Domande riguardo ai peccati

Domande riguardo ai peccati

Messaggioda LuigiS » giovedì 31 dicembre 2020, 10:31

Il perdono dei propri peccati è sempre possibile? Si può ottenere il perdono da Dio per qualsiasi tipo di peccato? Si può ristabilire sempre la propria purezza (ammesso che prima di peccare si fosse puri)? Come capire se i propri peccati sono gravi? Se i propri peccati sono gravi, se è possibile, come ottenere il perdono di tali peccati?
LuigiS
 
Messaggi: 55
Iscritto il: sabato 3 ottobre 2020, 23:11

Re: Domande riguardo ai peccati

Messaggioda Gianni » giovedì 31 dicembre 2020, 11:43

Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 7473
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: Domande riguardo ai peccati

Messaggioda LuigiS » giovedì 31 dicembre 2020, 13:39


Ho letto gli articoli che hai posto, mi sembra di capire che solo Dio può perdonare i peccati e che non sono necessari sacrifici animali; però ho alcuni dubbi:
- se una persona commette peccato contro qualcun'altra e quest'ultima non vuole perdonare chi gli ha fatto il torto, la persona che ha fatto il torto può essere sempre perdonata da Dio pur non essendo perdonata dalla persona a cui ha causato il torto (il dubbio mi è sorto leggendo che in Gv 20:23 viene detto da Yeshùa stesso: “A chi perdonerete i peccati, saranno perdonati; a chi li riterrete, saranno
ritenuti”)?
- qual è il peccato che conduce a morte di cui parla Giovanni? In che senso conduce a morte? Si può essere perdonati da questo tipo di peccato?
- se uno è un peccatore la colpa è sua? Se Yeshùa è stato giusto per tutta la sua vita senza mai peccare, è merito suo?

Chiedo scusa per le troppe domande!
LuigiS
 
Messaggi: 55
Iscritto il: sabato 3 ottobre 2020, 23:11

Re: Domande riguardo ai peccati

Messaggioda Gianni » giovedì 31 dicembre 2020, 16:24

Domande banali ma che nel contempo aprono questioni complesse. Lascio ad altri di rispondere.
Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 7473
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: Domande riguardo ai peccati

Messaggioda Tiger » giovedì 31 dicembre 2020, 17:51

Appena ho tempo ti rispondo io Luigi.
Stasera no, perché stasera è l'ultima dell'anno, e voglio andare in giro a divertirmi per festeggiare questo meraviglioso anno che abbiamo passato, e dare il benvenuto all'anno nuovo che sicuramente sarà meraviglioso come questo che abbiamo passato.

Buon capodanno a tutti.
Avatar utente
Tiger
 
Messaggi: 350
Iscritto il: giovedì 23 aprile 2020, 8:42

Re: Domande riguardo ai peccati

Messaggioda Tony » giovedì 31 dicembre 2020, 17:54

meraviglioso? Dipende per chi!!!
Tony
 
Messaggi: 719
Iscritto il: domenica 26 agosto 2018, 17:35

Re: Domande riguardo ai peccati

Messaggioda LuigiS » giovedì 31 dicembre 2020, 18:20

Gianni ha scritto:Domande banali ma che nel contempo aprono questioni complesse. Lascio ad altri di rispondere.

Spero che la seguente domanda non risulti inopportuna, perché lasci ad altri di rispondere?

Tiger ha scritto:Appena ho tempo ti rispondo io Luigi.

Va bene.
Tiger ha scritto:Stasera no, perché stasera è l'ultima dell'anno, e voglio andare in giro a divertirmi per festeggiare questo meraviglioso anno che abbiamo passato, e dare il benvenuto all'anno nuovo che sicuramente sarà meraviglioso come questo che abbiamo passato.

Cosa hai trovato di meraviglioso in quest'anno? Spero che la seguente domanda non risulti inopportuna, come fai a dire che il nuovo anno sarà sicuramente meraviglioso come questo che abbiamo passato?

Tiger ha scritto:Buon capodanno a tutti.

Buon capodanno!
LuigiS
 
Messaggi: 55
Iscritto il: sabato 3 ottobre 2020, 23:11

Re: Domande riguardo ai peccati

Messaggioda Tiger » venerdì 1 gennaio 2021, 22:10

LuigiS ha scritto:Ho letto gli articoli che hai posto, mi sembra di capire che solo Dio può perdonare i peccati e che non sono necessari sacrifici animali; però ho alcuni dubbi:
- se una persona commette peccato contro qualcun'altra e quest'ultima non vuole perdonare chi gli ha fatto il torto, la persona che ha fatto il torto può essere sempre perdonata da Dio pur non essendo perdonata dalla persona a cui ha causato il torto (il dubbio mi è sorto leggendo che in Gv 20:23 viene detto da Yeshùa stesso: “A chi perdonerete i peccati, saranno perdonati; a chi li riterrete, saranno
ritenuti”)?
Il passo che citi non è riferito al perdono dei peccati fra te e il tuo prossimo ma ai discepoli, cioè, Gesù diede questo potere ai discepoli di rimettere i peccati, o no.

il passo che in questo caso ci interessa è questo, che è rivolto al perdono fra noi e il nostro prossimo: Mt 6,14-15 "Perché se voi perdonate agli uomini le loro colpe, il Padre vostro celeste perdonerà anche a voi; ma se voi non perdonate agli uomini, neppure il Padre vostro perdonerà le vostre colpe."
Quindi, a chi perdona il Padre perdonerà. A chi non perdona il Padre non perdonerà, a chi ha chiesto perdono non ricevendolo il Padre gli perdonerà, perché ha chiesto perdono.


- qual è il peccato che conduce a morte di cui parla Giovanni? In che senso conduce a morte? Si può essere perdonati da questo tipo di peccato?
I peccati che conducono alla morte sono due, anzi potremmo dire anche tre.

1-La bestemmia contro lo Spirito Santo Mt 12,31-32:
“Perciò io vi dico: Qualunque peccato e bestemmia sarà perdonata agli uomini, ma la bestemmia contro lo Spirito non sarà perdonata. A chiunque parlerà male del Figlio dell’uomo sarà perdonato; ma la bestemmia contro lo Spirito, non gli sarà perdonata né in questo secolo, né in quello futuro.
La bestemmia contro lo Spirito però non è solo quella che immagino che ti immagini, ma è molto legata a l'apostasia. La bestemmia contro lo Spirito è: chi conosce la Verità che è un dono di Dio. Conoscere la Verità e scegliere consapevolmente di rifiutare lo Spirito di quella Verità che Gesù incarna, questo è il peccato imperdonabile di cui parliamo, perché rifiutare Dio ed il bene pur conoscendolo, significa adorare il male e la menzogna.Quindi qualsiasi azione Divina che non viene riconosciuta (anche se evidente) e schernita è una bestemmia contro lo Spirito Santo.

2- Chi pratica l'apostasia.
Questa è legata alla prima l’apostasia è simile alla bestemmia contro lo Spirito Santo. Personalmente ritengo che l’apostasia coincida con “il peccato che conduce a morte” di cui in 1 Gv 5:16 Nel passo in questione Giovanni riporta il caso di alcuni individui che, professatisi credenti, avevano partecipato alle attività delle chiese locali ma avevano, in seguito, assorbito la falsa dottrina e abbandonato la comunione cristiana. Il loro deliberato allontanamento indicava che essi non erano “nati di nuovo” (vd. 1 Gv 2:19). Negando apertamente che Gesù è il Cristo (vd. 1 Gv 2:22), costoro avevano commesso “il peccato che conduce a morte”: era ormai inutile pregare per il loro recupero (vd. 1 Gv 5:16).
si può confrontare anche (Ebrei 6:4-6) (Ebrei 10:29:) ((2 Timoteo 2:11-13)

Paolo parla del tempo dell'apostasia in 2 Tessalonicesi 2:3 e in 1 Timoteo 4:1, che non è altro che un gran numero di credenti che rinnegano Cristo Gesù come loro Signore, quindi commettono il peccato che porta a morte; il quale non sarà perdonato.


- se uno è un peccatore la colpa è sua?
Certo che è sua, Dio ci ha dato il libero arbitrio cioè di decidere da soli, quindi siamo noi che scegliamo di peccare o no.


Se Yeshùa è stato giusto per tutta la sua vita senza mai peccare, è merito suo?
Certo, Gesù fu tentato molte volte, ma ha scelto da solo da quale parte stare.
Avatar utente
Tiger
 
Messaggi: 350
Iscritto il: giovedì 23 aprile 2020, 8:42

Re: Domande riguardo ai peccati

Messaggioda LuigiS » venerdì 1 gennaio 2021, 23:22

Tiger, ti ringrazio per le risposte! Sai dirmi anche in che senso i peccati che conducono a morte, conducono a morte? Cioè, sai dirmi cosa si intende per "conducono a morte"?
Comunque io non riesco ad essere sicuro del fatto che se uno è peccatore allora è colpa sua, e ciò mi crea anche difficoltà a pentirmi del tutto di alcuni peccati che sento di aver commesso (forse peccati anche molto gravi, ho anche difficoltà a stabilire la gravità di tali peccati, la mia coscienza a volte mi dice che tali peccati sono gravi ma credo di non essere sempre sicuro che tali peccati siano gravi, probabilmente per la maggioranza delle persone sono gravi e per tali peccati si va in galera), poiché a volte penso ad esempio "se io sono stato creato con questa debolezza nel cedere a certi peccati, che ci posso fare? Se qualcun altro non cede a certi peccati ai quali cedo io è perché è stato creato con una capacità maggiore di resistere a tali peccati", so che probabilmente non è così, ma non riesco a capirlo per davvero e ho il dubbio. Forse tutti hanno la stessa capacità di resistere ai peccati, ma se tutti hanno la stessa capacità di resistere ai peccati perché alcuni cedono e altri resistono?
LuigiS
 
Messaggi: 55
Iscritto il: sabato 3 ottobre 2020, 23:11

Re: Domande riguardo ai peccati

Messaggioda Tiger » sabato 2 gennaio 2021, 20:17

"Il peccato che conduce a morte" si intende la morte spirituale, e cioè che è destinato alla morte seconda.

LuigiS, te l'ho scritto prima, è scritto che tutti i peccati possono essere perdonati, a patto che ti ravvedi e ti riprometti di stare attento a non ricadere. Se chiedi perdono a Dio, e poi ricadi sempre su lo stesso peccato che senso ha? Un po di volonta ci vuole altrimenti che uomo sei?
La capacità di resistere ce l'abbiamo tutti ed è la nostra volontà, al massimo bisogna cercare di tenere in allenamento questa volontà, prega Dio nel nome di Gesù di darti questa forza.
Avatar utente
Tiger
 
Messaggi: 350
Iscritto il: giovedì 23 aprile 2020, 8:42

Prossimo

Torna a La Sacra Scrittura

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite