Matteo 24

Re: Matteo 24

Messaggioda bgaluppi » mercoledì 2 ottobre 2019, 10:37

Se vogliamo parlare di tribolazione e prendiamo tutti e 3 i vangeli leggiamo anche che Israele avrebbe subito una tribolazione talmemte grande che non avrebbe mai subito fin dalla fondazione del mondo. E questo non si addice al 70 dc perche Israele in seguito ha conosciuto di tribolazioni anche peggiori nella storia


Le parole di Yeshùa sono in stile apocalittico; le stesse immagini le ritrovi in Daniele e nel libro dell'Apocalisse. Pensi che dovremo aspettare che la luna diventi di sangue e le stelle cadano dal cielo per vedere il ritorno del figlio dell'uomo? Non si può interpretare la letteratura apocalittica senza conoscere il linguaggio allegorico e le immagini che utilizza. Yeshùa utilizza spesso lo stile apocalittico nel suo parlare. Mt 24 è un classico esempio.
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 9771
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Matteo 24

Messaggioda animasalvata » mercoledì 2 ottobre 2019, 11:57

Senza offesa ma spesso mi capita di leggere i testimoni di geova che dicono le stesse: Quello che dico io (tdg) è verita, è santo; tutto il resto è il demonio è il sistema di cose, è orgoglio da non ammetterlo.

Torna alla scrittura per favore ed evita questi commenti che non hanno niente di democratico specie in un forum biblico dove il rispetto è la prima cosa. Le regole valgono in primis per voi.

Rispondo ad Antonio.
Tutte le cose non sono solo il tempio. Ma per te esiste solo il vangelo di Luca?

Bello l'esempio che fai. Certo se la leggesi all'occidentale avresti ragione ma cos'è la generazione in senso biblico? Alla maniera semitica quello che dici potrebbe significare che l'umanità o una razza non passera senza veder lo sciogliemento dei ghiacciai.
Tutte le cose riguarda ancje la venuta del figlio dell'uomo come atto finale e questa avverrà appena ''subito dopo''. Per me il ''subito dopo'' la distruzione del tempio dal punto di vista di Dio potrebbero signidicare anche 10 millenni=10 giorni. Tu invece lo vuoi arbitrariamente collocare in quel contesto il ''subito dopo''.

Cosa centra la luna e il sole con la grande tribolazione? Sarebbe come voler paragonare le patate ai pomodori. Ovvio che le stelle che cadono,la luna e il sile non sono letterali ma la tribolazione lo è. E per di piu si parla di una tribolazione unica e talmente grande che non ve ne sarà altra uguale o superiore. Cosa c'è da interpretare in cio? Attieniti a quello che dice il testo come tu consigli di fare agli altri e il testo parla di una tribolazione unica e talmente grande che non avrà uguali.
animasalvata
 
Messaggi: 603
Iscritto il: lunedì 15 luglio 2019, 15:45

Re: Matteo 24

Messaggioda speculator » mercoledì 2 ottobre 2019, 15:11

Imparate ora la lezione del fico.
La stagione la sapete e saprete quando mette le foglie con gli altri rami
Il giorno lo saprete quando vedrete, cioe' capirete, tutte queste cose che vi ho appena detto.


I cieli e la terra passeranno cioe' saranno distrutti per sempre.

Queste mie parole non passeranno cioe' dureranno per sempre.
Questa generazione non passerà, cioè durerà per sempre, a conferma della continuità della vita spirituale dei suoi apostoli.
speculator
 
Messaggi: 605
Iscritto il: lunedì 25 marzo 2019, 17:25
Località: sanremo

Re: Matteo 24

Messaggioda speculator » mercoledì 2 ottobre 2019, 15:30

Luca nel capitolo 21 non usa l'espressione "grande tribolazione" e neanche solo "tribolazione".

Matteo 24:29 scrive "....immediatamente dopo la tribolazione di quei giorni..." e vuol dire preso a tribolazione iniziata.
speculator
 
Messaggi: 605
Iscritto il: lunedì 25 marzo 2019, 17:25
Località: sanremo

Re: Matteo 24

Messaggioda speculator » mercoledì 2 ottobre 2019, 17:51

Vorrei tentare un sunto di alcuni punti certi.
Gesù predisse la distruzione del Tempio.

Predisse la venuta di molti falsi cristi.
Predisse guerre e notizie di guerre e poi disse "ma non è ancora la fine", cioe' la fine (del mondo??) non sarebbe venuta in quel tempo.

Se siete d'accordo possiamo continuare dal versetto 7.
speculator
 
Messaggi: 605
Iscritto il: lunedì 25 marzo 2019, 17:25
Località: sanremo

Re: Matteo 24

Messaggioda bgaluppi » martedì 8 ottobre 2019, 10:06

Inquadriamo bene prima la situazione storica da un punto di vista politico e sociale:

http://www.instoria.it/home/I_secolo_palestina.htm
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 9771
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Matteo 24

Messaggioda bgaluppi » martedì 8 ottobre 2019, 10:22

Anche qui ci sono informazioni utili sul periodo del I secolo:

http://www.homolaicus.com/storia/antica ... sraele.htm
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 9771
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Matteo 24

Messaggioda speculator » martedì 15 ottobre 2019, 0:21

Instoria mi pare di base.

Uomolaicus mi pare troppo complicante e complottista.

Giuseppe Flavio, anche se di parte romana e autoincensante, fu un testimone oculare del tempo (nato circa negli anni 30 dc) ed era un esponente importante dei giudei. A lui dobbiamo riferirci perche' credo siano scarsi i documenti storici contemporanei del periodo 29 dc 66 dc.

Per inciso, e non secondario, nei vangeli e negli Atti ci sono riferimenti marginali ad un sistema politicamente e socialmente in crisi, ma niente della mattanza stancante di Giuseppe Flavio.
speculator
 
Messaggi: 605
Iscritto il: lunedì 25 marzo 2019, 17:25
Località: sanremo

Re: Matteo 24

Messaggioda speculator » martedì 15 ottobre 2019, 0:33

Giuseppe probabilmente esagerava; ma i vangeli probabilmente esageravano all'opposto come se i problemi fossero un vecchio censimento una tassa del tempio e il tributo a Cesare e qualche ladrone qui e Là.

I romani hanno mandato in Palestina i governanti più cattivi al fine di spremere i giudei al massimo, farli ribellare e chiuderla col loro tempio.
Non hanno mai considerato i giudei del I secolo una minaccia per Roma.
speculator
 
Messaggi: 605
Iscritto il: lunedì 25 marzo 2019, 17:25
Località: sanremo

Re: Matteo 24

Messaggioda speculator » mercoledì 6 novembre 2019, 23:44

Che ne pensate del mio post del 2 Ottobre dove propongo di continuare col versetto 7? Antonio?

Dice il vs 7: "
poiché sorgerà nazione contro nazione e regno contro regno e ci saranno penuria di viveri e terremoti (sconvolgimenti?)" in un luogo dopo l'altro" versetto 8: "tutte queste cose sono il principio dei dolori di afflizione".

Qui "poiché" contrasta con il precedente "ma non è ancora la fine"

Nazione identifica una entità statale, esempio Roma repubblicana.
Regno contro regno identifica un potere monarchico o dia-tetrarchico.
Sorgere contro credo vuol dire attaccare con tutte le forze.
speculator
 
Messaggi: 605
Iscritto il: lunedì 25 marzo 2019, 17:25
Località: sanremo

PrecedenteProssimo

Torna a Scritture Greche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti