IL CONTROVERSO PASSO DI I TESSALONICESI 2.14-16

IL CONTROVERSO PASSO DI I TESSALONICESI 2.14-16

Messaggioda amos74 » giovedì 7 novembre 2019, 1:20

Salve a tutti,
Il passo in oggetto è così tradotto nella versione della C.E.I.:

14 Voi infatti, fratelli, siete diventati imitatori delle Chiese di Dio in Gesù Cristo, che sono nella Giudea, perché avete sofferto anche voi da parte dei vostri connazionali come loro da parte dei Giudei, 15 i quali hanno perfino messo a morte il Signore Gesù e i profeti e hanno perseguitato anche noi; essi non piacciono a Dio e sono nemici di tutti gli uomini, 16 impedendo a noi di predicare ai pagani perché possano essere salvati. In tal modo essi colmano la misura dei loro peccati! Ma ormai l'ira è arrivata al colmo sul loro capo."

Le altre traduzioni da me consultate riportano trascurabili varianti.

Ho letto che diversi studiosi contestano l'autenticità paolina del brano, ritenendola un'interpolazione successiva di chiaro stampo anti-ebraico.

Personalmente sono molto,molto perplesso circa il fatto che l'apostolo Paolo abbia realmente scritto questi versetti: non mi risulta infatti che nell'intero corpus paolino, a parte tale inciso, sia attribuita ai "Giudei" la responsabilità della condanna a morte di Gesù;aggiungo poi che salvo errore in nessun altro passo delle sue lettere l'Apostolo esprime parole così sprezzanti verso gli Ebrei che non hanno creduto in Gesù,arrivando anzi a dire, nella Lettera ai Romani,esattamente il contrario di quanto scritto nel predetto brano, e cioè che alla fine "tutto Israele sarà salvato".

Che ne pensate?
amos74
 
Messaggi: 40
Iscritto il: sabato 17 novembre 2018, 11:37
Località: Italia -Catania

Re: IL CONTROVERSO PASSO DI I TESSALONICESI 2.14-16

Messaggioda mimymattio » giovedì 7 novembre 2019, 3:27

Ciao Amos. Alcuni studiosi, come hai riportato, non attribuiscono la paternità paolina al passo succitato e seppur con affascinanti e convincenti fatti a supporto di tale idea credo che sostanzialmente non ci sia la necessità di tale rigetto. Paolo è un giudeo apocalittico che divide il mondo tra quello terreno (degli uomini quindi e demoniaco) con quello celeste di Dio. In questa visione tutti coloro che rinnegano Gesù come messia automaticamente sono in preda alle forze del male. Oltretutto la tradizione della Passione è in assoluto la più antica che ritroviamo nei vangeli, addirittura come base di partenza per l'intera vicenda del più antico dei vangeli, quello di Marco. Nella tradizione della Passione, sono i sinedriti (quindi sadducei e i capi dei farisei) che per motivi politici ed in parte religiosi, consegnano Gesù al governatore romano, il prefetto Pilato. Paolo nella sua più antica lettera, molto vicina in termini di tempo alla tradizione più antica della Passione, riporta esattamente lo stesso concetto: e cioè attribuisce in sostanza le colpe della morte di Gesù ai giudei (forse in maniera troppo generalizzata), ma bisogna sempre considerare i destinatari della lettera e delle parole di Paolo che erano pagani e molto probabilmente non conoscevano la distinzione nella gerarchia tra le autorità giudaiche del tempio.

Concludo sottolineando che la tradizione della Passione, la quale comprende anche il "processo" del sinedrio, è in sostanza autentico e sicuramente storico, come é storica e certa una parte (direi sostanziosa, volontaria o no) la colpa del sinedrio nella morte di Gesù.
mimymattio
 
Messaggi: 1319
Iscritto il: domenica 16 luglio 2017, 18:31

Re: IL CONTROVERSO PASSO DI I TESSALONICESI 2.14-16

Messaggioda amos74 » venerdì 8 novembre 2019, 10:51

Ciao mimymattio,
Comprendo le tue parole, ma le mie forti perplessità rimangono. Il brano mi sembra troppo violentemente polemico, e mi risulta assai lontano dal contenuto e tono delle diatribe paoline espresse nelle altre lettere, almeno quelle unanimemente considerate autentiche. In nessun altro passo delle epistole di parla dei Giudei come misantropi ed avversati da Dio, né l'apostolo attribuisce a loro la condanna a morte di Gesù. Evidenzio anche che una espressione quale 'ira (evidentemente divina) arrivata al colmo sul loro capo' mi sembra proprio un riferimento alla distruzione del Tempio avvenuta nel 70.Aggiungo un ulteriore elemento di riflessione :nella sua Storia del Cristianesimo, il celebre Ambrogio Donini afferma che questo passo non si trovava nel testo della lettera in possesso di Marcione intorno all' anno 150.Non so a che fonte abbia attinto Donini per tale notizia, non meglio specificata nella sua opera, ma se il dato fosse vero sarebbe un forte elemento a favore della interpolazione apocrifa, atteso che Marcione non poteva avere alcun interesse a censurare il passo, essendo uno gnostico fortemente anti-ebraico (ricordiamo che per lui il Dio dell'AT non è il Dio supremo Padre di Gesù Cristo, ma una divinità inferiore, un demiurgo).
amos74
 
Messaggi: 40
Iscritto il: sabato 17 novembre 2018, 11:37
Località: Italia -Catania

Re: IL CONTROVERSO PASSO DI I TESSALONICESI 2.14-16

Messaggioda mimymattio » venerdì 8 novembre 2019, 13:27

Non conosco questo particolare, però Donini credo sia abbondantemente superato e datato, oltre tutto non una eccelsa autorità in materia.
mimymattio
 
Messaggi: 1319
Iscritto il: domenica 16 luglio 2017, 18:31

Re: IL CONTROVERSO PASSO DI I TESSALONICESI 2.14-16

Messaggioda amos74 » venerdì 8 novembre 2019, 13:36

Cercherò in ogni caso di appurare la veridicità o meno della notizia fornita da Donini
amos74
 
Messaggi: 40
Iscritto il: sabato 17 novembre 2018, 11:37
Località: Italia -Catania

Re: IL CONTROVERSO PASSO DI I TESSALONICESI 2.14-16

Messaggioda amos74 » sabato 9 novembre 2019, 2:07

Al seguente link :

https://www.umass.edu/wsp/archive/conferences/wswg/28/1Thess%202.13-16%20(Pearson).pdf

E' disponibile un articolo molto interessante scritto nel 1971 dal prof. Birger A. Pearson , che sostiene la tesi circa la natura apocrifa del passo.
amos74
 
Messaggi: 40
Iscritto il: sabato 17 novembre 2018, 11:37
Località: Italia -Catania

Re: IL CONTROVERSO PASSO DI I TESSALONICESI 2.14-16

Messaggioda Gianni » sabato 9 novembre 2019, 12:41

Il passo di 1Ts 2:15 è ben attestato. L’unica rilevanza di critica testuale è che davanti a προφήτας quattro manoscritti presentano la lezione idìus: “i loro profeti”.
Quanto afferma Paolo lo afferma anche Pietro alla folla di Gerusalemme rivolgendosi ai giudei: “Quest'uomo [Yeshùa], quando vi fu dato nelle mani per il determinato consiglio e la prescienza di Dio, voi, per mano di iniqui, inchiodandolo sulla croce, lo uccideste” (At 2:23). Quanto ai profeti (e, insiem,e a Yeshùa), c’è At 7:52: “Quale dei profeti non perseguitarono i vostri padri? Essi uccisero quelli che preannunciavano la venuta del Giusto, del quale voi ora siete divenuti i traditori e gli uccisori”.

Non si tratta di antisemitismo, ma di realtà storica. Furono i cattolici a trasformarlo in antisemitismo arrivando a parlare, bestemmiando, dell’uccisione di Dio.
Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 6647
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: IL CONTROVERSO PASSO DI I TESSALONICESI 2.14-16

Messaggioda Tony » sabato 9 novembre 2019, 13:27

Sbaglio o anche Yeshua stesso ne parla in Matteo 23 lanciando una maledizione ?
" Ricada su di voi il sangue del giusto Abele fino a Zaccaria figlio di Berechia che avete ucciso tra il tempio e l'altare" . A chi si riferisce?

I testimoni di Geova ne estraggono un senso che sembra celato : cioè tutti dalla A alla Z (Abele - Zaccaria) anche se sono perplesso di questa interpretazione

In generale la cosa mi sembra però un po' insensata , è come se io dicessi tutti i Siciliani hanno ucciso Falcone e Borsellino . :-\
Avatar utente
Tony
 
Messaggi: 443
Iscritto il: domenica 26 agosto 2018, 17:35

Re: IL CONTROVERSO PASSO DI I TESSALONICESI 2.14-16

Messaggioda Gianni » sabato 9 novembre 2019, 14:47

"Essi [i giudei] di nuovo gridarono: «Crocifiggilo!». Pilato disse loro: «Ma che male ha fatto?» Ma essi gridarono più forte che mai: «Crocifiggilo!»". - Mr 15:13,14.

Furono quei giudei, quelli, a volerlo morto. Il popolo ebraico di tutti i tempi nulla c'entra.
Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 6647
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: IL CONTROVERSO PASSO DI I TESSALONICESI 2.14-16

Messaggioda Tony » sabato 9 novembre 2019, 14:54

ecco era proprio questo che avevo inteso allora ho inteso bene , grazie Gianni della conferma .
Quello che non mi torna è perché Paolo dice Giudei non specificando.
Avatar utente
Tony
 
Messaggi: 443
Iscritto il: domenica 26 agosto 2018, 17:35

Prossimo

Torna a Scritture Greche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti