Giovanni 6:62

chelaveritàtrionfi
Messaggi: 2631
Iscritto il: venerdì 11 aprile 2014, 23:31
Località: Italia

Re: Giovanni 6:62

Messaggio da chelaveritàtrionfi »

Leggendo certi messaggi dal punto di vista "gnostico" vengono fuori diversi significati :-) . Conosco (un pò) la materia ma preferisco ragionare con i testi, la storia, i termini e soprattutto i ragionamenti :-)
Dopo esser passato sopra ai tempi dell'ignoranza, ora Dio ordina a tutti gli uomini di tutti i luoghi di ravvedersi. (Atti 17:30)
Avatar utente
Gianni
Site Admin
Messaggi: 8249
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio
Contatta:

Re: Giovanni 6:62

Messaggio da Gianni »

Sì, restiamo in tema.
Avatar utente
Tiger
Messaggi: 643
Iscritto il: giovedì 23 aprile 2020, 8:42

Re: Giovanni 6:62

Messaggio da Tiger »

Sapete perché a me piace Noiman?, perché riesce a capire anche quando scrivo di fretta. :-)
No Noiman, non so chi è Abram Abulafia, è la prima volta che lo sento.
Visto che tempo fa anche Janira mi ha chiesto se avevo letto il libro di un certo autore che adesso non ricordo. Ora, anche tu mi chiedi se ho letto questo autore Abraham Abulafia.
Mi state incuriosendo, e adesso li voglio leggere. Il problema è che non ricordo l'autore che mi suggeriva janira, magari se Janira me lo vuole ricordare!
Per quanto riguarda le traduzioni che ho postato, sono mie, tempo permettendo spiegherò. Comunque velocemente, sono traduzioni che vengono da un confronto tra i testi canonici, sia ebraici, sia greci, e i testi gnostici; non sono campate in aria.

Gianni se tu vuoi credere letteralmente che bisogna mangiare la carne e bere il sangue di Gesù, pazienza, se per te va bene.....

Scusate l OT, ma dovevo rispondere. Proseguite pure.

Dimenticavo, Gianni, non è Giovanni ad essere ignorante, ma è il copista riadattatore ad essere ignorante.
E si nota bene nel Vangelo, se vuoi te li elenco ad uno ad uno i riadattamenti dell'ignorante copista. Ma tu pensi davvero che i testi che oggi chiamiamo originali vengono diretti da Giovanni? Addirittura non è per niente sicuro che i testi dei Vangeli siano stati scritti dagli autori che ne portano il nome.

Buon proseguimento
Avatar utente
Gianni
Site Admin
Messaggi: 8249
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio
Contatta:

Re: Giovanni 6:62

Messaggio da Gianni »

No, Tiger, non ho mai detto che bisogna mangiare la carne e bere il sangue di Yeshùa! Questa è un’assurdità.

La mia esegesi sul discorso di Yeshùa a Cafarnao la trovi qui: https://www.biblistica.it/?page_id=4936
In questi studi:
2 – La cena del Signore – Il discorso di Yeshùa a Capernaum
3 – La cena del Signore – Sviluppo unitario del discorso di Yeshùa a Capernaum
4 – La cena del Signore – Il discorso di Yeshùa a Capernaum riguarda la fede
5 – La cena del Signore – La chiave interpretativa del discorso di Yeshùa a Capernaum
6 – La cena del Signore – Chiarimento dato da Yeshùa ai suoi discepoli
7 – La cena del Signore – Il simbolismo del discorso di Capernaum
8 – La cena del Signore – Storia dell’interpretazione del discorso di Yeshùa a Capernaum


Sui presunti riadattamenti dei copisti, lascia stare. Non sei un filologo e non sai nulla di critica leteraria.
Janira
Messaggi: 1181
Iscritto il: giovedì 8 febbraio 2018, 16:13

Re: Giovanni 6:62

Messaggio da Janira »

Ciao Tiger, il nome dello scrittore che non ricordi è Igor Sibaldi. Ma se devi andare a leggere le loro opere( comprese quello di Abulafia, che era un Kabbalista), molto meglio che ti impegni con Baal HaSulam e Rabash, che racchiudono tutta la Saggezza della Kabbalah. ;)
chelaveritàtrionfi
Messaggi: 2631
Iscritto il: venerdì 11 aprile 2014, 23:31
Località: Italia

Re: Giovanni 6:62

Messaggio da chelaveritàtrionfi »

Janira ha scritto: mercoledì 22 giugno 2022, 14:58 Ciao Tiger, il nome dello scrittore che non ricordi è Igor Sibaldi. Ma se devi andare a leggere le loro opere( comprese quello di Abulafia, che era un Kabbalista), molto meglio che ti impegni con Baal HaSulam e Rabash, che racchiudono tutta la Saggezza della Kabbalah. ;)
Purtroppo lo conosco io questo autore. A parte il purtroppo non aggiungo altro. :-(

Comunque dopo 18 pagine siamo riusciti almeno a definire qualche punto su un solo versetto. Il record di pagine però riguarda "il nome di Dio" :d
Dopo esser passato sopra ai tempi dell'ignoranza, ora Dio ordina a tutti gli uomini di tutti i luoghi di ravvedersi. (Atti 17:30)
noiman
Messaggi: 1397
Iscritto il: domenica 20 aprile 2014, 22:41

Re: Giovanni 6:62

Messaggio da noiman »

Si ….. chelaveritàtrionfi…… :YMHUG: apparentemente siamo ancora OT, ma la prima domanda che possiamo farci : siamo sicuri che Giovanni intendesse il significato ermeneutico dell’espressione Figlio dell’uomo fortemente connessa con il Nome in tutta la tradizione interpretativa ebraica ? mi pare che nessuno ( da quello che ho letto in questa discussione ) ha la veramente approfondito il nesso e forse neanche compreso il significato profondo.

Il Figlio dell’Uomo è citato i I° Enoc “In quest’ora il Figlio dell’Uomo fu nominato presso il Signore degli Spiriti e il suo Nome era al cospetto della Santo dei Giorni. Prima che fosse creato il sole e gli astri , prima che fossero fatte le stelle del cielo e il suo Nome fu chiamato innanzi al Signore degli Spiriti”.

L’agiografo che ha scritto 1 Enoc , probabilmente si è ispirato dal libro di Daniele che indica bar enàŝ come Figlio dell’Uomo, sarebbe interessante sapere se Giovanni era a conoscenza dei significati profondi di una espressione che sappiamo era carica di significati ermeneutici , argomento di studio e commento di una parte del giudaismo contemporaneo a Giovanni, presente anche presso i rotoli di Qùmran, resta solo da chiederci ancora una volta se l’apostolo conoscesse il significato di בן che Gesù utilizza e Giovanni riporta?
Noiman



marco
Messaggi: 2277
Iscritto il: mercoledì 2 aprile 2014, 18:47

Re: Giovanni 6:62

Messaggio da marco »

Gianni ha scritto: mercoledì 22 giugno 2022, 8:49 Marco, che il Messia fosse nella mente di Dio prima ancora della creazione del mondo è ciò che credo. Le Scritture Greche affermano che Dio creò, attraverso di lui, tutto in vista di lui e per lui (Col 1:16b). “Tutte le cose sussistono in lui” (Col 1:16,17).


Caro Gianni che i rabbini credessero nella preesistenza del Messia, nella mente di Dio, non ci piove.
Ma Gesù ne era consapevole? :d
Egli credeva di avere un rapporto molto più concreto con il Padre che essere nel Suo pensiero.
Paolo dice anche che tutte le cose sono state fatte per mezzo di lui.
Per mezzo della preesistenza o della presenza presso il Padre?
chelaveritàtrionfi
Messaggi: 2631
Iscritto il: venerdì 11 aprile 2014, 23:31
Località: Italia

Re: Giovanni 6:62

Messaggio da chelaveritàtrionfi »

noiman ha scritto: mercoledì 22 giugno 2022, 17:59 Si ….. chelaveritàtrionfi…… :YMHUG: apparentemente siamo ancora OT, ma la prima domanda che possiamo farci : siamo sicuri che Giovanni intendesse il significato ermeneutico dell’espressione Figlio dell’uomo fortemente connessa con il Nome in tutta la tradizione interpretativa ebraica ? mi pare che nessuno ( da quello che ho letto in questa discussione ) ha la veramente approfondito il nesso e forse neanche compreso il significato profondo.

Il Figlio dell’Uomo è citato i I° Enoc “In quest’ora il Figlio dell’Uomo fu nominato presso il Signore degli Spiriti e il suo Nome era al cospetto della Santo dei Giorni. Prima che fosse creato il sole e gli astri , prima che fossero fatte le stelle del cielo e il suo Nome fu chiamato innanzi al Signore degli Spiriti”.

L’agiografo che ha scritto 1 Enoc , probabilmente si è ispirato dal libro di Daniele che indica bar enàŝ come Figlio dell’Uomo, sarebbe interessante sapere se Giovanni era a conoscenza dei significati profondi di una espressione che sappiamo era carica di significati ermeneutici , argomento di studio e commento di una parte del giudaismo contemporaneo a Giovanni, presente anche presso i rotoli di Qùmran, resta solo da chiederci ancora una volta se l’apostolo conoscesse il significato di בן che Gesù utilizza e Giovanni riporta?
Noiman


Noiman, ovviamente io sono un ricercatore libero ed un appassionato di storia antica specialmente quella degli ultimi secoli a.E.V. quando avviene la svolta. Nella mia spiegazione ho fatto riferimento al libro di Enoch più volte. Questo libro è citato nel nuovo testamento ben 2 volte. Io considererei diversamente Daniele. So che all'interno dell'ebraismo avere altre visioni.
Ultima modifica di chelaveritàtrionfi il mercoledì 22 giugno 2022, 22:01, modificato 1 volta in totale.
Dopo esser passato sopra ai tempi dell'ignoranza, ora Dio ordina a tutti gli uomini di tutti i luoghi di ravvedersi. (Atti 17:30)
chelaveritàtrionfi
Messaggi: 2631
Iscritto il: venerdì 11 aprile 2014, 23:31
Località: Italia

Re: Giovanni 6:62

Messaggio da chelaveritàtrionfi »

Cosa c'è da dire ancora sul salire e scendere? Altri paralleli?

Due pagine fa avevo proposto questi:

Giovanni 3:13: salita e discesa dal cielo del figlio dell'uomo;

Giovanni 16:28: Essere preceduto dal padre e venuto al mondo; lasciare il mondo e tornare al padre

Giovanni 17:4-5: glorificazione al padre sulla terra compiendo l'opera comandata - richiesta della gloria presso il padre, quella gloria avuta prima che il mondo esistesse

Giovanni 17:11: Non essere più nel mondo come gli altri ...invito alla conversione di questi altri per essere "uno come noi"

Marco 16:19: Elevato in cielo "alla destra di Dio"

Luca 24:51: Yeshùa si stacca dal suolo e viene portato in cielo

Atti 1:9: Yeshùa elevato e una nuvola lo prese

Efesini 4:8-10: Yeshùa è salito in alto. Lo stesso che è disceso è salito al di sopra di tutti i cieli

1Pietro 3:22: Yeshùa asceso al cielo alla destra di Dio, dove angeli, principati e potenze gli sono sottoposti.
Dopo esser passato sopra ai tempi dell'ignoranza, ora Dio ordina a tutti gli uomini di tutti i luoghi di ravvedersi. (Atti 17:30)
Rispondi