Satana e il riscatto

Re: Satana e il riscatto

Messaggioda Daminagor » lunedì 17 luglio 2017, 18:07

ra questi sono Imeneo e Alessandro, che ho consegnati a Satana affinchè imparino a non bestemmiare.


Interessante il fatto che vengano consegnati a satana affinchè imparino qualcosa. Qui sembra ritornare il concetto di satan come qualcosa di utile (per non dire necessario) all'uomo
Avatar utente
Daminagor
 
Messaggi: 520
Iscritto il: domenica 29 gennaio 2017, 10:40

Re: Satana e il riscatto

Messaggioda marco » lunedì 17 luglio 2017, 19:04

Paolo credo utilizzi la forma allegorica quando scrive di consegnare i due tizi a Satana affinché imparino a non bestemmiare.
Non li consegna a Satana affinché imparino qualcosa perché Satana non ha nulla da insegnare.
E come se a un naufrago insolente, ingrato per averlo salvato, gli dicessi: la prossima volta impara a nuotare!
Non gli sto certo consigliando un corso di nuoto ma un sonoro vai a quel paese.
marco
 
Messaggi: 2153
Iscritto il: mercoledì 2 aprile 2014, 18:47

Re: Satana e il riscatto

Messaggioda bgaluppi » lunedì 17 luglio 2017, 19:06

Giusto, Daminagor. Non vengono consegnati a satana per essere dannati in eterno. ;) E poi, che vuol dire "essere consegnati a satana"? È la prova, che ci insegna a prendere la giusta decisione. Satana costituisce la prova.
Avatar utente
bgaluppi
 
Messaggi: 9114
Iscritto il: domenica 28 dicembre 2014, 8:13
Località: Torino

Re: Satana e il riscatto

Messaggioda Daminagor » lunedì 17 luglio 2017, 19:39

Giusto, Daminagor. Non vengono consegnati a satana per essere dannati in eterno. ;) E poi, che vuol dire "essere consegnati a satana"? È la prova, che ci insegna a prendere la giusta decisione. Satana costituisce la prova.


In realtà il testo parla di consegnare a satana per imparare a non bestemmiare. Quindi la bestemmia è già avvenuta e la prova era prima (e non l'hanno superata)...
Avatar utente
Daminagor
 
Messaggi: 520
Iscritto il: domenica 29 gennaio 2017, 10:40

Re: Satana e il riscatto

Messaggioda Random » mercoledì 7 febbraio 2018, 21:15

In due parole il Riscatto di Cristo a chi è stato pagato???
Random
 
Messaggi: 4
Iscritto il: mercoledì 7 febbraio 2018, 21:04

Re: Satana e il riscatto

Messaggioda mimymattio » mercoledì 7 febbraio 2018, 21:42

Ciao Random, benvenuto/a. Proporrei un'altra domanda: il messia doveva riscattare? Riscattare chi? E da che cosa? Nelle Scritture, e non nella teologia, abbiamo qualche suggerimento?

Perché la teologia del riscatto parte da preconcetti di chi la suppone.
mimymattio
 
Messaggi: 1284
Iscritto il: domenica 16 luglio 2017, 18:31

Re: Satana e il riscatto

Messaggioda Random » mercoledì 7 febbraio 2018, 22:18

Giovanni 9:1 Or mentre passava, vide un uomo cieco dalla nascita. 2 E i suoi discepoli gli chiesero: “Rabbi, chi ha peccato, quest’uomo o i suoi genitori, perché nascesse cieco?” 3 Gesù rispose: “Né quest’uomo né i suoi genitori hanno peccato, ma è affinché nel suo caso siano manifeste le opere di Dio
----------------
Perchè in questo passo Gesù non ha chiarito il Riscatto per il peccato Adamico???
Anzi sembra dire il contrario!
Ultima modifica di Random il mercoledì 7 febbraio 2018, 23:18, modificato 1 volta in totale.
Random
 
Messaggi: 4
Iscritto il: mercoledì 7 febbraio 2018, 21:04

Re: Satana e il riscatto

Messaggioda mimymattio » mercoledì 7 febbraio 2018, 22:39

Perché dai per scontato un ipotetico "riscatto dal peccato adamico"? In base a quali passi delle Scritture formuli questo concetto? Eppure in Rm 5:12 è la morte che è stata ereditata dal primo uomo, non il peccato: "Perciò, come per mezzo di un solo uomo il peccato è entrato nel mondo, e per mezzo del peccato la morte, e così la morte è passata su tutti gli uomini, perché tutti hanno peccato."

Se consideriamo che nel primo secolo EV era credenza popolare che le malattie fossero conseguenze dei peccati dei propri genitori, forse viene più semplice la comprensione di Gv 9:2,3. Quali sono opere che devono manifestarsi nel cieco? Non c'è nessun riferimento all'ipotetico riscatto. La soluzione è nei versetti subito seguenti: "Detto questo, sputò in terra, fece del fango con la saliva e ne spalmò gli occhi del cieco, e gli disse: «Va', làvati nella vasca di Siloe» (che significa «mandato»). Egli dunque andò, si lavò, e tornò che ci vedeva." (vv. 6,7). Ecco quali sono le opere che devono manifestarsi in lui: la sua guarigione di Dio operata attraverso Yeshùa. Ovviamente se non fosse stato cieco non avrebbe potuto manifestare l'intervento di Dio.

Prova a proporre qualche passo in cui intravedi il "riscatto" e proviamo ad analizzarlo.
mimymattio
 
Messaggi: 1284
Iscritto il: domenica 16 luglio 2017, 18:31

Re: Satana e il riscatto

Messaggioda Random » sabato 7 settembre 2019, 15:54

Per esempio :
Matteo 20:28 Proprio come il Figlio dell’uomo non è venuto per essere servito, ma per servire e per dare la sua anima come riscatto in cambio di molti”.
Random
 
Messaggi: 4
Iscritto il: mercoledì 7 febbraio 2018, 21:04

Precedente

Torna a La Sacra Scrittura

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti