Confidenziale

Re: Confidenziale

Messaggioda stella » domenica 15 aprile 2018, 17:28

. :-? ...DONNE DANNO ....vero ,perche le donne DANNO ;)

danno la vita
danno la speranza
danno il coraggio
danno il conforto
danno se stesse
danno per amore .....danno ,danno ...ecc..ecc..
ma se un uomo s'innammora ,''di loro'' la prima cosa che fanno ,lo trasformano da avaro diventa generoso .... ;;) allora ecco che prendono ,prendono ,prendono ....ecc..ecc... ;;) #:-S

...anche io ringrazio Gianni ,si psicologia la seguo da sempre ,mi affascina ,...ma io aspetto a quando arriva alla '''caniZie'' ...il resto piu' o meno sono gia' per me vicende vissute :-) :-?? ...
e da 50 anni che dico a mio marito ,''tu non devi pensare'' ...ci penso io ...
tu non devi fare due cose insieme ,...''se io parlo tu ascolta'' ;) ...non puoi fare due cose ,tu non sei DONNA ... :-) ..
beh aspettiamo la vecchiaia ...

dai scherzo ,.. ;) ,siamo nel ''salotto''... ;),creato appositivamente per distrarci ....

buona serata amici tutti ...

OHH SCUSATE VEDO GIANNI ,SI BRAVA ARIANNA .. :YMAPPLAUSE:
ora ritorniamo serie serie ...
l,anima mia. ha sete del Dio vivente
stella
 
Messaggi: 2171
Iscritto il: giovedì 3 aprile 2014, 17:44

Re: Confidenziale

Messaggioda ARIANNA » domenica 15 aprile 2018, 17:54

:-)
C'è anche un passo della torah in cui nel momento in cui viene data la torah c'è scritto:<< Così dirai alla casa di Yaakov e così parlerai ai figli d'Israele>> e secondo il midrash beit Yaakov rappresenta le donne e la casa d'Israel rappresenta gli uomini, Hashem si rivolge quindi prima alle donne perché l'idea è che non solo la famiglia ma la vita del popolo ebraico dipende dalle donne.
Avatar utente
ARIANNA
 
Messaggi: 97
Iscritto il: sabato 13 gennaio 2018, 19:42
Località: Bari

Re: Confidenziale

Messaggioda Gianni » domenica 15 aprile 2018, 18:03

Brava ancora, Arianna. Hai detto benissimo. Ho studiato molto il ruolo delle donne in Israele e l’ho trattato nei “quaderni biblici”, qui:
http://www.biblistica.it/wordpress/?page_id=4343
negli studi dal n. 26 al n. 37 e dal n. 43 al n. 60, e altro scriverò ancora.
Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 5524
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: Confidenziale

Messaggioda ARIANNA » domenica 15 aprile 2018, 18:09

Li leggerò con grande interesse :YMHUG:
Avatar utente
ARIANNA
 
Messaggi: 97
Iscritto il: sabato 13 gennaio 2018, 19:42
Località: Bari

Re: Confidenziale

Messaggioda stella » giovedì 19 aprile 2018, 3:54

l,anima mia. ha sete del Dio vivente
stella
 
Messaggi: 2171
Iscritto il: giovedì 3 aprile 2014, 17:44

Re: Confidenziale

Messaggioda Gianni » giovedì 19 aprile 2018, 3:58

Grazie per la segnalazione, Stella!
Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 5524
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: Confidenziale

Messaggioda stella » giovedì 19 aprile 2018, 20:27

Un po di storia .......SU EBREI ED ISRAELE ho trovato cio' e ho pensato condivido con voi ,
non so' se a voi interessa e anche se sia lecito riportarlo qui ... ;;)

ROTSCHILD, IL SIONISMO E LA NASCITA DI ISRAELE

Sir Benjamin James Rotschild riceveva capi di stato e capitani di industria nel suo piccolo studio nel centro citta', per quasi 12 ore al giorno. Era un uomo molto impegnato ed iniziava a ricevere alle 7.45.

L'appuntamento di quella mattina di novembre era un appuntamento importantissimo e fu concesso 7.00 in punto ma non si presentarono principi o imprenditori bensi' modesti contadini e qualche contabile; erano i sionisti, i pionieri che stavano bonficando Israele.

Saltarono i convenevoli e vennero al dunque.
Aaron Zuckerman il capo della delegazione apri' la cartina sulla scrivania di James Rotschild e, puntando il dito in una zona tra Tel Aviv e Haifa, disse semplicemente : "E' qui".

Rotschild : “cosa?”

“Ho gia' dato tanti soldi per comprare Rishon !” *

Rotschild : "Gli arabi ci vendono le terre a prezzi dieci volte maggiori ill loro valore perche sanno che a noi servono. Sono terre sabbiose, malariche ed incoltivabili, questa zona e' assolutamente inutilizzabile; non butto altri soldi in imprese folli."

Aaron Zuckerman: " Signor Rotchild, le terre che gli Inglesi ci hanno date sono poche, non bastano. Dobbiamo continuare a comprare dagli Arabi, le bonificheremo, ci pianteremo gli eucalipti e poi piano piano..."

Rotchild:" Piano piano cosa? Gli eucalipti non si mangiano. Ci vorranno decenni; non avete macchinari ne’ sementi ne’attrezzature ne’ forza lavoro: e' una impresa impossibile,. No no, la mia risposta e' no."

Aaron Zuckerman rimase in piedi immobile come se non avesse sentito; no era una risposta che non poteva semplicemente accettare. Aveva negli occhi quella luce..quella luce che hanno i sognatori che non si arrendono mai, che vedono quello che non c'e' ma sanno che ci sara'.

Zuckerman : “ La prego Sir Rotschild, gli ebrei sono perseguitati in tutto il mondo e verrrano a rifugiarsi in Israele ma dobbiamo far trovare loro terre e campi coltivabili, per ora e’ solo deserto….non avranno di che nutrirsi…”

Rotschild:' “ E allora?, ho detto no; vi prego andate in pace; ho mille impegni, faccio tanta beneficenza ma questo progetto e’ folle e assurdo.
Andate in pace ora….., beazhlaha'’.
( Beazlaha=che abbiate successo -in ebraico).

Usciti i Pionieri, Rotschild prese la sua tazza di te- la prima della giornata- e scosto' la tenda per guardare la citta' da dietro la finestra. Vide il fumo delle ciminiere, la pioggia e la nebbia di novembre che sovrastava il tutto…il fango nella strada di una Parigi invernale e triste…….

.. Poggio' la tazzina di scatto sul tavolo ed urlo' alla segretaria di fermare i Zionisti prima che uscissero dall'edificio.

Aaron Zuckerman si ripresento' immediatamente :" Eccoci signor Rotschild, che c'e'?"

Rotchild: " Va bene …..va bene ; avrete i soldi…. comprero' i terreni dagli Arabi ai loro prezzi gonfiati, non importa ma voglio una cosa, anzi due".

Zuckerman:"prego".

Rotschild:" Voglio che costruiate una citta'; piccola ma bella bellissima, dovranno esserci giardini, piante, aiuole e tanti fiori… con tante panchine all'ombra che i vecchi possano riposare nei pomeriggi d'estate....dovra’ sembrare un giardino....la dedicherete a mia moglie Chana.

I Sionisti si guardarono in faccia scettici: “ Vede Signor Rotschild non e' cosi' facile ne' sicuro che riusciremo a...."

Rotchild li interruppe : "Poi voglio un'altra cittadina, piccola ma con attorno boschi con animali selvatici liberi e anche dei vigneti per farne il nostro buon vino ebreo e ci metterete i cavi della elettricita', il telefono e tutte le cose moderne possibili. Sara’ dedicata alla memoria di mio padre Yaaqov .

Aaron Zuckerman guardo' il barone Rotchild senza riuscire a fermarlo...perche' poi fermarlo ?

In fondo, ora, vedeva negli occhi del barone quella stessa luce; quella luce che avevano i Sionisti , i sognatori folli. Far crescere frutta e fiori nel deserto? Un sogno, una follia niente di piu’.

Rotschild: “ allora Signor Zuckerman; se non credete nemmeno voi ai vostri sogni come potro’ mai fidarmi di lei? Qual’e’ la vostra risposta dunque?”

Zuckerman avrebbe voluto dire che sarebbero stati fortunati a coltivare qualcosa di commestibile ma senza grosse aspettative; che le richieste del suo interlocutore erano esagerate ed impossibili ma si trattenne dal farlo , sorrise e disse semplicemente:

“' Signor Rotschild …...avrete le vostre due citta', ve lo giuro sulla testa dei miei cinque figli."

Che poi in fondo promettere non costa niente e tanto ci sarebbero voluti tanti di quegli anni, chissa' se mai...chissa'..

Pomodori e fiori nel deserto? Giardini?........Ma su andiamo, siamo seri.

Pero’....pero’....

Pero’ , se venite in Israele - e veniteci perche’ e’ un paese bellissimo-, da Tel Aviv prendete la strada per Haifa in direzione nord. La numero 4.

Dopo un’ora e mezzo circa Incontrerete una citta’ giardino, - Pardes Chana- (Il giardino di Chana come la moglie del Barone Rotschild) Con tanti fiori e case basse ad un piano immerse nel verde e le panchine nelle piazze all’ombra per dare refrigerio ai vecchi d’estate.

.Andando avanti sulla stessa autostrada troverete una cittadina adagiata su due colline con un bel boschetto e delle vigne e con tanti bei viali alberati; ristorantini e boutique nelle stesse case coloniche utilizzate 100 anni fa per bonificare la zona….E i vigneti che ancora oggi producono il vino ebreo..
:
Ziqron Yaqov si chiama la citta’ ( Ziqron= Ricordo-memoria di Yaqov il padre di Sir Rotschild.)

Ma aspettate, non e’ finita, in mezzo alle due cittadine ve ne e’ una terza: BENJAMINA, piccolina ma deliziosa….non era prevista e fu dedicata a Sir Benjamin James Rotschild che rese possibile tutto questo. Perche' in fondo quando ci vuole , ci vuole.

Giardini laddove c’era il deserto . Questo fu il Sionismo; il sogno impossibile di chi non ha mai smesso di sognare.

Buon compleanno Israele e che tutti sappiano come sei nata.

*( Rishon Le Zion , rishon=primo, il primo apezzamento di terra comprata dai Zionisti in Israele )

Tel Aviv 19 04 18

Aggiungo ,a Rishon Le Zion ci abita MYCAEL ''un giudeo''... ora messianico che ho conosciuto personalmente ... :-) e Marianne la moglie ... :-) @};-
l,anima mia. ha sete del Dio vivente
stella
 
Messaggi: 2171
Iscritto il: giovedì 3 aprile 2014, 17:44

Re: Confidenziale

Messaggioda Tichico » giovedì 19 aprile 2018, 22:27

Bel racconto, sembrava di essere seduto in salotto ad ascoltare. :-)
Tichico
 
Messaggi: 5
Iscritto il: venerdì 30 giugno 2017, 0:38

Re: Confidenziale

Messaggioda bgaluppi » venerdì 20 aprile 2018, 1:02

Tichico, ho provato la stessa sensazione.
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 6761
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Confidenziale

Messaggioda stella » venerdì 20 aprile 2018, 4:00

Buon giorno , ah ,mi fa piacere che vi sia piaciuto il ''racconto ''...

si vero ,sembrava davvero di essere presenti seduti nel salotto insieme a loro ,.... :-? e gia' ,io cero ;;) .ero gia' nata :-) ....
... leggendo io ho avuto brividi ...chissa perche' questa sensazione :-??

comunque ,la frase che riporto qui sotto mi ha dato da pensare ....

. Aveva negli occhi quella luce..quella luce che hanno i sognatori che non si arrendono mai, che vedono quello che non c'e' ma sanno che ci sara'....
mi sono detta la nostra futura speranza ,la Gerusalemme celeste ...

se avremo ,''abbiamo '',fede un giorno ci sara' ... :-) .c'e' chi e' andato a prepararci ,''un luogo'''... :-)

di nuovo ,buona giornata ai ....sognatori''.... ;;)
l,anima mia. ha sete del Dio vivente
stella
 
Messaggi: 2171
Iscritto il: giovedì 3 aprile 2014, 17:44

PrecedenteProssimo

Torna a Segnalazioni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite