Onniscenza e amore

Onniscenza e amore

Messaggioda Armageddon » martedì 28 novembre 2017, 19:54

ONNISCIENZA- È l'attributo pertinente alla natura divina, in quanto la sua assoluta perfezione esclude la possibilità di un'ignoranza anche minima.

AMORE- Sentimento di viva affezione verso una persona che si manifesta come desiderio di procurare il suo bene e di ricercarne la compagnia

Secondo quanto discusso prima questi due attribbuti sono stati dati a Dio..purtroppo però per quanto mi riguarda trovo una contraddizione nel fatto che Dio conosca passato presente e sopratutto futuro dell'uomo e allo stesso tempo manifesti il desiderio di procurare il bene dell'uomo!

Prima però vorrei capire se la definizione di Onniscenza e Amore hanno lo stesso significato nella Bibbia come descritti sopra,cosi per evitare disguidi potrò citare i versi dove secondo quanto è scritto onniscenza e amore si contraddicono!

Saluti
Armageddon
 
Messaggi: 678
Iscritto il: giovedì 30 marzo 2017, 11:53

Re: Onniscenza e amore

Messaggioda bgaluppi » martedì 28 novembre 2017, 20:16

Dio non vede passato presente e futuro, ma solo un eterno presente. Il passato e il futuro li percepiamo solo noi, perché viviamo nella temporalità, ma per Dio non esistono. Lui È, e basta. Lui ci vede come siamo, non come fummo o come saremo. La filosofia ebraica spiega molto bene questo concetto. Guardacaso, i padri della fisica quantistica (che esplora il concetto di tempo eterno e immutabile) erano tutti ebrei; chissà da dove hanno tratto le loro intuizioni? ;)

L'amore ha molte sfumature nella Bibbia. In greco ci sono quattro termini per definirlo. Il concetto di amore di cui parla Yeshùa, però, è un po' diverso da quello espresso nella definizione sopra. Proa a usare il motore di ricerca di laparola.net e scopri tu stesso cosa dice la Bibbia dell'amore.
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 6340
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Onniscenza e amore

Messaggioda Armageddon » martedì 28 novembre 2017, 20:25

Dio non vede passato presente e futuro, ma solo un eterno presente. Il passato e il futuro li percepiamo solo noi, perché viviamo nella temporalità, ma per Dio non esistono. Lui È, e basta. La filosofia ebraica spiega molto bene questo concetto. Guardacaso, i padri della fisica quantistica (che esplora il concetto di tempo eterno e immutabile) erano tutti ebrei; chissà da dove hanno tratto le loro intuizioni? ;)

Perfetto...questo non esclude comunque che Dio conosca,pur stando in un eterno presente,gli avvenimenti passati presenti e futuri della nostra vita..giusto?

Prova a usare il motore di ricerca di laparola.net e scopri tu stesso cosa dice la Bibbia dell'amore.

Ok :YMPEACE:
Hai il link :d ?
Armageddon
 
Messaggi: 678
Iscritto il: giovedì 30 marzo 2017, 11:53

Re: Onniscenza e amore

Messaggioda Armageddon » martedì 28 novembre 2017, 21:03

Bgaluppi fatto..il termine è usato 172

Qui viene attribuito direttamente a Dio

1Giovanni 4,8

Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore

1Giovanni 4,16

Noi abbiamo riconosciuto e creduto all'amore che Dio ha per noi. Dio è amore; chi sta nell'amore dimora in Dio e Dio dimora in lui.

Cosa significa amore,attribuito a Dio, in questi casi?
Armageddon
 
Messaggi: 678
Iscritto il: giovedì 30 marzo 2017, 11:53

Re: Onniscenza e amore

Messaggioda bgaluppi » martedì 28 novembre 2017, 21:23

Armagheddon, ma il termine compare 184 volte! Guarda, ad esempio, questi usi diversi:

“Egli mi ristora l'anima, mi conduce per sentieri di giustizia, per amore del suo nome.” — Sl 23:3

“Dio ha forse dimenticato di aver pietà? Ha egli soffocato nell'ira il suo amore?” — Sl 77:9

“Per amore dei miei fratelli e dei miei amici,
io dirò: «La pace sia dentro di te!»” — Sl 122:8

“L'amico mio ha passato la mano per la finestra,
il mio amore si è agitato per lui.” — Cantico 5:4

“Se osservate i miei comandamenti, dimorerete nel mio amore; come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e dimoro nel suo amore.” — Gv 15:10

“Nessuno ha amore più grande di quello di dare la sua vita per i suoi amici.” — Gv 15:13

Perfetto...questo non esclude comunque che Dio conosca,pur stando in un eterno presente,gli avvenimenti passati presenti e futuri della nostra vita..giusto?


La nostra vita non è scritta come un libro, in cui troviamo un cappello o incipit, uno svolgimento e una conclusione predefiniti. Dio legge le nostre attitudini e sa cosa accadrà e quali decisioni prenderemo, come io so benissimo a cosa tende mia figlia. Ma noi possiamo sempre scegliere; tuttavia, chi ama gli spaghetti, difficilmente sceglierà il bollito se si trova davanti i due piatti. Non dobbiamo pensare a Dio come un burattinaio, ma come un padre che conosce le attitudini e i desideri di ogni suo figlio e li guida a sviluppare quelle attitudini o a controllarle.
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 6340
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Onniscenza e amore

Messaggioda ארמאנדו אלבנו » mercoledì 29 novembre 2017, 16:41

Io nn ci vedo nessuna contraddizione. Dio nn ci ha lasciato in balia della sventura per sempre e questo grazie a Cristo. Dio sapeva nell'eterno presente che l'uomo avrebbe sbagliato e ha provveduto da sempre nell'Eterno presente a mandare il Redentore. Sarebbe stata una contraddizione se nn avesse mandato il Redentore lasciandoci per sempre nella sventura. Ma c'è la seconda possibilità mi pare e questo è o no amore? Dunque conta la fine,non l'inizio. Poi se Dio sapeva che Adamo peccato allora perché lo ha creato se sapeva che avrebbe sbagliato?

1) perché Adamo capisse che Dio non mente e che dice la verità.
2) Perché per Dio un castigo può essere un mezzo per ottenere misericordia. Dunque Dio può castigare per attuare giustizia e misericordia allo stesso tempo. Misericordia e dunque amore.


Dunque nn vedo perché l'onniscenza di eventi futuri possa togliere all'amore. Sarebbe stato così se Duo nn avesse provveduto con Cristo perché in tal caso Dio avrebbe creato tutti gli uomini per una eterna condanna sapendolo in anticipo. Nn mi pare che sia così.
ארמאנדו אלבנו
 
Messaggi: 1142
Iscritto il: venerdì 9 maggio 2014, 14:17

Re: Onniscenza e amore

Messaggioda Armageddon » mercoledì 29 novembre 2017, 18:36

Dunque nn vedo perché l'onniscenza di eventi futuri possa togliere all'amore. Sarebbe stato così se Duo nn avesse provveduto con Cristo perché in tal caso Dio avrebbe creato tutti gli uomini per una eterna condanna sapendolo in anticipo. Nn mi pare che sia così.


Se l'onniscenza non si contraddice all'amore perché c'è stato Cristo..se questa è la risposta ritengo opportuno da parte mia non rispondere per non voler certo sminuire o attaccare la fede di chi crede in questo visto che non sono d'accordo!

Per quanto mi riguarda ho capito biblicamente come mai non c'è contraddizione! :YMPEACE:

Saluti
Armageddon
 
Messaggi: 678
Iscritto il: giovedì 30 marzo 2017, 11:53

Re: Onniscenza e amore

Messaggioda bgaluppi » mercoledì 29 novembre 2017, 19:26

Cerchiamo di non andare OT e non finire nella speculazione. Intanto, vorrei capire: cosa c'entra l'onniscenza con l'amore?

Armagheddon ha scritto:trovo una contraddizione nel fatto che Dio conosca passato presente e sopratutto futuro dell'uomo e allo stesso tempo manifesti il desiderio di procurare il bene dell'uomo


Come ho già spiegato, Dio non vede passato e futuro, perché il tempo non scorre, ma siamo noi a scorrere dentro al tempo. In Dio il tempo è un qualcosa di unico e immutabile, un eterno presente, poiché Dio È. Detto questo, e credo che ci siamo capiti, tu Armagheddon vedi Dio troppo dal punto di vista umano. Dio non è un uomo e non ha desideri, perché ciò presupporrebbe che non avesse tutto e quindi non fosse perfetto, eterno e immutabile. Si desidera ciò che non si ha, chi ha tutto non desidera nulla. Dunque, non desidera fare il bene, Lui È il bene, e il male è l'assenza di Dio; dunque, il male non esiste, perché Dio È (non si può dire "Dio esiste", perché vorrebbe dire che è venuto all'esistenza, mentre invece È eternamente). Esiste solo vita o non-vita, perché la vita esiste solo in Dio, che È; fuori di Dio non c'è vita, c'è la non-vita, la non-esistenza. Essendo l'origine di tutto ciò che esiste, è Lui che stabilisce le regole di funzionamento di ciò che ha creato (l'universo e noi). Dunque, essendo la creazione opera di Dio, essa deve rispondere necessariamente alle Sue regole. Come i pianeti rispondono alle regole perfette e ordinate che Lui stabilisce, perché sono opera Sua, anche noi dobbiamo rispondere alle Sue regole. Se tu suoni uno strumento musicale, quello risponderà a te, a come tu vuoi che suoni; se tu sei un perfetto esecutore, lo strumento suonerà in modo perfetto. Se lo strumento ha dei difetti e non può rispondere in modo idoneo all'esecutore, verrà scartato. Noi dobbiamo rispondere perfettamente alle regole perfette di chi ci ha creati: “Voi dunque siate perfetti, come è perfetto il Padre vostro celeste.” (Mt 5:48). Oppure non potremo far parte della vita, che funziona secondo le Sue regole.

Ti faccio un esempio pratico. La natura funziona secondo determinate leggi e determinati meccanismi. L'acqua si cristallizza a 0 gradi e diventa ghiaccio. Se tu non vuoi che la tua birra si congeli, devi ricordarti di tirarla fuori dal freezer per poterla bere! Allo stesso modo, se vuoi vivere devi seguire le indicazioni di Dio, che È la vita, oppure non vivrai. Perché se ti porrai al di fuori della vita, significa che non potrai farne parte.

Allora, Dio non "desidera" il bene per noi; Dio ci insegna cos'è il bene e come farlo. Poi sta a noi farlo o non farlo. Il bene è tutto ciò che Dio rappresenta: vita, amore, energia, luce, spirito, senso morale elevato, fratellanza, verità etc... Il contrario di Dio, rappresenta il male ed è morte (essendo l'opposto di Dio che è vita), ossia non-vita: odio, assenza di energia, tenebra, carne, basso senso morale, divisione, menzogna etc... Che significa tutto ciò? Che Dio ci crea per vivere, non per non-vivere, e se vogliamo vivere abbiamo un'unica scelta. Se non ci interessa vivere, abbiamo anche un'unica scelta.

Sono concetti estremamente difficili, da capire e da scrivere, spero di essere stato abbastanza chiaro.
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 6340
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Onniscenza e amore

Messaggioda Armageddon » mercoledì 29 novembre 2017, 19:56

Sono concetti estremamente difficili, da capire e da scrivere, spero di essere stato abbastanza chiaro.

Bgaluppi per me lo sei e ho capito i concetti...probabilmente sono io che non riesco a far capire i miei! :YMPEACE:
Armageddon
 
Messaggi: 678
Iscritto il: giovedì 30 marzo 2017, 11:53


Torna a Bibbia e ...

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google_personalizzato [Bot] e 1 ospite