Lilith

Re: Lilith

Messaggioda ALESSIA » domenica 24 dicembre 2017, 9:32

Naza per me le parole di Paolo vanno interpretate come i brani sulla schiavitù - Filemone- tenendo conto di un contesto sociale che neanche Yeshua riesce a rovesciare in modo istantaneo e radicale; cultura che ha creato diversi problemi anche su altri argomenti. Ovviamente biblicamente amore e sottomissione ef 5:25 EF 5:21 ci devono essere da ambo le parti, ma questo è anche il buon senso che lo suggerisce.
Per quanto riguarda lo studio di Gianni, da me citato perchè evidenzia una mentalità che è radicata in parecchi ambienti cristiani, dove il ministero delle donne è assolutamente vietato,e le donne vivono la vita ecclesiale al ombra degli uomini; al momento solo i valdesi e gli avventisti sono a favore del ministero femminile e della parità all'interno della gerarchia ecclesiale.
Cara Stella, sono consapevole che Gianni in quanto uomo è fallace, ma nella tua affermazione che la donna deve stare sotto un gradino all'uomo, non ci trovo nulla di biblico.
Caro Naza sono consapevole che quello che scrivo non è condiviso da la maggioranza degli uomini e anche da qualche donna; ma è quello in cui credo e di cui dovrò rendere conto solo a Dio.
Avatar utente
ALESSIA
 
Messaggi: 280
Iscritto il: venerdì 14 ottobre 2016, 15:08

Re: Lilith

Messaggioda Elena-M » domenica 24 dicembre 2017, 10:28

Ciao a tutti!!!

C'è una famosa frase che dice:
“a fianco di un grande uomo c’è sempre una grande donna”

Ma penso ad Eva..se prima di ascoltare il serpente e dare il frutto al marito avesse chiesto il parere di Adamo cosa fosse successo?
Perché il serpente andò prima dalla donna?

La donna è stata creata per completare l'uomo...non per fare di testa sua...(in un rapporto di coppia)io la vedo cosi...e questo è anche motivo per cui dopo 30 anni i miei genitori si amano ancora e si rispettano!

:-)
Ultima modifica di Elena-M il domenica 24 dicembre 2017, 11:20, modificato 2 volte in totale.
Elena-M
 
Messaggi: 126
Iscritto il: lunedì 20 marzo 2017, 16:22

Re: Lilith

Messaggioda chelaveritàtrionfi » domenica 24 dicembre 2017, 11:02

Alessia, premettendo che io accetto l'idea di parità tra uomo e donna a prescindere perchè mi sembra giusto per buon senso, negli scritti è sottolineato soprattutto che l'uomo deve amare la moglie come ama se stesso. Ti ho posto questa domanda perchè leggendo quei passi non è proprio chiara la questione. Non basta il buon senso. Tu perchè hai approfondito ci vedi qualcosa forse semplice da vedere. La mentalità di sottomissione male interpretata è stata dominante per millenni. Dove Paolo poi scrive che la donna deve tacere in assemblea lo fa sicuramente per un motivo . Tra l'altro (vado a memoria) si racconta di una discussione avvenuta tra due donne in assemblea. Questa mentalità errata dovuta anche ad ignoranze culturali oltre che religiose ha fatto si che milioni di donne vivessero in una sorta di schiavitù..di mariti che non di certo seguivano la legge di Dio ma la loro legge. In quei contesti , uomo capo della donna , cristo capo della chiesa, Dio capo dell'uomo ..non credo che si parli di gerarchia ed in ogni caso si sotto intende un ambiente in cui ci sia una linea comune : Dio e la scrittura. Quindi equilibrio. La gerarchia religiosa è principalmente opera dei cattolici ed i danni di questi qui sono davvero tanti.
Mia mamma che oggi ha 79 anni leggendo quei passi , non ci legge uguaglianza ma le vengono dubbi. Anzi sarebbe dell'idea che la donna deve stare sottomessa al marito perchè nata e cresciuta in un ambiente del genere.

Oggi invece vedo in molte famiglie una dominanza prettamente femminile. Mogli ribelli che trattano i mariti con sufficienza. Ne ho viste di tutti i colori. Gli atteggiamenti ribelli, di dominanza , arroganti ecc.. sono da evitare da entrambi i lati.

Altra cosa che penso .. è che si fanno delle gran chiacchiere in realtà. Nella vita reale sono rimasto molto deluso dei così tanti religiosi che si definiscono credenti. Gran chiacchiere di genti, guerra dei versetti e poi se nella vita reale di devono sputare addosso o girarti le spalle non ci pensano due volte. Per fortuna non tutti sono così!
Sono arrivato alla conclusione che il religioso o il credente in generale non è affatto migliore del cattolico praticante o dell'ateo ecc..
Le persone si qualificano per quello che fanno e non per quello che dicono perchè a far chiacchiere siamo bravi tutti.
APPARTENGO A NESSUNA RELIGIONE RICONOSCIUTA, NE AD ALCUNA SETTA, QUINDI SONO UN APOSTATA DI QUALUNQUE RELIGIONE O SETTA
Avatar utente
chelaveritàtrionfi
 
Messaggi: 1955
Iscritto il: venerdì 11 aprile 2014, 23:31
Località: Italia

Re: Lilith

Messaggioda chelaveritàtrionfi » domenica 24 dicembre 2017, 11:23

Stella, secondo me il problema è questo. Anche se la cartella si intitola "Bibbia e"... quindi si suppone che dentro ci si possa scrivere anche altro purchè legato alla scrittura, la domanda che poni proprio tu, lascia perplessi. Finchè è fatta da uno dei tanti che viene a scrivere qui tanto per riempire le pagine e cercare di far perdere il senno agli utenti è un conto , ma una persona che da anni legge le scritture (non importa la sua età) e che è capace di comprendere (perchè se discuti qui sei anche capace di comprendere) come te, come può pensare che sulla bibbia possa essere scritto di altre mogli di Adamo? Posso capire , venendo a conoscenza di questa storia , che una persona sia curiosa. Da qui la domanda. Per esempio parlando dei giganti si sono tirati fuori argomenti extra biblici a partire dal libro di Enoch che parla di vigilanti, angeli caduti, ai Frankenstein frutto di ingegneria genetica. Tutta roba non presente sul testo biblico ma tirato fuori da vari modi di lettura.
Per lo stesso motivo di capacità di comprensione e curiosità, piuttosto che dar retta al primo che parla in una trasmissione televisiva o sopra un palco in un gruppo religioso sparandone di grosse e di crude, dedica il tuo tempo a leggere degli studi più seri, poi ti fai la tua idea. Questo è il consiglio che ti do.
APPARTENGO A NESSUNA RELIGIONE RICONOSCIUTA, NE AD ALCUNA SETTA, QUINDI SONO UN APOSTATA DI QUALUNQUE RELIGIONE O SETTA
Avatar utente
chelaveritàtrionfi
 
Messaggi: 1955
Iscritto il: venerdì 11 aprile 2014, 23:31
Località: Italia

Re: Lilith

Messaggioda ALESSIA » domenica 24 dicembre 2017, 11:48

Caro Naza, ti comprendo benissimo e ti confesso che sono stanca di come le donne vengono trattate all'interno anche di molte comunità evangeliche, sono nata e cresciuta in una comunità evangelica ( la mia famiglia lo è) e le donne dovevano mettersi il velo in testa e le gonne lunghe, non potevano avere ruoli e dovevano vivere all'ombra degli uomini, mi sono sempre opposta a questo sistema fin da piccola per via della mia natura indomita e ho sempre pensato che se Dio fosse stata veramente come lo presentavano e lo presentano alcuni credenti, io non lo avrei seguito. Quello che non sono riuscita a far comprendere e lo deduco dalla risposta di Elena è che la donna è pari al maschio per quel che riguarda la natura, la dignità e l'essenza e il destino, ovviamente i ruoli sono diversi perchè uomo e donna hanno diverso potenziale, ci sono tante donne come quelle che descrivi, ma ci sono anche molti uomini che si comportano molto male,in ogni rapporto non bisogna guardare alla durata ma bensì alla qualità.
Non dobbiamo guardare agli uomini, perchè ci deluderanno sempre, questo l'ho sperimentato, con l'esperienza a forza di girare le comunità, si predica bene e si razzola male, per questo motivo ho scelto di mantenere le mie idee o meglio quello che ho compreso della scrittura e portarle avanti, poi il Signore mi dirà dove ho sbagliato, nel mondo c'è tanta confusione, e questa confusione si riflette nei rapporti umani di ogni genere.
Cara Elena, a fine mese faccio 20 anni di matrimonio, ma non ho mai sentito di essere un gradino sotto mio marito e ne tanto meno lui lo ha mai preteso, il rispetto per l'altro inizia prima di tutto da quanto noi ci rispettiamo.
Avatar utente
ALESSIA
 
Messaggi: 280
Iscritto il: venerdì 14 ottobre 2016, 15:08

Re: Lilith

Messaggioda chelaveritàtrionfi » domenica 24 dicembre 2017, 13:17

Approvo. Ecco perchè ho deciso di astenermi nel frequentare gruppi religiosi. Ma il pericolo più grande è l'ignoranza e la scarsa voglia di fare qualche ricerca. Come va sdradicata la mentalità medievale , come ben dice Giorgia, del maschilismo dominante per come lo abbiamo conosciuto , va anche sdradicata la mentalità ancora più pericolosa perchè da li è partito il tutto, che da soli non si possa studiare la bibbia ma ci vuole l'omino di turno autotitolato o titolato dalla congregazione X ad insegnare la legge. Ci vuole uno che conosca la legge sicuramente per aiutarci a comprendere. Ci vogliono gli ebrei perchè in fondo la bibbia è il loro testo e ci vuole la nostra intelligenza (questa è la mia opinione). Appunto perchè oggi è possibile anche effettuare i nostri studi ( i mezzi di informazione esistono, bene o male a scuola vi è andata il 90% della popolazione degli ultimi decenni), più che una scarsa capacità di comprensione o la giustificazione di non saper leggere e scrivere come nei secoli passati, la scarsa conoscenza della scrittura la vedo più una scarsa volontà di applicarsi. Io farei quindi come i bereani che confutavano quanto veniva loro detto.

Alcune congregazioni si vantano di seguire il cosiddetto modello biblico.
Gli ebrei seguono la loro tradizione . Un tempo ci si recava al tempio di Gerusalemme per le festività solenni. O comunque nella sinagoga locale. Oltre a svolgere le attività quotidiane era anche motivo di comunità .. perchè da comandamento bisognava riunirsi in santa congregazione per le festività bibliche. Anche di sabato ci si recava e ci si reca ancora nella sinagoga. Yeshùa di sabato insegnava in queste.

Non esisteva di certo la bibbia come libro ma vi erano tanti rotoli dove era scritta la legge e i profeti. Non tutti in quel tempo sapevano leggere e scrivere.. anzi erano in pochi che sapevano farlo. Lo strumento dell'ascolto era l'unico per l'apprendimento. Oggi nonostante sappiamo anche leggere e scrivere leggere, quindi.. all'ascolto possiamo accompagnare lo studio ... almeno la lettura, leggere e leggere, visto che una copia della bibbia è nelle case di una famiglia su 2.

Seppur' vero che fin dall'antichità il popolo di Dio si riuniva in assemblee (con Yeshùa sono nate anche altre comunità di non ebrei, ma di credenti nel Dio di Israele, che si costituivano periodicamente anche gruppi: Le chiese) è anche vero che oggi, a parte le sinagoghe ebraiche dove credo si sia mantenuta una linea rispetto al passato, ci sono troppi gruppi e luoghi che vengono definite chiese. Ognuna con la sua idea religiosa.
Ultima modifica di chelaveritàtrionfi il domenica 24 dicembre 2017, 13:27, modificato 2 volte in totale.
APPARTENGO A NESSUNA RELIGIONE RICONOSCIUTA, NE AD ALCUNA SETTA, QUINDI SONO UN APOSTATA DI QUALUNQUE RELIGIONE O SETTA
Avatar utente
chelaveritàtrionfi
 
Messaggi: 1955
Iscritto il: venerdì 11 aprile 2014, 23:31
Località: Italia

Re: Lilith

Messaggioda Giorgia » domenica 24 dicembre 2017, 13:20

Stella con le emotes di abbracci e sorrisi forse riesci a convincere gli altri, ma con me non bastano. E non hai bisogno di Gianni, io ti ho capito perfettamente.

Aggiungo che rigirare le frasi per far intendere che volevi dire altro mi dimostra ancora una volta che avevo ragione a non credere alla tua buona fede. Dare del lei a chi non conosci si chiama educazione e lo fanno tutti, non solo tu. Quello non è medioevo quella è semplice educazione.
Medioevo è voler dire alle altre donne che devono stare un gradino sotto gli uomini.

Però i segni in un mondo e ti comporti in un altro a regola. Visto che ripeti che questa è come se fosse una comunità e poi parli e dai consigli anche a degli uomini. Quindi? Stare sotto vale solo per le altre?

Già, pare proprio di sì.
Avatar utente
Giorgia
 
Messaggi: 1188
Iscritto il: martedì 9 dicembre 2014, 10:15

Re: Lilith

Messaggioda stella » domenica 24 dicembre 2017, 15:01

GIORGIA i miei sorrisi ed abbracci erano ,sono sinceri ...nel forum c sono persone chi mi hanno conosciuta e vista realmente ...possono testimoniarlo .''ma non serve ''non e' importante ...

no GIORGIA ,non mi serve aiuto me la sono cavata sempre da sola nella vita con l'aiuto di DIO ...posso davvero testimoniare che quando io ancora non lo conoscevo LUI gia mi amava proteggeva ,dicevo sempre senza senza mettere tanta attenzione ''' LASSU' C'E' QUALCUNO CHE MI AMA '' ;;) e cosi e' stato ,...si e' rivelato nella mia vita in modo meraviglioso ha sciolto con il SUO amore calore il mio cuore ,il ghiaccio che c'era nel mio cuore .
. a volte scherzo sdrammatizzo ... ;) ... :-? ...
ELENA condivido il tuo pensiero all'ombra di un grande uomo c'e sempre una grande DONNA ,a volte bisogna anche uscire dall'ombra e' necessario ...30 anni insieme :-) ..bello ..io in questi giorni 54 anni insieme ....quante battaglie a volte su e a volte giu' come l'altalena ... :-) .ora chiudo .
GIORGIA stare sotto non vale solo per le altre ... :-) vale per tutte quelle che non sanno essere DONNA ognuno esamini se stessa .... :-O..

ALESSIA ti ho letto sopra ...sai io vado sempre di fretta ,ti ho spedito un messaggio privato ...grazie per le tue risposte ...hai ragione vale la qualita' e non la quantita o il numero ecc..ecc..ma se si puo' avere quello e quell'altro meglio ancora ... :-) @};-
l,anima mia. ha sete del Dio vivente
stella
 
Messaggi: 2042
Iscritto il: giovedì 3 aprile 2014, 17:44

Precedente

Torna a Bibbia e ...

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite