sinedrio ed "espulsione"

Re: sinedrio ed "espulsione"

Messaggioda Armando » lunedì 20 novembre 2017, 22:19

Purtroppo non sempre , ma ogni tanto tiri fuori qualcosa di inedito che so apprezzare...
Ciao Israel75.
Metà di un proverbio arabo...
"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità."
Armando
 
Messaggi: 316
Iscritto il: giovedì 19 novembre 2015, 15:10

Re: sinedrio ed "espulsione"

Messaggioda Daminagor » martedì 21 novembre 2017, 10:12

Caro Antonio, all'epoca non erano gli apostoli a dover giudicare i casi passibili di cherem ma il beit din, il tribunale ebraico, quindi non capisco cosa centrano gli apostoli con il giudizio dei casi di trasgressione delle norme giudaiche.
Secondariamente, quando dici "Ciò che il credente deve fare e non deve fare è scritto sulla Bibbia" posso essere d'accordo se parti dal presupposto che la legge degli ebrei sia "sorpassata", altrimenti la tua affermazione non ha senso perchè se davvero nella Bibbia c'è scritto cosa deve fare un credente, allora dovresti fare (e non fare) tutta una serie di cose che vanno ben oltre il porgere una guancia o perdonare un nemico. Se consideriamo abolite tutta una serie di norme e regole presenti nelle SE, allora la cosa è coerente, altrimenti no. E non solo... perchè un cristiano oggi non fa come è scritto e non vende tutto ciò che possiede per dare il ricavato in elemosina? Eppure è scritto chiaramente in più di un passaggio...
Avatar utente
Daminagor
 
Messaggi: 520
Iscritto il: domenica 29 gennaio 2017, 10:40

Re: sinedrio ed "espulsione"

Messaggioda Armageddon » martedì 21 novembre 2017, 10:45

Vorrei innanzitutto ringraziare Giorgia e Bgaluppi per avermi indirizzato nella cartella di cui avevo bisogno e che mi sta facendo un po di chiarezza!
Trovo nel metodo di Gianni un metodo che condivido e mi sembra coerente!
Mi sono poi reso conto che i problemi iniziano quando qualcuno,io per primo,esprime un parere personale!
Nel caso del passo di Matteo fin quando Bgaluppi non mi ha chiarito il passo analizzandolo accuratamente non ne avevo capito il senso!

Tuttavia poi mi è stato chiesto questo da Bgaluppi:

"Pensa a cosa faresti tu. Se un tuo caro amico ti reca un danno e infrange la legge, tu lo denunci subito oppure prima ci parli in tutti i modi possibili, magari con l'aiuto di amici comuni per risolvere la cosa e salvare l'amicizia?"

"Pensa a cosa faresti tu"...è qui che mi è stato chiesto un parere personale..ed è qui che sono sorti i "problemi"..
Se mi si chiede un parere...posso anche non esserein linea con un insegnamento biblico..esprimo ciò che penso senza alcun motivo alternativo! :YMPEACE:

Bgaluppi hai anche parlato di una eventuale discussione sull attualizzazione degli insegnamenti biblici...
Si potrebbe provare..visto anche ciò che ha scritto Daminagor la discussione potrebbe interessare molti..ma dettiamo prima bene le regole :YMPEACE:
Armageddon
 
Messaggi: 678
Iscritto il: giovedì 30 marzo 2017, 11:53

Re: sinedrio ed "espulsione"

Messaggioda bgaluppi » martedì 21 novembre 2017, 11:42

Armagheddon, intendevo dire che ognuno di noi, in virtù del buon senso e del valore dell'amicizia, di fronte ad un amico che commette dei palesi errori, cercherà innanzitutto di parlare con l'amico. È ovvio che tutto dipende dalla gravità dell'errore commesso. Nel caso del versetto che abbiamo discusso, Yeshùa dice "Se tuo fratello ha peccato contro di te [ha sbagliato], va' e convincilo fra te e lui solo. Se ti ascolta, avrai guadagnato tuo fratello". Si tratta di un torto personale fatto tra "fratelli", ossia tra appartenenti alla stessa comunità. Potrebbe essere un prestito non restituito, una maldicenza, o simili. Non vale la pena rovinare un rapporto con una persona che ci è vicina per una diatriba che può essere risolta. Nel caso in cui quella persona si rifiuti di riappacificarsi e risolvere il problema, Yeshùa consiglia di parlarne alla comunità, affinché altri intervengano come "terze parti" per risolvere il problema. Se poi quello si ostina a non ascoltare nessuno, vada per la sua strada ("sia per te come il pagano e il pubblicano", non "per la comunità"); non è che ce lo ordina il dottore di cercare di riconciliarsi con chi non intende riconciliarsi. Sarebbe sciocco. Ma prima noi avremo fatto il possibile. E non è detto che un giorno quella persona si presenti per scusarsi sinceramente; allora che faremo? Lo perdoneremo:

“Allora Pietro si avvicinò e gli disse: «Signore, quante volte perdonerò mio fratello se pecca contro di me? Fino a sette volte?» E Gesù a lui: «Non ti dico fino a sette volte, ma fino a settanta volte sette.»” - Mt 18:21,22

Se ci pensi bene, ogni persona di buon senso e buon sentimento fa questo, anche senza dover leggere la Bibbia.
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 7078
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: sinedrio ed "espulsione"

Messaggioda Armageddon » martedì 21 novembre 2017, 13:54

Bgaluppi ho capito senz'altro il passo in questione!
Tuttavia ripeto che non ho modo di vederlo in "ottica personale"..non avendo alcun fratello o amico spirituale e non facendo parte di alcuna comunità ;)

Saluti
Armageddon
 
Messaggi: 678
Iscritto il: giovedì 30 marzo 2017, 11:53

Re: sinedrio ed "espulsione"

Messaggioda bgaluppi » martedì 21 novembre 2017, 14:32

Ho capito. Ma qualche amico intimo lo avrai, no? Vale anche per gli amici! :-)
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 7078
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: sinedrio ed "espulsione"

Messaggioda Armageddon » martedì 21 novembre 2017, 16:37

Ho capito. Ma qualche amico intimo lo avrai, no? Vale anche per gli amici! :-)


Bgaluppi non si direbbe ma amici intimi ne ho =))
Uno di questi è il mio amico ebreo archeologo(gli ho parlato del Forum forse ci spia..) :d
Non parliamo mai di Bibbia in questi termini..preferisco che parliamo del suo lavoro..

Scherzi a parte è comunque da analizzare ogni singolo contesto e situazione per attualizzare il testo in questione..
Certamente se vale la pena chiarire è la miglior cosa :YMPEACE:
Armageddon
 
Messaggi: 678
Iscritto il: giovedì 30 marzo 2017, 11:53

Precedente

Torna a Scritture Ebraiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti