Eutanasia / suicidio

Avatar utente
bgaluppi
Messaggi: 9812
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Eutanasia / suicidio

Messaggio da bgaluppi »

No, quello è sprezzare la vita. Chi rischia di morire per gioco è sciocco. Molti, non avendo Dio, cercano emozioni sempre più forti, fino rischiare la vita (e a volte ci restano!)

Comunque non sono convinto al 100% sulla storia del suicidio perdonato. C'è una vocina che mi dice che Dio non sarebbe molto felice, poiché la vita ce la dà Lui e noi non dovremmo rifiutarla, anche se parzialmente giustificati da situazioni estreme. :-?
Avatar utente
Eleazar
Messaggi: 508
Iscritto il: martedì 1 aprile 2014, 16:00

Re: Eutanasia / suicidio

Messaggio da Eleazar »

Se quella è vita.......se DIO personerà o no, sta a lui decidere.
LA RELIGIONE E' L'OPPIO DEI POPOLI
Avatar utente
matteo97
Messaggi: 463
Iscritto il: lunedì 14 gennaio 2019, 14:14

Re: Eutanasia / suicidio

Messaggio da matteo97 »

Ad essere sincero non riesco a comprendere certi atteggiamenti dogmatici di attaccamento e conservazione della vita a prescindere, anche quando questa non merita di essere vissuta e diventi insopportabile o umiliante. In caso di gravi danni fisici o mentali io sono favorevole all'eutanasia, proprio perché porre fine alla vita in certe situazioni significa proteggere l'integrità del concetto di persona, e non semplicemente quello di individuo. A questo si aggiungono, direi, motivazioni di natura spirituale. Credo che il rapporto con la vita e la morte sia intimo e personale, così come- la logica è la stessa- in ambito teologico, il rapporto con Dio è interiore, riservato, imperscrutabile e abissale. Credo infatti che apportare motivazioni di natura spirituale ( la sofferenza e privazione di dignità personale unito all' anelito, ad un' aspirazione verso la trascendenza) sia un valore aggiunto. Non capisco infatti perché non vi possa essere un orizzonte di ricerca del divino nella prospettiva della volontà di morte, nell' atto di auto procurarsela. D'altra parte non mi sembra ci sia un esplicito divieto al suicidio nella Bibbia, con questo non voglio tesserne un elogio di questa, ma semplicemente constatare che la Scrittura non ne parla. E' vero che è associata a personaggi controversi come a Giuda Iscariota ma questo non significa che è deplorabile altrimenti lo sarebbero pure i compleanni perchè ricordano quello di Faraone oppure i cani perchè nella Bibbia erano considerati animali impuri.
Avatar utente
bgaluppi
Messaggi: 9812
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Eutanasia / suicidio

Messaggio da bgaluppi »

Spesso mi trovo a riflettere come affrontassero certi problemi i nativi americani, prima che venissero distrutti dal "progresso". E mi fermo qui, in attesa di valutazioni.
Avatar utente
matteo97
Messaggi: 463
Iscritto il: lunedì 14 gennaio 2019, 14:14

Re: Eutanasia / suicidio

Messaggio da matteo97 »

in che senso? Comunque apprendo che il tema dell'eutanasia è tornato di moda a seguito di una raccolta firme per indire un possibile referendum sulla questione. Già di per sè spinosa in quanto il Vaticano come da prassi per ogni tematica etica, si è espresso negativamente. Ingerenza di uno stato che dovrebbe occuparsi solo dei suoi affari interni e che puntualmente si esprime su questioni di uno stato laico. Detto ciò come ho scritto in precedenza io sono favorevole su questa questione. Ciò che spaventa i più è forse l'accettazione sociale del procurarsi con l'aiuto di altri la propria morte. Ritengo che non dovrebbe spettare a noi decidere della vita degli altri se sono consenzienti e maturi per comprendere le scelte che fanno.
speculator2
Messaggi: 796
Iscritto il: domenica 2 febbraio 2020, 22:27

Re: Eutanasia / suicidio

Messaggio da speculator2 »

Credo che la decisione se vivere o morire sia troppo importante per lasciarla al giudizio del singolo.

Situazioni che apparentemente sono dolorosissime e senza soluzione possono essere tollerate e addirittura risolte e in modo molto felice da chi sa come procedere e non sto parlando dell'individuo che soffre necessariamente.
Rispondi