Trinita'

Re: Trinita'

Messaggioda bgaluppi » domenica 13 gennaio 2019, 9:11

Grazie Gianni. L'ho ritoccato recentemente. Anche se a poco serve a convincere chi crede nella Trinità sulle origini pagane di tale dottrina...
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 9771
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Trinita'

Messaggioda Gianni » domenica 13 gennaio 2019, 9:28

Carissimo Antonio, vorrei pubblicarlo nel prossimo numero di Ricerche Bibliche, in uscita a fine marzo. Ho già fatto copia-incolla ma, se vuoi, puoi inviarmi entro metà marzo la versione aggiornata. Grazie per il tuo impegno nella ricerca biblica. :-)
Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 7127
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: Trinita'

Messaggioda bgaluppi » domenica 13 gennaio 2019, 9:31

Ok Gianni, lo rivedo e poi te lo mando. :-)
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 9771
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Trinita'

Messaggioda Gianni » domenica 13 gennaio 2019, 9:35

Grazie. Ma senza fretta ... ;)
Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 7127
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: Trinita'

Messaggioda Gianni » domenica 13 gennaio 2019, 10:06

Vorrei riprendere qui il pensiero che Agnostico ha espresso lo scorso venerdì 11 gennaio.

Lui domanda: “Se realmente Dio si fa uomo … è sempre paganesimo?”. E aggiunge: “Penso a un Dio che può essere e fare tutto ... e mi chiedo dove sta l'errore se avesse deciso di abbassarsi a uomo se questo serve per l'umanità”.

In sé, il pensiero di Agnostico è legittimo e – in teoria – Dio avrebbe potuto anche farsi uomo. Nel pensiero di Agnostico io vedo un barlume di veridicità. Ma devo spiegarmi bene. Che Dio guardi alla miseria umana in modo misericordioso è una verità biblica. Che Egli si faccia quindi vicino è un’altra verità biblica. Ma il punto è: in che modo? Più che facendosi uomo (che suona blasfemo), possiamo dire tramite un uomo. L’apostolo Giovanni spiega: “Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato …”. Lo si noti bene: non Sé stesso, ma “il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna. Infatti Dio non ha mandato suo Figlio nel mondo … perché il mondo sia salvato per mezzo di lui”. - Gv 3:16,17.

Il peccato (e quindi la condanna) è entrato nel mondo attraverso un uomo (Adamo). Per ristabilire la giustizia, Dio ha impiegato un altro uomo che Paolo chiama secondo Adamo: Yeshùa. Costui venne all’esistenza direttamente da Dio (con la sua nascita verginale), proprio come Adamo fu creato direttamente da Dio. Fece quello che Adamo non seppe fare: essere ubbidiente a Dio.

Ora, se fosse stato Dio a farsi uomo (idea blasfema solo a pensarci), Egli avrebbe avuto gioco facile. Occorreva invece proprio un essere umano alla pari di Adamo, il quale dimostrasse che a Dio si può ubbidire. Questo punto è del tutto incompreso dalle religioni, compresi i Testimoni di Geova che asseriscono che Yeshùa era una potente creatura spirituale preesistente. Anche così, tale presunta potente creatura spirituale avrebbe avuto partita vinta. Va ribadito: occorreva proprio un essere umano alla pari di Adamo. Quell’uomo fu Yeshùa.

Tutta la Bibbia mostra che Dio non si abbassa a farsi uomo ma intende elevare l’uomo alla divinità.
Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 7127
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: Trinita'

Messaggioda Michele » domenica 13 gennaio 2019, 12:46

Non sono d'accordo con quanto affermato dall'utente Gianni, poco sopra. Secondo me il discorso è poco biblico e mi spiego. Vorrei se possibile avere i testi ebraici di genesi e tutto il pensiero rabbinico circa la nozione di peccato originale.
Avatar utente
Michele
 
Messaggi: 2410
Iscritto il: martedì 1 aprile 2014, 11:51

Re: Trinita'

Messaggioda Michele » domenica 13 gennaio 2019, 12:55

Quello che ho notato è che si vorrebbe prendere a volte una parte dell'insegnamento di Paolo, ma rifiutare altre parti. Quindi secondo me, per non incorrere in contraddizioni o si prende l'insegnamento rabbinico o quello di Paolo.
Yeohsu'a perdonava i peccati, quindi mi sembra strano che un uomo possa perdonare i peccati

Rav. Riccardo di Segni
Per tornare al rapporto tra Eva e il serpente, la tradizione mistica, ma su questo ci sono i segnali già nella letteratura rabbinica, il peccato di Adamo ed Eva comporta una sporcizia, l’uomo e la donna diventano sporchi in conseguenza del peccato e questa sporcizia si trasporta sulla loro discendenza.
Ma è una sporcizia che può essere tolta? La risposta è che sì, viene tolta, nel momento in cui c’è la rivelazione sul monte Sinai. La promulgazione del Decalogo, il dono della Torah, la scelta di Israele, tolgono la sporcizia. Immediatamente dopo c’è il vitello d’oro che la sporcizia la rimette.
Questo racconto è un campione molto interessante per vedere come le linee interpretative di ebraismo e cristianesimo vanno insieme fino a un certo punto e poi si distaccano. Quello che viene chiamato nella teologia cristiana il peccato originale, richiede, scusate se entro in un terreno che non è mio, l’incarnazione di Gesù per essere cancellato. Nel pensiero ebraico il dramma non è così radicale, è correggibile: è stato già corretto, con la rivelazione sul Sinai e non è necessario un evento epocale per risolvere un danno che può essere risolto tutti i giorni con le nostre azioni.
La sporcizia di cui si parla è una sporcizia da cui ci si pulisce, che non rimane in eterno e il compito di uscirne fuori è lasciato all’individuo attraverso l’osservanza di determinate norme.
Avatar utente
Michele
 
Messaggi: 2410
Iscritto il: martedì 1 aprile 2014, 11:51

Re: Trinita'

Messaggioda Luigi » domenica 13 gennaio 2019, 13:21

Caro Gianni ,il compito del Figlio di Dio, è stato "ed E'" quello di salvare i peccatori, "e tutti hanno peccato; Israele, Giuda, e i pagani" , perchè Tutti sono sotto il peccato
Va ribadito: occorreva proprio un essere umano alla pari di Adamo. Quell’uomo fu Yeshùa.


Quell'uomo "simile a noi", non è semplicemente una creatura a se, poichè è scritto che Dio ...,manda il Suo Figlio IN "dentro"una carne simile alla nostra.
Ora l'uomo è Gesù di nazaret figlio di Maria , Ma Il Figlio di Dio che è IN Gesù di nazaret figlio di Maria,
questi è Altro "E' Colui che era col Padre" , che unito a quella carne compie la redenzione, altrimenti apparirebbe che, per essere salvati ,bisogna semplicemente ,credere in un uomo ,il secondo Adamo,
ma non è così, poichè quando al carceriere di Filippi ,Paolo gli predica di credere in Cristo Gesù Il Signore "Signore della Gloria", lui "il carceriere" credendo in Lui Il Cristo, Gioisce "per essere stato salvato" con la sua famiglia ,per aver creduto in Dio
Se fosse ancora come scrivi, Lo Spirito non dovrebbe Glorificare un uomo predicandoLO "Cristo Gesù"; non dovrebbe annunciare un uomo "Cristo .., come Speranza di Gloria" attraverso i discepoli;e questi "Il Figlio", la scrittura non lo presenta come un semplice uomo, ma come Colui ,la Cui Parola sostiene Tutte le cose.
Quindi Colui che era col Padre "Il Figlio" ,e che viene in una carne simile..., E' Altro ,visto quanto...
La mia riflessione "rispettosamente parlando"tratta dalle scritture

Yeohsu'a perdonava i peccati, quindi mi sembra strano che un uomo possa perdonare i peccati

Giusto Michele, è scritto che perdonava i peccati, ed anche che chiamava Dio Suo Padre ,e si faceva Uguale a Dio, e la scrittura è Ispirata tutta, non solo in parte :-)
Infine ,se fosse creatura, in Rivelazione cap.5,...; e cap. 7....,lo si dovrebbe trovare con tutte le creature... a dare :lode, gloria, onore, potenza ,a Colui che siede sul trono, ma non lo troviamo; bensì...
Buona domenica
Ultima modifica di Luigi il domenica 13 gennaio 2019, 16:24, modificato 1 volta in totale.
Luigi
 
Messaggi: 658
Iscritto il: martedì 31 marzo 2015, 21:02

Re: Trinita'

Messaggioda Alen.chorbah » domenica 13 gennaio 2019, 14:38

Luigi ha scritto:Infine ,se fosse creatura, in Rivelazione cap.5,...; e cap. 7....,lo si dovrebbe trovare con tutte le creature... a dare :lode, gloria, onore, potenza ,a Colui che siede sul trono, ma non lo troviamo; bensì...
Buona domenica

1 corinti 15:27-28 "Poiché [Dio] “ha posto tutte le cose sotto i suoi piedi”.+ Ma quando dice che ‘sono state sottoposte tutte le cose’,+ è evidente che è a eccezione di colui che gli ha sottoposto tutte le cose.+ 28 Ma quando tutte le cose gli saranno state sottoposte,+ allora anche il Figlio stesso si sottoporrà* a Colui+ che gli ha sottoposto tutte le cose, affinché Dio sia ogni cosa a tutti."
Avatar utente
Alen.chorbah
 
Messaggi: 468
Iscritto il: venerdì 31 marzo 2017, 20:42

Re: Trinita'

Messaggioda Luigi » domenica 13 gennaio 2019, 14:47

Caro Alen, non credo che risponda a questo :
Se fosse creatura, in Rivelazione cap.5,...; e cap. 7....,lo si dovrebbe trovare con tutte le creature... a dare :lode, gloria, onore, potenza ,a Colui che siede sul trono, ma non lo troviamo; bensì...
Poi in altra discussione,"non ricordo quale" su richiesta di Antonio e Mimy, ho risposto all'obiezione da te postata, col passo biblico che proponi
ciao
Ultima modifica di Luigi il domenica 13 gennaio 2019, 16:29, modificato 1 volta in totale.
Luigi
 
Messaggi: 658
Iscritto il: martedì 31 marzo 2015, 21:02

PrecedenteProssimo

Torna a Bibbia e ...

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti