi: 465
Iscritto il: giovedì 8 febbraio 2018, 16:13

Re: Dio e il male

Messaggioda julian2019 » sabato 11 maggio 2019, 17:19

Acquisto Rolex usati ⌚ valutazioni gratuite ✅ Vuoi vendere il tuo Rolex? Paghiamo bene il tuo Rolex anche se è da revisionare o mettere apposto ✌
julian2019
 
Messaggi: 1
Iscritto il: domenica 6 gennaio 2019, 23:44

Precedente

Torna a Segnalazioni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti