Preesistenza e pre-esistenza di Yeshua

Re: Preesistenza e pre-esistenza di Yeshua

Messaggioda AKRAGAS » domenica 6 settembre 2015, 22:06

Quello che hai sottolineato in neretto è purtroppo l' ennesima traduzione storpia.
Sarebbe utile chiedere la traduzione a chi conosce il greco e soprattutto ad un non appartenente a denominazioni religiose.

Personalmente la intendo così:
I giudei si aspettavano un messia liberatore, un re che avrebbe insorto contro l'oppressione dell'impero dominante e riunito la casa di Israele. Aspettavano quindi un messia dalla stirpe di Davide.
Yeshua cita un salmo di Davide per affermare che il messia sarebbe divenuto Signore : il Signore ha detto al mio Signore siedi alla mia destra...
Yeshua quindi evidenzia scritturalmente che Davide stesso preventivamente previde la intronizzazione del messia mediante la resurrezione per divenire da uomo(figlio di Davide) a Signore di Davide (figlio di Dio).

Quindi, pure Davide ispirato dallo spirito di Dio preannuncia la resurrezione di un unto.
Nessun accenno a pre-esistenza.
Avatar utente
AKRAGAS
 
Messaggi: 923
Iscritto il: domenica 1 febbraio 2015, 10:38

Re: Preesistenza e pre-esistenza di Yeshua

Messaggioda ארמאנדו אלבנו » lunedì 7 settembre 2015, 9:33

Temo che ti sbagli e sai perchè?

Perchè il testo greco nel versetto in questione non dice ''in che modo'' intendendo quello che dici tu, cioè nel senso che Gesù vuole far capire ai giudei che il Figlio di Davide è colui che non libera Israele dalla violenza, ma libera da qualcos'altro attraverso la morte, resurrezione e l'intronizzazione come re celeste alla destra di Dio.

Certo Davide indubbiamente profetizzò e Cristo riprende quella profezia applicandola a se stesso. Però Cristo aggiunge una cosa: dice: se dunque Davide lo chiama Donay (non adoni) come ( e non in che modo) è figlio di Davide?

sta dicendo Gesù in poche parole che lui non è solamente un uomo, ma più di un uomo: colui che ha dato origine a Davide e non il contrario come pensavano gli ebrei del resto se ne parla anche in Ebrei 1,10.

Del resto anche in Apocalisse si dice che nessun ne sulla terra, ne in cielo, ne sotto terra era in grado di prendere il libro. (Apocalisse 5,1-4)? Perchè? come poteva una creatura limitata e infinita scontare un castigo infinito?

il passo che ho citato io inizialmente tra i suoi significati in greco non ha ''in che modo'' e quindi rende difficile la tua interpretazione. Se il redattore del vangelo intendeva dire quello che dici tu doveva utilizzare la stessa parola del passo parallelo di Matteo che sta per come,in che modo come suggerisce Thayer.

Cristo nel citare il salmo in Marco 12,37 applicandolo a se stesso può essere reinterpretato anche in questo modo perchè di egli stesso stava parlando:

37 Davide stesso MI chiama Signore; dunque come (IO)POSSO essere suo figlio?» E una gran folla lo ascoltava con piacere.

Essendo questa parola rientrare nell'insegnamento dottrinale del Cristo Yeshua e Yeshua dal Vangelo di Giovanni si evince che è la bocca del Padre, poichè in lui dimora permanentemente la parola, allora di conseguenza è Dio che parla e dice li: Davide stesso MI chiama Signore, dunque COME POSSO ESSERE SUO FIGLIO?
ארמאנדו אלבנו
 
Messaggi: 1142
Iscritto il: venerdì 9 maggio 2014, 14:17

Re: Preesistenza e pre-esistenza di Yeshua

Messaggioda bgaluppi » sabato 12 settembre 2015, 20:38

Armando, cio' che dici e' parzialmente giusto (Yeshua e' prima di Davide), ma aggiungi del tuo alla Scrittura e ne stravolgi il significato:

sta dicendo Gesù in poche parole che lui non è solamente un uomo, ma più di un uomo: colui che ha dato origine a Davide e non il contrario come pensavano gli ebrei del resto se ne parla anche in Ebrei 1,10.


Non sta dicendo affatto che e' "piu' di un uomo", dove lo vedi scritto? Questa e' una tua forzatura. Sta dicendo che il Messia viene prima di Davide, ma in senso di preesistenza. Esattamente come nell'altro versetto dove spiega che il Messia e' prima di Abramo. Ma non in senso letterale. Perche' Yeshua non dice mai chiaramente "io sono Dio e ho creato i mondi"? Se non hai capito, rileggiti bene il post di apertura.

Essendo questa parola rientrare nell'insegnamento dottrinale del Cristo Yeshua e Yeshua dal Vangelo di Giovanni si evince che è la bocca del Padre, poichè in lui dimora permanentemente la parola, allora di conseguenza è Dio che parla e dice li: Davide stesso MI chiama Signore, dunque COME POSSO ESSERE SUO FIGLIO?


Queste sono forzature degne di Biglino e dei migliori "profeti moderni". Quindi, Yeshua era una specie di automa, invasato dalla parola, che lo controllava come un burattino... :-?? Sei lontano. Se non ti sforzi di capire la Scrittura, invece di forzare in essa le tue idee personali, non vai avanti.
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 6340
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Preesistenza e pre-esistenza di Yeshua

Messaggioda Elia » lunedì 17 luglio 2017, 18:16

Salve volevo sapere se ci sono scritture del vecchio testamento che fanno comprendere chiaramente che ogni cosa era nella mente di Dio come già esistente. Esempio nel nuovo testamento:
Romani 4:17
(com'è scritto: «Io ti ho costituito padre di molte nazioni») davanti a colui nel quale credette, Dio, che fa rivivere i morti, e chiama all'esistenza le cose che non sono.
Grazie
Avatar utente
Elia
 
Messaggi: 34
Iscritto il: lunedì 11 maggio 2015, 18:52

Re: Preesistenza e pre-esistenza di Yeshua

Messaggioda bgaluppi » lunedì 17 luglio 2017, 19:04

:YMAPPLAUSE:
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 6340
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Preesistenza e pre-esistenza di Yeshua

Messaggioda Elia » lunedì 17 luglio 2017, 19:31

applauso ? Ho sbagliato qualcosa ?
Cerco solo una conferma scritturale nel vecchio testamento anche un accenno....

Grazie
Avatar utente
Elia
 
Messaggi: 34
Iscritto il: lunedì 11 maggio 2015, 18:52

Re: Preesistenza e pre-esistenza di Yeshua

Messaggioda bgaluppi » lunedì 17 luglio 2017, 19:43

Elia, se ti fanno un applauso pensi di aver sbagliato? ;)
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 6340
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Preesistenza e pre-esistenza di Yeshua

Messaggioda Elia » lunedì 17 luglio 2017, 20:40

La mia è solo una domanda. Forse sono io che non ho capito, l'applauso è la risposta?
Avatar utente
Elia
 
Messaggi: 34
Iscritto il: lunedì 11 maggio 2015, 18:52

Re: Preesistenza e pre-esistenza di Yeshua

Messaggioda bgaluppi » lunedì 17 luglio 2017, 21:22

Scusa Elia, avevo letto male. Devo essere molto stanco oppure i miei occhi mi stanno giocando brutti scherzi...
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 6340
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Preesistenza e pre-esistenza di Yeshua

Messaggioda Elia » lunedì 17 luglio 2017, 21:33

Mi dispiace. Spero che stai meglio riposati un po. Quando puoi fa sempre piacere conoscere il tuo parere riguardo alla mia domanda. Grazie
Avatar utente
Elia
 
Messaggi: 34
Iscritto il: lunedì 11 maggio 2015, 18:52

Precedente

Torna a La Sacra Scrittura

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite