Israele e salvezza per Grazia

Israele e salvezza per Grazia

Messaggioda Luigi » martedì 20 novembre 2018, 16:21

Non so , se vi è già aperta, una discussione a riguardo...
Ciao
Da un vostro punto di vista scritturale, per gli Israeliti nel loro insieme "tutte le 12 tribù",dopo la venuta di Cristo Gesù, è necessario per loro ,riporre fede in Cristo per la loro salvezza per Grazia, oppure debbano rifarsi alla Legge Mosaica ?
Buona serata
Luigi
 
Messaggi: 501
Iscritto il: martedì 31 marzo 2015, 21:02

Re: Israele e salvezza per Grazia

Messaggioda Gianni » mercoledì 21 novembre 2018, 9:32

Tema complesso, caro Luigi. Ti consiglio la lettura dell'articolo di uno studioso ebreo che crede in Yeshùa come Messia, che pubblicherò il prossimo 25 novembre in Ricerche Bibliche.
Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 6698
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: Israele e salvezza per Grazia

Messaggioda Luigi » mercoledì 21 novembre 2018, 10:11

Grazie Gianni e buona giornata :-)
Luigi
 
Messaggi: 501
Iscritto il: martedì 31 marzo 2015, 21:02

Re: Israele e salvezza per Grazia

Messaggioda bgaluppi » mercoledì 21 novembre 2018, 13:19

Ciao Luigi. Si, concordo con Gianni. È un ottimo scritto. Poi se vuoi ci ragioniamo su.
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 9247
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Israele e salvezza per Grazia

Messaggioda Luigi » mercoledì 21 novembre 2018, 13:41

Ok Antonio, ciao :-)
Luigi
 
Messaggi: 501
Iscritto il: martedì 31 marzo 2015, 21:02

Re: Israele e salvezza per Grazia

Messaggioda mimymattio » mercoledì 21 novembre 2018, 19:19

Ciao Luigi. Scusa, ma prima di risponderti vorrei chiederti cosa intendi per "salvezza", perché altrimenti si creano grossi fraintendimenti.
mimymattio
 
Messaggi: 1320
Iscritto il: domenica 16 luglio 2017, 18:31

Re: Israele e salvezza per Grazia

Messaggioda Luigi » mercoledì 21 novembre 2018, 21:22

mimymattio ha scritto:Ciao Luigi. Scusa, ma prima di risponderti vorrei chiederti cosa intendi per "salvezza", perché altrimenti si creano grossi fraintendimenti.

Ciao Mimy
Salvezza, vita eterna nel cielo od in terra..., paradiso ,entrata nel Regno di Dio...,perdono ,riconciliazione con Dio...;Mimy ,credo si sia inteso cosa voglio discitere... :-) :-)
ciao
Luigi
 
Messaggi: 501
Iscritto il: martedì 31 marzo 2015, 21:02

Re: Israele e salvezza per Grazia

Messaggioda mimymattio » mercoledì 21 novembre 2018, 23:13

Luigi ma il perdono e la riconciliazione con Dio sono già presenti nel Tanàch, senza accorrere a nessun messia escatologico della fine dei tempi e salvatore dell'umanità. Attraverso la teshuvà (pentimento, più propriamente "ritorno") Dio perdona l'uomo. Poi, per quanto riguarda la "vita eterna" occidentalmente intesa oggi è un concetto praticamente assente nel pensiero del Tanàch, piuttosto si sviluppa il tema della pace universale e dell'era messianica in cui si adorerà il Dio unico.
mimymattio
 
Messaggi: 1320
Iscritto il: domenica 16 luglio 2017, 18:31

Re: Israele e salvezza per Grazia

Messaggioda Luigi » giovedì 22 novembre 2018, 13:43

Luigi ma il perdono e la riconciliazione con Dio sono già presenti nel Tanàch

Ciao Mimy
Scusa in che modo, se Dio ha rinchiuso tutti nella disubbidienza per fare Misericordia a tutti "Romani 11, 28-32"
Se fosse poi come scrivi, Lo Spirito Santo,per la bocca di Paolo non avrebbe fatto scrivere, che anche i Giudei,hanno bisogno di essere perdonati, riconciliati, salvati, per Grazia, mediante la fede in Cristo Gesù..
Galati 2, 15 Noi che per nascita siamo Giudei e non pagani peccatori, 16 sapendo tuttavia che l'uomo non è giustificato dalle opere della legge ma soltanto per mezzo della fede in Gesù Cristo, abbiamo creduto anche noi in Gesù Cristo per essere giustificati dalla fede in Cristo e non dalle opere della legge; poiché dalle opere della legge non verrà mai giustificato nessuno».
Come leggi Paolo scrive che anche i Giudei, è necessario riporre fede in Cristo Gesù, per essere giustificati..
come anche riportato in 1^ Cor. 1, 21 Poiché, infatti, nel disegno sapiente di Dio il mondo, con tutta la sua sapienza, non ha conosciuto Dio, è piaciuto a Dio di salvare i credenti con la stoltezza della predicazione. 22 E mentre i Giudei chiedono i miracoli e i Greci cercano la sapienza, 23 noi predichiamo Cristo crocifisso, scandalo per i Giudei, stoltezza per i pagani; 24 ma per coloro che sono chiamati, sia Giudei "scusate l'evidenza in grande.."che Greci, predichiamo Cristo potenza di Dio e sapienza di Dio. 25 Perché ciò che è stoltezza di Dio è più sapiente degli uomini, e ciò che è debolezza di Dio è più forte degli uomini.
Quindi ancora ovvio, che Paolo predicava la salvezza "perdono riconciliazione, giustificazione" per la fede in Cristo Gesù, anche ai Giudei..
ciao
Ultima modifica di Luigi il giovedì 22 novembre 2018, 15:48, modificato 1 volta in totale.
Luigi
 
Messaggi: 501
Iscritto il: martedì 31 marzo 2015, 21:02

Re: Israele e salvezza per Grazia

Messaggioda mimymattio » giovedì 22 novembre 2018, 14:30

Ciao Luigi, i tuoi discorsi sono tutti frutto di teologie neotestamentarie. Da Adamo a Yeshùa, Dio era in collera con tutti gli uomini e non avevano via di scampo? Eppure Noè, Abramo, Isacco e Giacobbe (e molti altri, ma cito questi perché antecedenti alla rivelazione sinaitica) sono considerati uomini giusti. Com'è possibile? Nel Tanàch, poi, se Dio avesse cambiato idea e ci fosse un cambiamento di rotta, riesci a trovare un solo passo che lo attesti? Riesci a trovare un passo - nel Tanàch ovviamente - in cui c'è bisogno di un messia escatologico che alla fine dei tempi salvi l'umanità dal peccato e in cui la fede in questo re sia indispensabile per la salvezza (salvezza come la intendi tu)?
mimymattio
 
Messaggi: 1320
Iscritto il: domenica 16 luglio 2017, 18:31

Prossimo

Torna a Yeshùa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite