Gn 6 e gli uomini potenti

Re: Gn 6 e gli uomini potenti

Messaggioda chelaveritàtrionfi » mercoledì 6 dicembre 2017, 14:11

Caro Antonio, a mio parere finché si fa indagine biblica per significati , interpretazioni .. fine all'insegnamento si indaga il testo biblico. Se invece si vuole cercare una verità oggettiva del tipo l'esistenza dell'uomo X o il verificarsi letteralmente dell'evento Y occorre tenere in considerazione anche i testi extra biblici, reperti archeologici se se esistono (per esempio raffigurazioni, scritture antiche risalenti al tempo considerato ecc..
Avevo fatto l'esempio di Antioco Epifane IV. Un regnante realmente vissuto che ha fatto determinate cose. Per approfondimenti sul personaggio e sulle vicende può essere utile il libro dei maccabei (non canonico) preso come libro che porta una testimonianza di questo re. Ciò può essere utile per esempio per spiegare alcuni passi del libro di Daniele senza andare a parare in teorie fantasiose ...

La sola indagine letterale sul testo ebraico, in questo caso quindi, ha i suoi limiti .
L'altro limite è il nostro credo. Se escludiamo a priori l'esistenza di altre creature celesti all'infuori di Dio non è possibile far dire al testo che quelli di genesi sono giganti reali. Per il semplice motivo che nessuno , dico nessuno, sa spiegare da dove vengano come nessuno sa spiegare dei dinosauri. Quindi ci sarebbero gli altolocati e gli aborti.
Viceversa .. rimangono tante ipotesi .
La domanda finale è questa.
A cosa ci interessa tutto ciò?
APPARTENGO A NESSUNA RELIGIONE RICONOSCIUTA, NE AD ALCUNA SETTA, QUINDI SONO UN APOSTATA DI QUALUNQUE RELIGIONE O SETTA
Avatar utente
chelaveritàtrionfi
 
Messaggi: 1948
Iscritto il: venerdì 11 aprile 2014, 23:31
Località: Italia

Re: Gn 6 e gli uomini potenti

Messaggioda bgaluppi » mercoledì 6 dicembre 2017, 17:14

Naza, hai ragione. Ciò che pensiamo ci influenza nell'interpretazione. Ma credo sia utile affrontare varie interpretazioni per poi poterle valutare nel contesto e vedere quale ha più senso. Finora ne abbiamo tre: 1. Altolocati e aborti, 2. Angeli caduti che si uniscono a donne umane e danno origine a dei giganti, 3. Figli di Dio, uomini, che si uniscono con uomini caduti (che si erano corrotti). Possiamo esaminarle nel contesto dei primi 6 capitoli di Genesi e vedere quale è quella che è più in linea con il testo e con il contesto e in tutta la Scrittura. Alla fine non avremo comunque la certezza che sia quella giusta, ma ci saremo fatti una full-immersion di Scrittura... ;)
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 6340
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Gn 6 e gli uomini potenti

Messaggioda trizzi74 » mercoledì 6 dicembre 2017, 20:37

Desidero porre alla vostra attenzione queste interessanti pagine tratte dal libro " L' A.T. nel Nuovo" di Beale e Carson vol.3 ( ed.Paideia).
Allegati
2 Pt 2,4 - Gn 6,2-4.pdf
(1.88 MiB) Scaricato 10 volte
"Le religioni sono sistemi di guarigioni per i mali della psiche, dal che deriva il naturale corollario che chi è spiritualmente sano non ha bisogno di religioni."
Carl Gustav Jung
trizzi74
 
Messaggi: 321
Iscritto il: martedì 1 aprile 2014, 17:36

Re: Gn 6 e gli uomini potenti

Messaggioda mimymattio » giovedì 7 dicembre 2017, 1:13

Ciao e grazie trizzi. Il racconto dei vigilanti presente in I Enoch è ciò di cui fanno effettivamente riferimento Pietro e Giuda. Se non erro, Gda 6 è la citazione letterale di un passo del libro apocrifo di Enoch. Sarebbe interessante scoprire se l'idea di angeli caduti fosse presente in epoca pre-esiliaca, cioè prima dello sviluppo dell'angeologia contaminata dalle credenze pagane babilonesi, oppure se è un midràsh più tardivo.
mimymattio
 
Messaggi: 231
Iscritto il: domenica 16 luglio 2017, 18:31

Re: Gn 6 e gli uomini potenti

Messaggioda bgaluppi » giovedì 7 dicembre 2017, 9:27

Questo è quanto afferma Negev, di Consulenza Ebraica: “Non esiste nell'ebraismo classico il concetto di angeli e meno ancora di angeli decaduti. Se un certo mondo ebraico parla di queste cose, si tratta di idee entrate nel giudaismo nel Medioevo, quale influenza della diaspora e della cultura cristiana circostante.”.
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 6340
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Gn 6 e gli uomini potenti

Messaggioda chelaveritàtrionfi » giovedì 7 dicembre 2017, 10:57

Forse verrebbe da chiedersi come mai Pietro parlava di questa storia, forse ritenendola vera. Essendo a stretto contatto con il maestro forse aveva le idee chiare sull esistenza o no di angeli
APPARTENGO A NESSUNA RELIGIONE RICONOSCIUTA, NE AD ALCUNA SETTA, QUINDI SONO UN APOSTATA DI QUALUNQUE RELIGIONE O SETTA
Avatar utente
chelaveritàtrionfi
 
Messaggi: 1948
Iscritto il: venerdì 11 aprile 2014, 23:31
Località: Italia

Re: Gn 6 e gli uomini potenti

Messaggioda Alen.chorbah » giovedì 7 dicembre 2017, 13:58

O probabilmente è una lettera pseudoepigrafa quindi lo scrittore non è stato al contatto con il maestro perciò può darsi che aveva le sue idee sull'argomento.
Avatar utente
Alen.chorbah
 
Messaggi: 118
Iscritto il: venerdì 31 marzo 2017, 20:42

Re: Gn 6 e gli uomini potenti

Messaggioda trizzi74 » venerdì 8 dicembre 2017, 11:33

bgaluppi ha scritto:Questo è quanto afferma Negev, di Consulenza Ebraica: “Non esiste nell'ebraismo classico il concetto di angeli e meno ancora di angeli decaduti. Se un certo mondo ebraico parla di queste cose, si tratta di idee entrate nel giudaismo nel Medioevo, quale influenza della diaspora e della cultura cristiana circostante.”.

Eppure a pagina 1789 che ho postato mercoledì si legge che già nel primo giudaismo si credeva nell'esistenza degli angeli.
Quindi siamo in un periodo antecedente rispetto al Medioevo.
"Le religioni sono sistemi di guarigioni per i mali della psiche, dal che deriva il naturale corollario che chi è spiritualmente sano non ha bisogno di religioni."
Carl Gustav Jung
trizzi74
 
Messaggi: 321
Iscritto il: martedì 1 aprile 2014, 17:36

Re: Gn 6 e gli uomini potenti

Messaggioda mimymattio » venerdì 8 dicembre 2017, 12:47

Ciao trizzi. L'angeleologia si è sviluppata nel periodo dell'esilio presso i babilonesi.
mimymattio
 
Messaggi: 231
Iscritto il: domenica 16 luglio 2017, 18:31

Re: Gn 6 e gli uomini potenti

Messaggioda trizzi74 » venerdì 8 dicembre 2017, 13:09

mimymattio ha scritto:Ciao trizzi. L'angeleologia si è sviluppata nel periodo dell'esilio presso i babilonesi.


Quindi siamo nel periodo del primo giudaismo.
Perché allora nel forum ebraico parlano del medioevo?
"Le religioni sono sistemi di guarigioni per i mali della psiche, dal che deriva il naturale corollario che chi è spiritualmente sano non ha bisogno di religioni."
Carl Gustav Jung
trizzi74
 
Messaggi: 321
Iscritto il: martedì 1 aprile 2014, 17:36

PrecedenteProssimo

Torna a Scritture Ebraiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti