Non per abrogare, ma per adempiere. Mt 5:17 ss.

Re: Non per abrogare, ma per adempiere. Mt 5:17 ss.

Messaggioda mimymattio » mercoledì 5 dicembre 2018, 23:45

Ciao Bruno. Ti consiglio un ottimo libro di Raniero Fontana (dottore di teologia e laureato in filosofia, ha un diploma di Letteratura talmudica presso l'università ebraica di Gerusalemme - unico caso al mondo in quanto non è ebreo)Figli e figlie di Noè - Ebraismo e universalismo . Tra le varie interessanti questioni che solleva, dedica due interi capitoli all'esame di At 15. Fontana è sempre rimasto cristiano, quindi certamente non è di parte nelle considerazioni che espone.
mimymattio
 
Messaggi: 1209
Iscritto il: domenica 16 luglio 2017, 18:31

Re: Non per abrogare, ma per adempiere. Mt 5:17 ss.

Messaggioda Israel75 » giovedì 6 dicembre 2018, 20:57

Grazie. :-)
Shalom
(Giac 4:6) Anzi, egli ci accorda una grazia maggiore; perciò la Scrittura (Is 10:33,Lc 18:14) dice: «Dio resiste ai superbi e dà grazia agli umili».
Avatar utente
Israel75
 
Messaggi: 1934
Iscritto il: mercoledì 26 marzo 2014, 17:27

Re: Non per abrogare, ma per adempiere. Mt 5:17 ss.

Messaggioda Tony » sabato 8 dicembre 2018, 11:39

Ciao , un altro degli equivoci che secondo me si riallacciano alla considerazione di Antonio è la seguente :
Atti 6:11-13:
11 Allora istigarono degli uomini che dissero: «Noi lo abbiamo udito mentre pronunciava parole di bestemmia contro Mosè e contro Dio». 12 Essi misero in agitazione il popolo, gli anziani, gli scribi; e, venutigli addosso, lo afferrarono e lo condussero al sinedrio; 13 e presentarono dei FALSI testimoni, che dicevano: «Quest'uomo non cessa di proferire parole contro il luogo santo e contro la legge.

Scusate il maiuscolo ma mi sembrava il caso . Possibile che ci sfuggano queste cose , una semplice parola che permette di capire con chi aveva a che fare Paolo . Dico che questo è un collegamento all'affermazione di Yeshua in Mt 5:17 perchè per gli scribi e i farisei tutto quel frastuono che faceva Paolo e gli apostoli poteva apparire come una rivoluzione , magari lo intendevano come quello che voleva cambiare appunto la legge di Mosè.
grazie
Buon sabato
Avatar utente
Tony
 
Messaggi: 225
Iscritto il: domenica 26 agosto 2018, 17:35

Re: Non per abrogare, ma per adempiere. Mt 5:17 ss.

Messaggioda Janira » domenica 13 gennaio 2019, 15:29

At 15:21
Perché Mosè fin dalle antiche generazioni ha in ogni città chi lo predica nelle sinagoghe dove viene letto ogni sabato.
L'interpretazione che i cristiani danno di questo versetto è: solo gli ebrei devono seguire Mosè e la Torah, noi no. Io credo che il senso sia un altro, praticamente opposto: i pagani convertiti non sono in grado di comprendere e rispettare la Torah, si concentrino almeno su questi punti fondamentali, poi in sinagoga impareranno il resto. Un po' come diceva Hillel, tutto il resto è commento, va e studia.
Da ciò mi viene una riflessione, è grazie agli ebrei che nei due millenni dopo Yeshua è rimasta testimonianza della vera Parola di Dio, senza di loro ora saremmo qui a parlare di tutt'altro. Può essere forse questo il vero motivo della diaspora? Essere una guida per i veri discepoli di Yeshua?
Janira
 
Messaggi: 310
Iscritto il: giovedì 8 febbraio 2018, 16:13

Re: Non per abrogare, ma per adempiere. Mt 5:17 ss.

Messaggioda bgaluppi » domenica 13 gennaio 2019, 15:33

Janira, sulla diaspora non saprei, ma dici molto bene su quel versetto.
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 8181
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Non per abrogare, ma per adempiere. Mt 5:17 ss.

Messaggioda Janira » domenica 13 gennaio 2019, 15:43

Parlo un po' per esperienza, ogni volta che leggo un commento di un rabbino o un maestro del passato ad un versetto delle scritture ebraiche, ho uno strumento in più per capire anche le scritture greche. :-)
Janira
 
Messaggi: 310
Iscritto il: giovedì 8 febbraio 2018, 16:13

Re: Non per abrogare, ma per adempiere. Mt 5:17 ss.

Messaggioda bgaluppi » domenica 13 gennaio 2019, 17:33

Si, accade spesso. Ma non sempre... ;)
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 8181
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Non per abrogare, ma per adempiere. Mt 5:17 ss.

Messaggioda Tony » domenica 13 gennaio 2019, 20:53

Oggi stavo ripensando a quando Yeshua dice ai suoi discepoli di superare la giustizia dei farisei e degli scribi . Tra l'altro anche lui la supera quando cita la Torah e aggiunge "e io vi dico" ma anche se avesse detto "ma io vi dico" non ci vedo nemmeno una sostituzione perchè in quel momento stava insegnando a cercare sempre di fare del nostro meglio per adempiere degli insegnamenti .
Per alcuni cattolici Yeshua avrebbe sostituito la legge dicendo tutti questi "ma" , invece non ha fatto altro che insegnare a fare di meglio , questo non significa abolire .Allora anche i discepoli sostituiscono la legge con una loro . Lo trovo paradossale :)
Avatar utente
Tony
 
Messaggi: 225
Iscritto il: domenica 26 agosto 2018, 17:35

Re: Non per abrogare, ma per adempiere. Mt 5:17 ss.

Messaggioda AKRAGAS » domenica 13 gennaio 2019, 21:52

In un mondo ideale non servirebbe Legge.
Perché?
Perché tutti rispetterebbero la Legge. :-)
AKRAGAS
 
Messaggi: 1010
Iscritto il: domenica 1 febbraio 2015, 10:38

Re: Non per abrogare, ma per adempiere. Mt 5:17 ss.

Messaggioda Gianni » lunedì 14 gennaio 2019, 5:30

E infatti così sarà quando la santa Toràh di Dio sarà scritta nelle menti (i cuori biblici) di tutti.
Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 6018
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

PrecedenteProssimo

Torna a Scritture Greche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti