Precisazioni sulle date del primo tempio

Re: Precisazioni sulle date del primo tempio

Messaggioda Gianni » domenica 19 gennaio 2020, 11:34

La citazione di Noiman è tratta da Mishlè (Proverbi) 27:18.
Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 6869
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: Precisazioni sulle date del primo tempio

Messaggioda animasalvata » domenica 19 gennaio 2020, 16:24

Gianni

“Quanto a quel giorno e a quell'ora nessuno li sa, neppure gli angeli del cielo, neppure il Figlio, ma il Padre solo”. - Mt 24:36.

L’errore dei falsi profeti (antichi e moderni) sta proprio nel fatto di pretendere di sapere ciò che neppure Yeshùa e gli angeli sanno.


Re: Precisazioni sulle date del primo tempio
Messaggio da Gianni » domenica 19 gennaio 2020, 11:34

La citazione di Noiman è tratta da Mishlè (Proverbi) 27:18.
Re: Precisazioni sulle date del primo tempio
Messaggio da Gianni » domenica 19 gennaio 2020, 11:26

:-)
Re: Precisazioni sulle date del primo tempio
Messaggio da noiman » domenica 19 gennaio 2020, 11:21

Animasalvata.... :YMHUG: I-)
נצר תאנה יאכל פריה ושמר אדניו יכובד
I fichi non maturano tutti insieme, ma uno dopo l’altro e rapidamente deperiscono, il raccoglitore di fichi deve essere costantemente presente accanto all’albero se vuole godere dei suoi frutti. Pensare di attendere la fine della stagione per raccoglierli tutti in una volta sarebbe una scelta perdente, quindi procurati un sasso comodo su cui sederti perché ti tocca aspettare ancora un bel pò, almeno fino a quando si estingue il mio mutuo per la casa di Gerusalemme. :-??
Noiman
Re: Precisazioni sulle date del primo tempio
Messaggio da Gianni » domenica 19 gennaio 2020, 10:14

Caro Animasalvata (beato te che lo sei), sì, hai buone probabilità di finire nella lista ;) .
Diverse tue considerazioni possono essere anche corrette, anche se diverse tue applicazioni sono azzardate, tuttavia personalmente credo che non dovremmo mai dimenticare questa affermazione di Yeshùa: “Quanto a quel giorno e a quell'ora nessuno li sa, neppure gli angeli del cielo, neppure il Figlio, ma il Padre solo”. - Mt 24:36.

L’errore dei falsi profeti (antichi e moderni) sta proprio nel fatto di pretendere di sapere ciò che neppure Yeshùa e gli angeli sanno.

Yeshùa fece anche un’altra dichiarazione, forse ancora più importante: “Non spetta a voi di sapere i tempi o i momenti che il Padre ha riservato alla propria autorità”


So benissimo quei passi. Matteo parla di giorno e ora insieme. Nienta vieta di interpretrare il giorno e l'ora come letterali cioè il giorno e il momento esatto del giorno insieme. Può essere che Yeshua interpretando alcune profezie sapeva almeno l'anno. Se il mio ragionamento è vero sulla cupola della roccia per determinare almeno l'anno della venuta del Messiah dubito che lui non capi la profezia di Daniele 12,11-12.
A me interessa piu l'anno. Mi sono azzardato anche nella data perché mi sono ricordato di alcune cose:

1) secondo alcuni saggi ebrei Nisan è il mese della redenzione
2) ho ragionato di anno in anno in termini di anni biblici cioè da Nisan a Nisan
3) La venuta del maschiach è legato gematricamemte a roshhashanah.
rofetizzato in Ap 1:10 del giorno della venuta di Mashiach, come è scritto:

Ero nello Spirito il giorno dell'Eterno e udivo dietro di me una grande voce, come di una tromba (Ap 1:10)


Nel "Giorno del Signore", cioè il Giorno del Signore, יוֹם-יְהוָה, il Giorno del Giudizio, che è Rosh HaShannah.

"Ero nello Spirito del Signore nel giorno del Signore" וַתְּהִי עָלַי רוּחַ-יְהוָה וּבְיוֹם יְהוָה in gematria è 861, che è esattamente la gematria di Rosh HaShannah רֹאשׁ הַשָּׁנָה.

861 è anche la gematria di "Il Mashiach siede sul trono" הַמַיחַ יֹשֵׁב עַל-הַכִּסֵּא. Il concetto di sedersi sul trono è di scartare il giudizio.

L'861 è anche la gematria di "Questo è il tempo di Mashiach" זֶה לִימוֹת הַמָּשִׁיחַ.

In un attimo, in un batter d'occhio, all'ultima tromba: perché la tromba suonerà e i morti saranno risuscitati incorruttibili e noi saremo cambiati. (1 Cor 15:52)

La gematria dell '"ultima tromba" הַשּׁוֹפָר הָאַחֲרוֹן è 861, esattamente la stessa di Rosh HaShannah רֹאשׁ הַשָּׁנָה.

Il corpo cambiato è "nuova carne" הַבָּשָׂר חָדָשׁ, che in gematria è l'819, esattamente lo stesso dei "tempi di Mashiach" יְמוֹת הַמָּשִׁיחַ.

E nel settimo mese, il primo
giorno del mese ... (Num 29: 1)

וּבַחֹדֶשׁ הַשְּׁבִיעִי בְּאֶחָד לַחֹדֶשׁ 1074

Qui si allude al primo tishri. 1074=358×3

Gioele 2,1: Suonate la tromba in Sion
e date l'allarme sul mio santo monte!
Tremino tutti gli abitanti della regione
perché viene il giorno del Signore,
perché È VICINO,

Il 1tishri annuncia il 1 nisan successivo. Dio non ha forse previsto nella sua onniscenza che un giorno i rabbini avrebbero fatto iniziare l'anno ebraico il primo di tishri? Contando l'inizio dell'anno dal primo tishri il primo gionro del settimo mese è 1 Nisan normalmente. Se 1 tishri è capodanno dell'umanita il 1 nisan è capodanno di Israele ed entrambi sono giorni di giudizio.

4) la profezia di Daniele 12,12: ho interpretrato ''beato chi aspetta fino a 1335 giorni'' all'inizio del 1335°anno sempre biblico dunque il 1 Nisan.

Mettendo insieme tutte queste cose ho pensato che la data più probabile dell'anno biblico 5786 a.m. sia il 1 nisan 5786 (più precisamente il tramonto a Gerusalemme il giovedì 18 Marzo 2026 all'apparire di Venere nel cielo perche Yeshua si rappresenta nella stella del mattino che è anche la stella della sera)

Poi ho calcolato la gematria standard 959 di 1 nisan 5786 א׳ בְּנִיסָן תשפ״ו (n.b: non l'ho scritta io ma l'ho copiata da un convertitore on line di date ebraiche) che equivale a
Risorgi i morti מְחַיֶּה מֵתִים אַתָּה 959
Quando sfidato dai non credenti sull'autenticità della risurrezione, Yeshua rispose:
Ma come toccando la risurrezione dei morti, non avete letto ciò che vi è stato detto da Dio, dicendo: Io sono il Dio di Abramo, il Dio di Isacco e il Dio di Giacobbe? Dio non è il Dio dei morti, ma dei vivi. (Mat 22: 31-32)
La gematria della prima parte della risposta è esattamente 959:
Sono il dio di Abramo, sono il dio di Isacco, sono il dio di Giacobbe. אֲנִי אֱלֹהֵי אַבְרָהָם אֲנִי אֱלֹהֵי יִצְחָק אֲנִי אֱלֹהֵי יַעֲקֹב 959

La gematria atbash è 855 che corrisponde ad erchomai in Matteo 13,1

La gematria di 962 (959 piu 3 di Kolel) significa anche:

ανακλινω (siediti)
''Le cose precedenti'' di Isaia 42,9
''La casa di Yhwh'' di 1 re 6,1 in valore pieno
''Sei vestito di onore e maesta'' di Salmo 104,1
''Uomo di Dio'' di Esdra 3,2 con la sofiot finale

La gematria ofanin è 667 uno in piu del numero della bestia

La gematria contando 959 piu il numero di lettere 969 è la gematria di Salmo 145,9 ed è il prodotto di 3x17 (gematria di ''buono'' e di גֶּ֙דִי֙ in ezechiele 47,10; il 17° numero triangolare è 153. Da notare anche che il valore pieno di גֶּ֙דִי֙ è 537 che ricorda la data della fine dell'esilio. Sempre la parola eglayim עֶגְלַיִם è 153. È sorprendente questa relazione tra 17 gedi ed eglaym e pesci 153 nel vangelo) x 19 (ha lev in gematria in valore ordinale)
969 è tutto questo=3×17×19

La gematria con le sofiot finali è 1609 che è anche la gematria greca di ''finitura'' τελεσθωσιν in apocalisse 15,8

Forse ho esagerato con la gematria. Chissà. Ma quello che più interessa è l'anno. Poi potrebbe accadere in qualsiasi giorno durante l'anno ebraico biblico 5786. Per me non cambierebbe nulla. Potrebbe accadere anche all'inizio del 5786 secondo il calendario ebraico civile,una cosa simile come il 1917-1918

L'anno mi interessa di più. E l'ho calcolato tenendo conto di una profezia di Geremia nel quarto anno di Ioachim e del conteggio di giorni/anni di Daniele 12,11-12.

C'è anche da dire che quando Yeshua disse quelle parole non era ancora risorto e asceso al cielo,per cui non lo sapeva finche non saliva al cielo glorificato dove il padre gli affido ogni autorita in cielo,probabilmente anche quella di stabilire la fine. Oppure lo sapeva ma con quelle parole voleva solamente far capire a quella generazione che era inutile che lo sapessero perche il tempo era molto lontano per loro e loro dovevano concentrarsi sulla missione affidata loro piuttosto che sul calcolo della fine. Inoltre Yeshua se lo sapeva probabilmente non voleva che quel segreto venisse trasmesso,per evitare che la cosa venisse trasmessa di generazione in generazione. Sapere il giorno e l'ora specialmente se lontana nel tempo comporta anche un rischio di rilassamento spirituale. Infatti Yeshua disse sempre vegliate sempre perche non sapete quando il figlio dell'uomo.
Però quelle parole furono rivolte a loro in un lontano circa 2000 anni fa. Per quellle generazioni cosa serviva saperlo,ammesso che Yeshua lo sapeva? La generazione di oggi non è quella di allora. Daniele dice che la conoscenza aumentara con lo studio al passare della storia. E sta anche scritto che Dio non fa niente senza rivelarlo ai suoi servitori. 2000 anni fa era inutile che Dio lo rivelasse. Ma se questa è l'ultima generazione cosa vieta a Dio di rivelare l'anno e il momento visto che ata scritto anche che Dio non fa nulla senza rivelarlo ai suoi servitori? Rimane tuttavia il monito di rimanere vigili anche per l'ultima generazione perche non sta scritto da nessuna parte che uno pur facendo parte dell'ultima generazione farà in tempo a vedere quell'evento. Ma 2000 anni fa a cosa serviva saperlo?

Gianni poi scrivi questo:
Diverse tue considerazioni possono essere anche corrette,


Posso chiederti quali sono invece queste considerazioni che pensi che possono essere anche corrette?

Non dico di avere la certezza ma penso che l'anno biblico ebraico 2026 possa eaaere importante come fu quello del 5678 (1917-1918). Potrebbe essere anche la fine di ciò che iniziò allora.

E girovagando in rete sull'anno 5786/2026 ho trovato su siti alcuni siti che vi sono ebrei che pensano che la cupola della roccia sia l'abominio desolante. Inoltre ho trovato un midrash che parla che la resurrezione dei morti non avverrà meno di 40 anni dal raduno degli esiliati. Secondo il talmud 6000 anni sono i tempi umani. Che Messiah doveva venire nel 6000 ma Dio ha rettificato il periodo. Un rabbino parlava di 210 anni,un altro 214.
Facendo il calcolo 6000-210=5730 oppure 6000-214=5786. Quindi qualcuno in un altro modo è arrivato a questa data.
Invece nello zohar si parlava di Messiah a 66 anni. Per questo volevo sapere da Noiman se effettivamemte sono 66 i giubilei celebrati dagli ebrei dal tempo di Giosue ad oggi e 48 dal tempo di Esdra ad oggi.
animasalvata
 
Messaggi: 356
Iscritto il: lunedì 15 luglio 2019, 15:45

Re: Precisazioni sulle date del primo tempio

Messaggioda animasalvata » domenica 19 gennaio 2020, 17:20

Noiman. Nessuno aspetta la fine per raccogliere i frutti del fico. Anche se sapessi quando viene la fine dovrei comunque vivere oaservando i comandamenti.

Lo zohar dice che Messiah sarà rivelato a 66 anni. Qualcuno ha pensato che questi sono 66 anni dove cadde il giubileo.

Non mi hai risposto su una cosa: veramente sono ad oggi dal tempo di Giosue 66 giubilei effettivamente celebrati dagli ebrei e 48 dal tempo di Esdra? Sai se è vera questa cosa?

https://www.google.com/url?sa=t&source= ... 9446031772 vedi pagina 7 lo scrittore si chiama Rabbi Pinchas

http://www.neveh.org/winston/parsha58/s ... art_3.html

Traduzione:
Quanto a lungo dovrebbe durare il periodo di rettifica, questo è il tema di un disaccordo a tre vie nel Midrash, tra Rebi Yehudah, Rebi Yitzchak e Rav Nachman (Midrash HaNe'elam, Toldos 140a)

Secondo Rebi Yehudah, il periodo durerà 210 anni. Secondo Rebi Yitzchak, il periodo continuerà per 214 anni; e, secondo Rav Nachman, non esiste un tempo prestabilito per la durata del periodo, ma si baserà sui bisogni della singola persona per essere purificata. Lo Zohar (Mishpatim 118b) e la maggior parte dei rabbini del periodo mishnaico e talmudico non portano affatto l'opinione di Rav Nachman.

In teoria si potrebbero fare calcoli basati su queste informazioni. Se la storia deve durare 6.000 anni prima della sua trasformazione in uno stato spirituale più basso e meno fisico, allora 6.000 meno 214 anni sarebbero pari a 5786 dalla creazione, o, l'anno 2026 CE (che è di 28 anni!). Ciò porterebbe l'inizio dell'arrivo degli esiliati nel 1986!

Non vale la pena, tuttavia, per fare tali calcoli. Prima di tutto, sebbene il 1986 e gli anni seguenti abbiano visto notevoli progressi in termini di liberazione degli ebrei dai paesi di prigionia, alla fine pochissimi sono finiti a Eretz Yisroel. E molti che hanno cercato di partire per l'America e altri paesi di opportunità. È difficile sapere cosa ha in mente Dio quando si tratta di eventi mondiali, specialmente quelli che influenzano direttamente la storia del popolo ebraico. Potremmo essere nel mezzo del Kibbutz Golios, o forse quello vero non è ancora iniziato. Solo Gd (e forse alcuni cabalisti) lo sanno con certezza in questo momento.

Come hanno fatto a calcolare quei 210 o 214 anni? Tu lo sai?
6000-214=5786 e il kibbutz golios nel 1986
6000-210=5790 e il kibbutz golios nel 1990
I periodi tra il 1986 e il 1990 è il periodo dove la Russia stava per crollare.

Il rabbino è sempre lo stesso (Pinchas Winston)

Un altro link che ho trovato è questo: http://keitzmeguleh.blogspot.com/2008/1 ... h.html?m=1

In questo link si dice quello che ho detto prima: Se esaminiamo gli anni Yovel che si verificano dal tempo di Esdra, dove il conteggio è ricominciato nell'anno 3416, troviamo un risultato sorprendente:

Il 46 ° Yovel ebbe luogo nell'anno 5678 (1917-1918 a.C.), l'anno della Dichiarazione Balfour.
Il 47 ° Yovel ebbe luogo nell'anno 5727 (1966 / 1967CE), l'anno della Guerra dei Sei Giorni e dell'Unificazione di Gerusalemme.
Gli eventi di quegli anni di Yovel hanno evidenti ramificazioni per la redenzione del Terra di Israele, che è una delle idee di Yovel stesso.

Il 48 ° Yovel avrà luogo nell'anno 5776, dopo il prossimo anno di Shmitah. Se contiamo gli anni Yovel a partire dal tempo di Yehoshua bin-Nun, 5776 sarà il 66 ° Yovel.

Il prossimo Yovel, nel 5776, è anche il 66 ° Yovel che conta dai tempi di Yehoshua. Vale a dire, contando i 16 Yovel prima della distruzione del 1 ° Beit HaMikdash, i 2 durante il Galut Bavel e poi i 48 anni in più di Yovel da Ezra fino al 5776, per un totale di 66 anni Yovel.
Imrei Binah afferma che il seguente Yovel, Yovel numero 48, porta l'arrivo di Moshiach. Lo Zohar di Vayera afferma che nell'anno 66 Moshiach verrà rivelato nel Galil
Dobbiamo ricordare che la rivelazione di Moshiach, secondo lo Zohar, è nel 66, mentre la Zechirah, che porta la Geulah, è dopo un'altra metà tempo. Anche questo è accennato a Imrei Binah, dove l'autore si riferisce alla Cupola della Roccia come l'abominio desolato. Un totale di 1335 anni dopo la sua costruzione ci porta al 5783-5786.

Noiman queste cose sono state scritte da Rabbi dr. Hillel ben David (Greg Killian) qui
https://www.betemunah.org/yovel.html#_Toc404107643 il blog di sopra credo proprio che ha copiato da qui.

Noiman è vero questo conteggio dei giubilei e che Imrei Binah parla del periodo 5783-5786 come 1335 anni dopo la costruzione della cupola della roccia? Cos'è questo kibbutz golios e questo periodo di rettifica di 210 o 214 anni? Come li hanno calcolati questi 210 o 214 anni?
Ultima modifica di animasalvata il domenica 19 gennaio 2020, 19:18, modificato 2 volte in totale.
animasalvata
 
Messaggi: 356
Iscritto il: lunedì 15 luglio 2019, 15:45

Re: Precisazioni sulle date del primo tempio

Messaggioda speculator » domenica 19 gennaio 2020, 17:48

Il segno del figlio dell'uomo era, e' sempre stato ed è : "badate che nessuno vi svii e "dove sara' il cadavere la' si raduneranno le aquile" in cielo (e non si vedrà fisicamente in terra) prima e dopo l'inizio della grande tribolazione.
speculator
 
Messaggi: 605
Iscritto il: lunedì 25 marzo 2019, 17:25
Località: sanremo

Re: Precisazioni sulle date del primo tempio

Messaggioda Gianni » domenica 19 gennaio 2020, 17:48

Animasalvata, davvero non mi spettavo da te che arrivassi a leggere alla lettera “giorno e ora” per concludere che l’anno sarebbe possibile conoscerlo!

In At 1:7 Yeshùa afferma che non sta a noi conoscere i chronus e i kairùs che solamente Dio ha in suo potere. Il tempo kairòs è il tempo stabilito da Dio. Questo di certo è inconoscibile. Ma il fatto è che non siamo neppure in grado di conoscere il tempo chrònos, quello umano!
Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 6869
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: Precisazioni sulle date del primo tempio

Messaggioda animasalvata » domenica 19 gennaio 2020, 18:47

Speculator io credo nel ritorno visibile di Cristo. Non sono un testimone di Geova. Yeshua dice ''subito dopo la tribolazione di quei giorni apparira nel cielo il segno del figlio dell'uomo e venire con grande Potenza""


Gianni sta anche scritto che la conoscenza aumenterà ed esiste un interpretrazione secondo cui quel famoso passo ''nessuno conosce ... Nemmeno il figlio... '' indica il rapporto tra padre (il maestro) e il figlio (il discepolo). Secondo quest' ottica il padre sarebbe il maestro Yeshua mentre il figlio sono i suoi discepoli della chiesa primitiva e Yeshua con quelle parole vuole sottolineare che è una cosa segreta che non può essere trasmessa da maestro a discepolo di generazione in generazione. Yeshua non vuole scoraggiare i discepoli e a quel tempo il loro compito era un altro.
E come ti ho detto Dio non fa niente senza rivelarlo. La fine sarà come ai giorni di Noe. Ai giorni di Noe Dio parlò. L'ultima generazione non è come quella di 2000 anni fa. A cosa serviva saperlo 2000 anni fa?

Non spetta a voi sapere i tempi stabiliti dal padre? Si riferiva a quela generazione. Prima di salire al cielo Yeshua disse che il padre gli aveva affidato ogni autorita in cielo. E se dice ogni autorita in cielo ritengo che Yeshua quando è salito al cielo ha stabilito anche quando intervenire perche il padre è lui stesso.

Chiusa questa piccola parentesi non mi hai detto cosa sono le cose che secondo te potrebbero essere anche corrette del mio ragionamento. Puoi dirmi quali sono per favore?
Allegati
Screenshot_2019-10-27-21-54-45.png
animasalvata
 
Messaggi: 356
Iscritto il: lunedì 15 luglio 2019, 15:45

Re: Precisazioni sulle date del primo tempio

Messaggioda Gianni » domenica 19 gennaio 2020, 20:46

Animasalvata, parlavo in generale.
Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 6869
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: Precisazioni sulle date del primo tempio

Messaggioda animasalvata » lunedì 20 gennaio 2020, 10:22

Gianni
Il profeta Daniele dice dal momento in cui cesso il sacrificio quotidiano. Nel 587ac fu distrutto il tempio è soppresso il sacrificio.
-587ac+1290 anni arriviamo al 704dc. È noto che la moschea di Al aqsa cominciò ad essere costruita dal terzo califfo omayadi quando inizio a regnare dall'ottobre 705dc. Tecnicamente siamo nell'anno ebraico 705dc che va da 1 Nisan 705 a 1 Nisan 706. Il nostro calcolo ci ha portato all'anno ebraico 704 che va dal 1 Nisan 704 al primo 1 Nisan 705. Dunque un anno prima. Il 704dc ebraico era il 1290°anno dalla distruzione di Gerusalemme. Però la profezia dice dal tempo in cui sarà portato via il tamid all'istituzione in su dell'abominio desolante giorni 1290. Tecnicamente il profeta ci potrebbe dire qui anche che passeranno 1290 ''giorni'' interi e poi sarà innalzato l'abominio. Dunque passato interamente l'anno ebraico 704dc (da 1 Nisan 704 a 1 Nisan 705),cioè il 1290° ''giorno'' dal 587ac, ci sarebbe stato l'anno ebraico dell'abominio.

Invece per quanto riguarda la cupola della roccia l'inizio della costruzione della cupola viene tradizionalmente datato all'anno 687dc. Non si sa di preciso in quale giorno. Abbiamo solo gli anni come riferimenti.

Qui entra in gioco ciò che hai scritto nel tuo studio che confuta l'anno indicato dalla WTS che cito:

La parola tradotta “luogo devastato” (v. 11, TNM) è nell’ebraico חָרְבָּה (khorbàh) ed è usata anche al v. 18 dello stesso capitolo: “17 E prendevo il calice dalla mano di Geova e [lo] facevo bere a tutte le nazioni alle quali Geova mi aveva mandato: 18 cioè a Gerusalemme e alle città di Giuda e ai suoi re, ai suoi principi, per farne un luogo devastato [חָרְבָּה (khorbàh)], un oggetto di stupore, qualcosa a cui fischiare e una maledizione, proprio come in questo giorno” (TNM). Si noti che questa profezia fu annunciata “nel quarto anno di Ioiachim figlio di Giosia, re di Giuda” (v. 1, TNM).... Quando, “nel quarto anno di Ioiachim” la profezia divina annunciava che il territorio di Giuda sarebbe divenuto “un luogo devastato” o khorbàh (חָרְבָּה), era il primo anno del regno di Nabucodonosor ovvero diciotto anni prima della distruzione di Gerusalemme. Eppure, si noti, il khorbàh era già in atto, perché Dio dice: “Per farne un luogo devastato [חָרְבָּה (khorbàh)], un oggetto di stupore, qualcosa a cui fischiare e una maledizione, proprio come in questo giorno”. – V. 18, TNM.

Ecco quel PROPRIO COME IN QUESTO GIORNO. È come se il tamid cessa gia allora quando fu annunciata la profezia nel quarto anno di regno di Ioachim (605ac ebraico che va da 1 Nisan 605ac a 1 Nisan 604ac)
Quindi -605ac+1290 anni= anno ebraico 686 dc (che va da 1 Nisan 686 a 1 Nisan 687). Tradizionalmente l'anno di inizio di costruzione è il 687dc ma non si sa di preciso il giorno e mese. Quindi l'evento potrebbe essere caduto tecnicamente nel 1290° ''giorno'' ebraico (in quella parte dell'anno solare occidentale 687dc fino al giorno prima di 1 Nisan 687dc), oppure quando sono passati interamente i 1290 giorni e dunque in quella parte del 687dc che va da 1 Nisan 687 in poi.
Anche tu hai detto che la profezia per come è presa letteralmente può significare anche che l'abominio può essere innalzato dopo che sia passato interamente il 1290°giorno

E non solo: ho fatto il calcolo
Sono 1272 anni normali quelli dal 587ac al 686dc
1272*365,25/360g sono 1290,55 anni di 360 g (una cifra vicina ai famosi 1290)
1272 anni di 365,25g corrispondono a 1290,55 anni di 360g
Adesso -587ac+1272 anni di 365 giorni si arriva all'anno 686.

Stanotte ho trovato ancora un altro calcolo interessante. Il complesso intero (cupola piu moschea) termino nel 705dc ebraico (da 1 Nisan 705 a 1 Nisan 706) perche la cupola tradizionalmente viene datata 691dc come anno di completamento memtre l'anno di costruzione della moschea 705dc.

Dal 605dc ebraico al 705 ebraico sono esattamente 1309 anni ebraici. Adesso convertiamo questi secondo i giorni normali dell'anno (365,25)
Facciamo 1309×360g/365,25= 1290,18 periodi di anni da 365,25g il che significa che dal 605 ac ebraico al 705dc ebraico sono passati 1309 anni ebraici che corrispondono a 1290,18 periodi di anni di 365,25. Il numero 1290 quindi in qualche ricorre anche dal 605ac al 705dc. Mentre 1290,55 anni ebraici ebraici corriapondevano a 1272 anni di 365,25 dal 587ac al 686dc; 1309 anni ebraici interi (calcolo il numero totale dei giorni 360 giorni ebraici ×1309 ebraici=471240 giorni) corrispondono a 1290,18 periodi di anni (471240 giorni/365,25) di 365,25 giorni dal 605 ac al 705dc

Come vedi questi calcoli e quest'interpretrazione dell''abominio desolante di Daniele 12,11 (senza togliere il fatto che vi sia stato gia un primo adempimento ai giorni di Antioco IV)?
animasalvata
 
Messaggi: 356
Iscritto il: lunedì 15 luglio 2019, 15:45

Re: Precisazioni sulle date del primo tempio

Messaggioda animasalvata » lunedì 20 gennaio 2020, 16:27

Mi piacerebbe sapere anche cosa ne pensano Noiman e Besasea sulle date che portano alla costruzione della cupola della roccia e della moschea al aqsa.

Daniele 12,11 dice ''dal momento in cui fu soppresso il sacrificio''. Dunque dal momento della della desolazione di Giuda all'istituzione dell'abominio.
La profezia non può limitarsi solamente al periodo dei Maccabei perche il contesto parla anche di un tempo molto lontano,il tempo della resurrezione dei morti. Quindi deve esserci almeno un altro adempimento oltre a quello.

I tempi (i 1290 anni) sembrano coincidere tra le date 605/587 (il tempo della distruzione di Gerusalemme) e la costruzione dei due edifici islamici che da un punto di vista ebraico possono considerarsi un abominio desolante visto che occupano il luogo più sacro della propria terra e religione.

Quindi la data fornita dal Seder Olam Rabbah sulla distruzione del primo tempio non è esatta perche non si accorda in alcun modo con la profezia di Daniele 12,11. Limitare la profezia solo alle vicende di Antioco e dei Maccabei è una cosa che non ha senso logico visto che il contesto della profezia parla del tempo della resurrezione dei morti.

Non c'è alcun modo di rendere compatibile la data 422 ac coi 1290 anni e i due edifici islamici. Le datazioni classiche si invece. Questo dovrebbe far riflettere su chi ha redatto il seder olam rabbah. Chi ha redatto il Seder Olam Rabbah ha fatto un conteggio errato oppure si è fidato di tradizioni orali sbagliate tramandate. Oppure come disse il rabbino Simon Scwhab chi ha redatto il seder olam rabbah lo ha fatto in modo tale da occultare la data della venuta di Maschiach per adempiere un comandamento secondo lui (sigilla questo libro fino al tempo della fine)

Ne consegue che il tempio non rimase in piedi 420 anni o 421 anni come insegna il talmud e le 70 settimane non sono 490 anni (o 491) tra la distruzione del primo tempio e il secondo. D'altronde il secondo tempio venne distrutto non alla fine dell'ultima settimana ma a meta dell'ultima settimana. Le 70 settimane devono terminare al termine dell'ultima settimana e non a meta come invece dice la profezia. Se il punto finale è sbagliato allora è sbagliato anche il punto di partenza dei 490 anni.

Il tempio venne distrutto nel 587ac e ricostruito nel 517ac (70 anni come dice anche il seder e la profezia di Zaccaria) ma il secondo tempio rimase in piedi per 586 anni (dal 517ac al 70dc) e lo gli anni tra i due templi furono 656.
L'esistenza dei due edifici islamici al posto del tempio favorisce la datazione accademica occidentale perche spiegherebbe l'abominio di Daniele 12,11. Cosa che non riesce a fare la data fornita dal Seder Olam Rabbah.
Quindi ne consegue che il mondo ebraico dovrebbe considerare la data 587ac e non 422acc. Non possono essere 490 anni tra un tempio e un altro perche un tal periodo non si accorderebbe poi col tempo dei due edifici islamici.
animasalvata
 
Messaggi: 356
Iscritto il: lunedì 15 luglio 2019, 15:45

Re: Precisazioni sulle date del primo tempio

Messaggioda noiman » lunedì 20 gennaio 2020, 18:26

Animasalvata ciao. :YMHUG:

Ho molto apprezzato la tua discussione e non posso fare a meno di considerare il tuo grande impegno di riportare alla nostra attenzione una mole così considerevole di citazioni e conteggi in base alla gematria del Nome e degli attributi divini.
Io non mi sono mai occupato di cercare di interpretare questo aspetto della rivelazione sui giorni del mashiach, quanti anni o giorni manchino alla sua rivelazione non è un argomento di grande interesse, forse l’argomento interessa più ai cristiani che agli ebrei che non hanno come priorità la redenzione e la restaurazione del regno sulla terra, nonostante possa accedere ai testi originali che hai citato non ho interesse a concludere attraverso i numeri a quando arriverà il mashiach.
Kibbuz golios, il raduno degli esuli della golàh era una vecchia idea di mio nonno che se ne intendeva assai, non certamente il sottoscritto suo nipote, poco osservante e mediocre studioso, poi in genere evito di utilizzare la rete che è piena di testi che sono a loro volta copia e incolla di traduzioni strampalate tratte da gooogle , la data indicata in Daniele 12 ecc. non è decifrabile e al momento rimane una profezia non interpretabile, perlomeno dal sottoscritto. b-) ;)
Nonostante queste mie impressioni ti riconosco il merito di affrontare un argomento veramente complesso, stampo quello che hai scritto anche se ci sono molte ripetizioni e magari me lo studio .
Ti dedico un passo di un midrash
רבי יושע בן לוי מצא את אליהו ואת רבי שמעון בר יןחאי שהיו עומדים על פתח עדן
אמר ל: מתי יבוא המשיח ?
ענה לו: לך ושאל אותו.
והיכן הוא יושב ? בפתח רומי
ומהו סימנו? יושב בין עניים סובלי חלאים.
כולם מתידים וקושרים את כל התחבושות בבת אחת, ואילו הוא מתיד קושר אחת אחת

Shalom
Noiman
noiman
 
Messaggi: 1052
Iscritto il: domenica 20 aprile 2014, 22:41

PrecedenteProssimo

Torna a Scritture Ebraiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite