Caino e Abele

Re: Caino e Abele

Messaggioda speculator2 » domenica 21 febbraio 2021, 21:30

"Dio non guardò con nessun favore a Caino e al suo dono e Caino sì accese di grande ira e il suo viso era dimesso ".
"Mi pare che Caino sia arrabbiato grandemente con Dio. Il suo aspetto era dimesso perché era in una parte di un ciclo maniaco-depressivo.

Il discorso di Dio che segue porta ul centro sul cambiare verso il bene cui sarebbe seguita una esaltazione nel bene, nel rispetto della libertà individuale.

Trovo una esaltazione ipomaniacale nel bebe o nel male.
speculator2
 
Messaggi: 665
Iscritto il: domenica 2 febbraio 2020, 22:27

Re: Caino e Abele

Messaggioda Gianni » lunedì 22 febbraio 2021, 6:31

Cara Sandra, quella storia di certo è di monito per noi, “poiché tutto ciò che fu scritto nel passato, fu scritto per nostra istruzione, affinché mediante la pazienza e la consolazione che ci provengono dalle Scritture, conserviamo la speranza”. - Rm 15:4.

Ci sono tuttavia due importanti aspetti di cui tener conto se vogliamo capire (o, almeno, evitare di capire male) il racconto biblico.

Il primo ha a che fare con il modo di pensare biblico-ebraico. Gli ebrei del tempo saltavano le cause seconde. Se cadeva un fulmine, tanto per capirci, non pensavano al fenomeno temporalesco, ma a Dio, a cui tutto veniva fatto risalire (in bene e in male).

Il secondo ha a che fare con la lingua biblico-ebraica. Vi mancano le sfumature. O si ama o si odia (e odiare può volere dire amare di meno).

Se teniamo conto di questi due principi possiamo capire un po’ di più la storia di Abele e Caino. E anche tante altre.
Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 7454
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: Caino e Abele

Messaggioda Sandra » lunedì 22 febbraio 2021, 11:00

"Il Signore gradì Abele e la sua offerta, 5 ma non gradì Caino e la sua offerta. Caino ne fu molto irritato e il suo volto era abbattuto. 6 Il Signore disse allora a Caino: «Perché sei irritato e perché è abbattuto il tuo volto? 7 [u]Se agisci bene, non dovrai forse tenerlo alto? [/u]Ma se non agisci bene, il peccato è accovacciato alla tua porta; verso di te è il suo istinto, ma tu dòminalo".

Dio ha fatto la sua scelta. Provo a mettermi nei panni di Caino. Di fronte a uno preferito a me, mi chiedo che cosa ha spinto Dio a questo: forse non gli piacevo? forse la mia offerta non gli piaceva?
Ha scelto un altro...non sto tanto in pace. Lui/lei è migliore di me? Lui/lei è più adatto di me? Dio ha preferito.
Poi mi indigno. Sono irritata. Mi è successo e mi succede. Io parlo con Dio e gli dico: "Perché hai disprezzato la mia offerta?"

Poniamo lui mi risponda come ha fatto a Caino: "Se agisci bene, tieni alto il morale!"
Forse non del tutto avrò agito con purezza di intenzioni. Volevo fare bella figura...con Te e tu hai scelto l'altro.
Bene: tienitelo!

Rimane la rabbia..che cerco di razionalizzare. Prima o poi, però la rabbia avrà uno sfogo!
Certo ce l'ho anche con l'altro...il preferito.
Dio ha dei preferiti. Dio fa le parti?

Sì, mi dico. Dio sceglie ma ho imparato che Lui fa preferenze tra i più bisognosi...non vorrà mica farmi torto?

Rimango in silenzio.

Dio è imperscrutabile. Rimango ferma nella mia idea che avevo offerto il mio dono a Lui come servizio. Ha scelto un altro? Pace!
Non risolvo nulla facendo fuori l'altro.


Forse Caino, accecato dall'ira, non ha considerato che alla fine, rimane sempre la propria dignità.
Caino è in realtà da compatire e da commiserare. Non me la sento di condannarlo. Dio lo ha poi punito abbastanza, e non ha permesso a nessuno di farlo fuori per la sua colpa.

M.S
Magistero in Scienze Religiose
Pontificia Università Gregoriana
Cattolica della Chiesa Romana
Studiosa della Shoah
Sandra
 
Messaggi: 197
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:30

Re: Caino e Abele

Messaggioda Gianni » lunedì 22 febbraio 2021, 11:13

Così se leggiamo il testo letteralmente. Ma se il redettore di Gn avesse fatto un'operazione diversa, facendo risalire alle caratteristiche negative di Caino la sua violenta discendenza che praticava la poligamia (Gn 4:17-24) e che fu anniantata nel Diluvio?
Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 7454
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: Caino e Abele

Messaggioda Sandra » lunedì 22 febbraio 2021, 11:20

Genesi 4,17-24

17 Ora Caino si unì alla moglie che concepì e partorì Enoch; poi divenne costruttore di una città, che chiamò Enoch, dal nome del figlio. 18 A Enoch nacque Irad; Irad generò Mecuiaèl e Mecuiaèl generò Metusaèl e Metusaèl generò Lamech. 19 Lamech si prese due mogli: una chiamata Ada e l'altra chiamata Zilla. 20 Ada partorì Iabal: egli fu il padre di quanti abitano sotto le tende presso il bestiame. 21 Il fratello di questi si chiamava Iubal: egli fu il padre di tutti i suonatori di cetra e di flauto. 22 Zilla a sua volta partorì Tubalkàin, il fabbro, padre di quanti lavorano il rame e il ferro. La sorella di Tubalkàin fu Naama.
23 Lamech disse alle mogli:
«Ada e Zilla, ascoltate la mia voce;
mogli di Lamech, porgete l'orecchio al mio dire:
Ho ucciso un uomo per una mia scalfittura
e un ragazzo per un mio livido.
24 Sette volte sarà vendicato Caino
ma Lamech settantasette».


Questo è il testo a cui ti riferisci.
Però racconta le situazioni successive a quanto detto sopra. E' vero che Dio vede tutto e sa tutto di noi, ma non possiamo essere giudicati prima di una scelta...perciò io mi sono fermata a quella situazione tra Caino e Abele.
Magistero in Scienze Religiose
Pontificia Università Gregoriana
Cattolica della Chiesa Romana
Studiosa della Shoah
Sandra
 
Messaggi: 197
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:30

Re: Caino e Abele

Messaggioda Gianni » lunedì 22 febbraio 2021, 11:43

Certo, Sandra. Ma non trascurare il pensiero del redattore di Genesi.
Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 7454
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: Caino e Abele

Messaggioda Sandra » lunedì 22 febbraio 2021, 11:46

Grazie Gianni.
Evidentemente Caino non è visto come persona affidabile...per sé e per i suoi discendenti, che fecero male agli occhi di Dio.

MS
Magistero in Scienze Religiose
Pontificia Università Gregoriana
Cattolica della Chiesa Romana
Studiosa della Shoah
Sandra
 
Messaggi: 197
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:30

Re: Caino e Abele

Messaggioda noiman » martedì 23 febbraio 2021, 20:01

Provate anche così: ;)

Il testo ebraico afferma che fu Khaìn ha portare il primo sacrificio della storia biblica:
una volta Caino portò i frutti della terra” Il testo in genere riporta un generico “una volta”, in alcune edizioni troviamo “di li a qualche tempo”; il testo originale suggerisce qualche cosa di piùימים מקץויהי significa letteralmente “al taglio dei giorni”che è possibile interpretare come al “momento del raccolto”.
Fu dunque Khaìn a prendere l’iniziativa di quando deve iniziare il sacrificio e solo dopo il fratello Hevèl lo segue, è curioso che sia Khaìn ad avere l’iniziativa la sua offerta non viene accettata ribaltando il nostro concetto di primogenitura.
Forse perché la terra che lavorava Khaìn e i suoi frutti erano maledetti, abbiamo letto le parole:”il suolo sarà maledetto per causa tua”Tutta l’esistenza di Khaìn è e sarà legata alla terra, anche se egli non si legherà mai alla terra, il suo destino sarà di essere errante.
Vale il detto: "Bulova , l'orologio che spacca il secondo" :-J
Noiman
noiman
 
Messaggi: 1235
Iscritto il: domenica 20 aprile 2014, 22:41

Re: Caino e Abele

Messaggioda Sandra » martedì 23 febbraio 2021, 20:57

GRAZIE NOIMAN

...aspetto sempre che tu partecipi...
MS
Magistero in Scienze Religiose
Pontificia Università Gregoriana
Cattolica della Chiesa Romana
Studiosa della Shoah
Sandra
 
Messaggi: 197
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:30

Re: Caino e Abele

Messaggioda noiman » martedì 23 febbraio 2021, 21:11

Si Sandra ..... ;) Ma chi prosegue?
Questo povero Khain è un mezzo per insegnarci qualche cosa, l'agiografo che compose Genesi, voleva insegnare qualche cosa oltre il banale , noi abbiamo ricavato dei modelli, purtroppo la stessa parola Caino è diventato un ringhio, mentre il povero Hevel è diventato come un soffio, anzi era un soffio, ma non è straordinario che D-o parli solo con Khain, il copione si ripete ...... :-?
Noiman
noiman
 
Messaggi: 1235
Iscritto il: domenica 20 aprile 2014, 22:41

PrecedenteProssimo

Torna a La Sacra Scrittura

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti