Chi è Il Figlio di Dio ?

Re: Chi è Il Figlio di Dio ?

Messaggioda bgaluppi » venerdì 4 maggio 2018, 12:55

Luigi, fai una gran confusione. Mi sembra di averti espresso molto chiaramente il contenuto del testo dei primi 3 versetti e aver risposto alla tua domanda. Ma, ovviamente, la mia risposta — formulata non in base a ciò che penso, ma in base ad un'analisi del testo biblico — non ti va bene, e dunque tu non volevi una risposta biblicamente corretta, intendevi solo affermare ciò che credi. E ciò non è studio biblico, è solo predicazione di una credenza. Ora tu neghi la grammatica, la sintassi e il significato delle parole e dei concetti scritti?

Come io ho risposto a te, e in modo molto preciso senza divagare, gradirei che tu rispondessi a me in modo preciso e senza divagare,non lanciandoti in una raffica di citazioni a sproposito. Ti propongo le mie domande, in modo chiaro.

Hai detto che il testo dice che il figlio creò i mondi. Vediamo se è vero:

Dice che ha creato l'universo "verso 10" (Luigi)
Dice che Dio creò l'universo per mezzo del figlio (bgaluppi)

Vediamo se il testo dice quello che dici tu o quello che dico io: “in questi ultimi giorni ha parlato a noi per mezzo di suo Figlio, che egli ha costituito erede di tutte le cose, per mezzo del quale ha anche fatto l'universo”. Chiaro, no? Domanda uno: Chi ha fatto l'universo, il figlio oppure Dio? Se tu scrivi una lettera per mezzo della penna, sei tu che scrivi la lettera oppure è la penna a scriverla? E tu sei la penna che scrive?

Il versetto 10 non sono le parole dello scrittore, ma è una citazione, e quella citazione fa riferimento ad un versetto in cui non si parla di Gesù o del "figlio di Dio" inteso alla cristiana. Se lo scrittore, al v. 2, dice che Dio creò l'universo per mezzo del figlio, come può poi dire che fu il figlio a creare? Forse lo scrittore si è preso un abbaglio? O forse l'ispirazione ha fatto cilecca e dunque si contraddice? O forse lo spirito ha fatto cilecca quando parlava al salmista? No, semplicemente lo scrittore di Ebrei applica a Yeshùa ciò che non è riferito a lui nella Bibbia Ebraica, per affermare che il Messia rappresenta Dio (ma non è Dio), come espresso al v. 3!!! Esatta rappresentazione, non Dio stesso. Dunque, nessuna contraddizione.

Invece di saltare di palo in frasca, citando altre traduzioni di altri versetti, resta in tema, perché non si va avanti finché tu non leggi ciò che è scritto in chiare lettere. Vediamo se riesco ad essere ancora più chiaro, con un metodo più "basico":

Essere la gloria di Dio
Essere riflesso della gloria di Dio

Essere sostanza di Dio
Essere rappresentazione della sostanza di Dio

Essere Dio
Essere a immagine di Dio

Domanda due: Noti differenze tra queste espressioni in coppie? Oppure per te vogliono dire la stessa cosa? La tua immagine allo specchio sei tu, oppure essa è il riflesso di te? Il testo biblico è una cosa seria, non si può fargli dire ciò che non dice.

Inoltre, tu non conosci il significato di "testo ispirato". La Bibbia non l'ha "scritta Dio", altrimenti non avrebbe fatto errori di grammatica e di sintassi (o forse Dio è analfabeta? O non conosce bene il greco?). La Bibbia l'hanno scritta uomini ispirati da Dio, che non sono Dio. Questa tua dichiarazione rivela tutta la tua scarsa comprensione del fenomeno di ispirazione e dello spirito di profezia (che ha nulla a che fare con la predizione di eventi futuri tipo Nostradamus). Tu, come molti, parli da maestro di ciò che non conosci; non basta andare a messa e leggere delle traduzioni per conoscere e dunque poter insegnare agli altri la Bibbia, soprattutto a chi la studia. Bisogna studiarla, oppure fare riferimento a chi l'ha studiata, l'ha capita e dunque può insegnarla.

Però ti chiedo, in qualità di moderatore, di non utilizzare questo forum per parlare di ciò che non conosci e diffondere le tue dottrine religiose. Questo è uno spazio serio, dedicato allo studio e all'approfondimento; per le prediche ci sono altri forum, oppure le chiese. Se vuoi discutere qui, devi dimostrare ciò che sostieni attraverso l'analisi di ciò che citi; l'analisi non consiste nel citare a raffica traduzioni, ma nel ragionamento obbiettivo e logico del testo, possibilmente sviscerandone il significato attraverso un corretto procedimento ermeneutico.

Molti vengono qui e urlano: "Gesù è il Figlio di Dio, dunque è Dio", non rendendosi conto — a motivo dell'ottusità prodotta dalla credenza religiosa — che il figlio non è padre, e il padre non è figlio. Altrimenti, la Bibbia direbbe che Gesù è Dio, non che è figlio di Dio! Oltretutto, non capiscono che la Bibbia non l'hanno scritta i cristiani, che ancora non esistevano, ma degli ebrei che hanno accettato Yeshùa come il loro messia predetto dalla Bibbia; dunque, il loro concetto di figlio di Dio non è il concetto dei cristiani. Allora, per capire bene che vuol dire figlio di Dio nei Vangeli, bisogna capire cosa intendono gli ebrei per figlio di Dio.
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 8715
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Chi è Il Figlio di Dio ?

Messaggioda chelaveritàtrionfi » venerdì 4 maggio 2018, 14:00

Luigi, come ogni religioso cattolico o tdg ecc.. non ti schiodi di una virgola nemmeno adesso che ti è stato messo davanti tutto punto per punto.
Dio non può sedersi accanto a Dio.
Il salmo recita il re di israele in generale. Infatti dice "il tuo trono o dio" perchè il re è considerato un dio per israele. Tra l'altro in greco c'è differenza quando si indica l'unico Dio con dio riferito ad un uomo. Ma anche in ebraico viene usato Elohim (in genere tradotto con Dio) per indicare anche un uomo. Per esempio in Esodo è scritto "sarai per il popolo ...per il faraone come un Elohim)


Leggendo tutto il salmo è chiaro che si parla di un uomo perchè subito dopo leggi "il tuo Dio , riferito ad dio umano re, ti ha unto con olio di letizia ... ti ha preferito ai tuoi compagni"

più chiaro di così cosa si deve scrivere?

Tutta la bibbia parla di un unico Dio creatore .In Isaia leggerai che quando Dio creò i cieli e la terra nessuno era con lui. Nessuno, nemmeno gli angeli , o meglio in quel caso si parla di elementi naturali come angeli (salmo 103 e Neemia) che sono la terra e l'acqua (vedi genesi 1). E l'esercito del cielo sono solo i pianeti e le stelle (vedi genesi 2)


Ora se vuoi chiudere gli occhi qui perchè ti crollerebbe un castello religioso io non posso farci nulla.
Antonio è stato molto preciso , spiegazione perfetta.

Che vuoi di più? Un lucano ? :d :d

PS. poi bravo, hai tu stesso notato che non torna anche un altra credenza. Sul trono c'è Dio, il figlio e basta. Se un Dio fosse 3 sarebbero 3 sul trono. cmq questo è OT qui.
APPARTENGO A NESSUNA RELIGIONE RICONOSCIUTA, NE AD ALCUNA SETTA, QUINDI SONO UN APOSTATA DI QUALUNQUE RELIGIONE O SETTA
Avatar utente
chelaveritàtrionfi
 
Messaggi: 2102
Iscritto il: venerdì 11 aprile 2014, 23:31
Località: Italia

Re: Chi è Il Figlio di Dio ?

Messaggioda Luigi » venerdì 4 maggio 2018, 14:05

Galuppi Caro, quello che hai riportato è quello che credi tu benchè sia analisi.., ma sempre secondo ciò che credi attraverso i tuoi studi, gli studi non possono confutare quello che dice il Padre.
Poi solo per errore avrei potuto scrivere che Dio ha scritto la bibbia.
Poi la bibbia, prima di studiarla, ne devi conoscere l'Autore.., e da Lui ricevere comprensione, sennò il sapere è solo razionale.
Poi spesso o quasi sempre anche il ragionamento, come scrivi, è anch'esso frutto del proprio impianto dottrinale, se si arriva a voler interpretare le parole del Padre...
Altrimenti, la Bibbia direbbe che Gesù è Dio,

Amico, per sostenere il tuo-vostro impianto dottrinale, come i tdG, arrivi a concludere che anche Giovanni 20, 28 ,Il testo non recita che Appunto Il Cristo è Dio, ma che è una esclamazione, benchè diversamente affermavano ,i tdG, fino ad alcuni decenni trascorsi.
Gli rispose Tommaso: «Il Signor di me ,il Dio di me». 29Gesù gli disse: «Perché mi hai veduto, tu hai creduto; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!».
Esimio :-) , non bisogna mica diventare Ebrei per capire le scritture, visto che le comprendono tutti quelli che hanno ricevuto Lo Spirito Santo.

Spiacente :-)
Luigi
 
Messaggi: 392
Iscritto il: martedì 31 marzo 2015, 21:02

Re: Chi è Il Figlio di Dio ?

Messaggioda chelaveritàtrionfi » venerdì 4 maggio 2018, 14:13

Ieri camminando per strada ho visto un uomo che mi sembrava una persona che conoscevo defunta. Ho esclamato "oh signore e mio Dio". Quella persona era Dio??

Io Luigi getto la spugna , mi fermo qui. tutte le spiegazioni ti sono state date... è tutto scritto qui.
Tu non lo ammetterai mai altrimenti dovresti cambiare chiesa.
Nemmeno se venisse Mosè a dirtelo di persona
APPARTENGO A NESSUNA RELIGIONE RICONOSCIUTA, NE AD ALCUNA SETTA, QUINDI SONO UN APOSTATA DI QUALUNQUE RELIGIONE O SETTA
Avatar utente
chelaveritàtrionfi
 
Messaggi: 2102
Iscritto il: venerdì 11 aprile 2014, 23:31
Località: Italia

Re: Chi è Il Figlio di Dio ?

Messaggioda bgaluppi » venerdì 4 maggio 2018, 14:53

Giusta decisione, Mattia. Aggiungo considerazioni in tema che stavo scrivendo, utili per meditare.

Abbandonando questa inutile diatriba, cerco di tornare in tema e chiarire il concetto di "figlio di Dio" che presentano gli autori dei Vangeli in base a quello che era il loro pensiero, in quanto ebrei e non "cristiani".

Per l'ebraismo, ogni uomo è figlio di Dio (nota bene: "figlio di Dio", non "IL figlio di Dio"). Il popolo di Israele è figlio di Dio: “Quando Israele era fanciullo, io l'amai e dall'Egitto chiamai mio figlio” (Os 11:1). Non si tratta di figliolanza carnale, perché Dio non ha figli carnali o fatti della Sua sostanza, in quanto Dio non ha sostanza ed è assolutamente immateriale. La sostanza di Dio indica la Sua essenza spirituale, che è in noi. Si tratta dunque di figliolanza relazionale. Solo i pagani credono che gli dèi possano avere figli carnali.

Il termine "figlio di Dio" nei Vangeli è associato al Messia predetto dalle Scritture, non a Dio (e basterebbe sforzarsi di capire il semplice concetto che il figlio non è padre). Ciò risulta chiaro da Mt 26:63: “il sommo sacerdote replicò dicendo: «Io ti scongiuro per il Dio vivente di dirci se sei il Cristo, il Figlio di Dio».”; e da Gv 6:69: “E noi abbiamo creduto e abbiamo conosciuto che tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente».”. E in Mt 16:15,16 è scritto: “Egli disse loro: «E voi, chi dite che io sia?». E Simon Pietro, rispondendo, disse: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente»”.

Da questi versetti si capisce che il figlio di Dio proclamato dai Vangeli non è Dio, ma il Cristo, il Messia: “Abbiamo trovato il Messia che, tradotto, vuol dire: "Il Cristo"” (Gv 1:41). Allora capiamo che vuol dire cristo per gli ebrei. Il termine "cristo" è la traduzione dell'ebraico "mashiach" e significa "unto", e non ha nulla a che fare con una presunta natura divina. I "messia", cioè gli unti, erano il re di Israele e i sacerdoti, in particolare il sommo sacerdote, che venivano cosparsi di olio sulla testa in segno di consacrazione. Dunque, Israele ha avuto moltissimi "unti". I Vangeli, però, non fanno riferimento ad "un cristo", uno dei tanti, ma a "IL Cristo", ossia uno specifico: “Sì, Signore, io credo che tu sei il Cristo, il Figlio di Dio, che doveva venire nel mondo” (Gv 11:27). Questo è "l'unto" che attendono gli ebrei, che non è di natura divina, ma umana, ossia un uomo consacrato; non uno dei tanti ma uno particolare, di stirpe davidica, che regnerà su Israele riunificata e sul mondo intero, portando a tutti il "Regno di Dio" (tralasciamo adesso la disamina di questa espressione).

Per cui, quando il sommo sacerdote chiede a Yeshùa se fosse "IL figlio di Dio" (nota bene, IL figlio, con articolo determinativo), gli chiede se fosse IL messia, quello che doveva venire a liberare Israele e regnare (M 26:63); e il sommo sacerdote non chiede se fosse Dio (poiché avrebbe bestemmiato), né il suo pensiero implica la divinità del messia. E quando Pietro risponde a Yeshùa e gli dice di credere che lui fosse "IL figlio del Dio vivente", gli dice che credeva che fosse IL messia, quello che attendevano (Mt 16:16); e non gli dice che credeva che fosse Dio, o che avesse natura divina. Ciò risulta ancora più chiaro dalle parole di Marta, che risponde a Yeshùa dicendogli di credere che lui fosse IL messia che doveva venire nel mondo.

Dunque, quando i Vangeli fanno riferimento al Figlio di Dio, parlano di QUEL messia la cui venuta fu predetta dalle Scritture, il maschiach ben David, che avrebbe riunificato Israele e regnato sul mondo intero. Certamente non fanno mai riferimento alla presunta divinità del messia, poiché mai nei Vangeli viene detto che il messia è Dio o che ha natura divina, ma solo che è IL figlio di Dio, che "viene da Dio", secondo il rapporto di figliolanza relazionale sancito a Davide in Sl 2:7, a Salomone in 1Cr 17:13, e a Israele in Os 11:1. Ciò è chiarito in Mt 3:17 (cfr. Mr 1:11; Lc 3:22): “Questi è il mio amato Figlio, nel quale mi sono compiaciuto”, e in Lc 9:35: “E una voce venne dalla nuvola dicendo: «Questi è il mio amato Figlio; ascoltatelo»” (cfr. Dt 18:15).

Il messia, che i Vangeli chiamano “il figlio di Dio” secondo il rapporto di figliolanza relazionale, è “uomo di Dio”, “uomo venuto da Dio”, “sceso dal cielo”; non in senso letterale, ma perché è “scelto da Dio”:

“Maestro, noi sappiamo che tu sei un dottore venuto da Dio, perché nessuno può fare i segni che tu fai, se Dio non è con lui” — Gv 3:2

“Mosè, l'uomo di Dio” — 1Cr 23:14

“Sia colui che santifica sia quelli che sono santificati provengono tutti da uno [Dio]” — Eb 2:11
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 8715
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Chi è Il Figlio di Dio ?

Messaggioda tom anad » venerdì 12 aprile 2019, 1:42

Galuppie
il sommo sacerdote non chiede se fosse Dio (poiché avrebbe bestemmiato), né il suo pensiero implica la divinità del messia. E quando Pietro risponde a Yeshùa e gli dice di credere che lui fosse "IL figlio del Dio vivente", gli dice che credeva che fosse IL messia, quello che attendevano (Mt 16:16); e non gli dice che credeva che fosse Dio, o che avesse natura divina. Ciò risulta ancora più chiaro dalle parole di Marta, che risponde a Yeshùa dicendogli di credere che lui fosse IL messia che doveva venire nel mondo.

ricominciamo con l'argomento.
Tu fai distinzione tra "figli di DIO" che siamo tutti i salvati e "il Figlio di DIO" che è Gesù, ed è giusta.
Adesso spiegami tu qual'è la differenza tra i Figli di DIO e Il Figlio di DIO.
Poi interverrò di nuovo
tom anad
 
Messaggi: 203
Iscritto il: martedì 19 marzo 2019, 23:12

Re: Chi è Il Figlio di Dio ?

Messaggioda bgaluppi » venerdì 12 aprile 2019, 2:02

Nelle Scritture Greche, Il figlio di Dio è il Messia, i figli di Dio sono "tutti quelli che l'hanno ricevuto" (Gv 1:12). Questo epiteto indica un rapporto intimo di figliolanza spirituale. Infatti, Yeshùa è il primogenito dei figli di Dio, e gli altri sono i suoi fratelli:

“Perché quelli che ha preconosciuti, li ha pure predestinati a essere conformi all'immagine del Figlio suo, affinché egli sia il primogenito tra molti fratelli” – Rm 8:29
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 8715
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Chi è Il Figlio di Dio ?

Messaggioda Liberocredente » sabato 13 aprile 2019, 20:23

Un re dei giudei era un figlio di Dio. Aveva una figliolanza più particolare rispetto agli altri ebrei che pure erano figli di Dio.

Il re dei giudei è l'unico re dei giudei e l'unico re dei giudei è Yhwh,il re dei re,il re sopra tutte le cose,che ha il primato (sovranità) sulla creazione intera.
C'era un post di Salvatore Tarantino dove parlava del Re di Israele in cui si diceva che Dio era adirato con Israele perche Israele aveva richiesto un re. Egli si ritiene l'unico Re dei giudei anche se ha permesso dei re sopra Israele.

Se un re di Israele era (un)figlio di Dio, il Figlio l'unigenito di Dio era il Re di Israele,il Re dei re,il re sopra tutte le cose che era una sola cosa con Yhwh in gloria,onore,autorità.

Un melech dei giudei era un figlio di Dio, ma HaMelec dei giudei era Yhwh.
Gesu non era basileus dei giudei ma HO BASILEUS dei giudei.

Infatti i capi sacerdoti volevano che Pilato cambiasse l'iscrizione in ''ha detto sono re dei giudei'' anziche ''Iesous Nazareno HO BASILEUS DEI GIUDEI''.

Pilato inconsapevolemente stava affermando che Gesu non era (un) re dei giudei, ma IL re unico di Israele. Si realizza la profezia di Gesu:

''Quando innalzerete il figlio dell'uomo conoscerete che io sono''

E si realizza la profezia che riporta Giovanni ''guarderanno a colui che hanno trafitto''
Liberocredente
 
Messaggi: 228
Iscritto il: giovedì 21 marzo 2019, 11:40

Re: Chi è Il Figlio di Dio ?

Messaggioda bgaluppi » domenica 14 aprile 2019, 10:30

Se un re di Israele era (un)figlio di Dio, il Figlio l'unigenito di Dio era il Re di Israele,il Re dei re,il re sopra tutte le cose che era una sola cosa con Yhwh in gloria,onore,autorità.

Dunque Davide e Salomone erano Yhvh? E Saul?

Nel mondo antico la figura del re rappresentava il dio in quanto eletto per volontà divina. Per questo la Bibbia spesso afferma che Dio toglie il regno a qualcuno e lo darà ad un altro. Si tratta di rappresentanza.
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 8715
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Chi è Il Figlio di Dio ?

Messaggioda Liberocredente » domenica 14 aprile 2019, 13:05

No.

Saul,Davide,Salomone erano re dei giudei, melech dei giudei, non il re dei giudei HaMelech degli ebrei. Nemmeno Davide e Salomone sedettero alla destra di Dio.

Gesu invece non è un re dei giudei, ma HO BASILEUS dei giudei. Davide,Salomone non erano HO BASILEUS dei giudei.
Liberocredente
 
Messaggi: 228
Iscritto il: giovedì 21 marzo 2019, 11:40

PrecedenteProssimo

Torna a Yeshùa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite