corpi resuscitati

corpi resuscitati

Messaggioda Volenteroso87 » venerdì 3 maggio 2019, 18:55

Volevo porre la seguente domanda: dopo il Giudizio Universale, quando si realizzerà il progetto di Dio e avremo “nuovi cieli e terra nuova, nei quali abita la giustizia” (2 Pt 3,13), stando a Matteo Luca 20,34-36 (dove si dice che saremo uguali agli angeli) e a Paolo 1 Cor 15, 42-50, che parla di corpi spirituali, dobbiamo dedurre che coloro che saranno resuscitati vivranno in una condizione "psico-fisica" totalmente diversa rispetto a quella attuale? Avvertiranno lo scorrere del tempo e la materialità corporea nel Nuovo Mondo?
Grazie
Volenteroso87
 
Messaggi: 20
Iscritto il: domenica 28 aprile 2019, 18:50

Re: corpi resuscitati

Messaggioda Gianni » sabato 4 maggio 2019, 4:59

Quando il nostro scienziato Antonino Zichichi, fisico delle particelle elementari, spiegò che l’universo è finito ed è misurabile, gli fu domandato che cosa c’è dopo. Lui rispose: il nulla. Gli fu allora domandato che cos’è il nulla: E lui: non lo sappiamo perché non lo conosciamo.

Gli antichi non avevano certo la conoscenza dei moderni Einstein e Zichichi. Loro alzavano lo sguardo al cielo e vedevano che non finiva. Immaginavano allora che Dio fosse ancora più in alto; credendo che la terra fosse piatta, collocavano Dio il più in alto possibile, nel cielo dei cieli, e lo chiamavano Altissimo. Come potevano esprimere la nuova eterna condizione dei credenti presso Dio? Come riferimento avevano il corpo, e di corpo parlavano, ma con l’aggiunta di “spirituale”. Quello che noi oggi chiamiamo spirito, per loro significava vento, parola che ben esprimeva nel loro modo di pensare qualcosa di invisibile che pure aveva una sua vitalità. Così leggiamo di corpi spirituali che vanno in cielo e, salendo, incontrano Yeshùa. Dove? Nell’aria, ovviamente, come dice Paolo.

E oggi? Che linguaggio possiamo usare noi oggi? Non l’abbiamo. Cosa avviene dopo, in quale modo, dove? Zichichi direbbe: nel nulla. Che non significa affatto inesistente, ma indica ciò che è del tutto diverso da ciò che conosciamo e in cui è assente il cosa che conosciamo. Come potremmo allora esprimerlo? Parlando di altra dimensione. E com’è essa? Non lo sappiamo. È altro. Come poteva parlarne l’ebreo biblico se non in termini di nuovi cieli e nuova terra? Una verità, finanche attualmente scientifica, egli tuttavia – suo malgrado - la dice: Le cose precedenti sono passate, Dio fa ogni cosa nuova.
Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 6303
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: corpi resuscitati

Messaggioda France » sabato 4 maggio 2019, 6:32

Molto bella la tua spiegazione Gianni.
La storia raccontata dal Prof. Zichichi la conoscevo e l'ho fatta sempre mia, solo che lui risponde dicendo che oltre l'universo c'e' il nulla io invece dico che c'e' DIO.
Un abbraccio
France
 
Messaggi: 268
Iscritto il: martedì 1 aprile 2014, 11:53

Re: corpi resuscitati

Messaggioda Gianni » sabato 4 maggio 2019, 6:39

Caro France, il prof. Zichichi è un credente convinto.
Dio è oltre l'universo e il nulla. Per meglio dire, tutto (noi, l'universo e il nulla), tutto è in Dio.
Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 6303
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: corpi resuscitati

Messaggioda Gianni » sabato 4 maggio 2019, 6:42

France ... è bello sapere che ci sono persone, come te, che già prima dell'alba si interessano alle cose di Dio. :-)
Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 6303
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: corpi resuscitati

Messaggioda Volenteroso87 » domenica 5 maggio 2019, 15:57

Riguardo alla mia domanda, vorrei aggiungere cosa ne pensano a riguardo i membri della Congrazione dei Testimoni di Geova
Volenteroso87
 
Messaggi: 20
Iscritto il: domenica 28 aprile 2019, 18:50

Re: corpi resuscitati

Messaggioda Alen.chorbah » lunedì 6 maggio 2019, 12:11

Che essendoci 2 gruppi separati con rispettive speranze ci saranno 2 tipi di risurrezioni quella celeste rappresentata dai 144.000 la cui risurrezione è iniziata bel 1914 quando il governo di cristo si è instaurato sulla terra (ovviamente secondo loro) e la seconda quella carnale che avverrà dopo harmaghedon in cui verranno risucitati i giusti ovvero tutti i cristiani dopo il 1914 che non fanno parte degli unti e gli ingiusti che sono quelli che non hanno mai conosciuto Dio alla quale poi i futuri tdg dovranno predicare per fargli capire la retta via. Penso di essere stato riassuntivo :d
Avatar utente
Alen.chorbah
 
Messaggi: 358
Iscritto il: venerdì 31 marzo 2017, 20:42

Re: corpi resuscitati

Messaggioda Volenteroso87 » lunedì 6 maggio 2019, 13:05

Grazie Alen.chorbah :-)
Volenteroso87
 
Messaggi: 20
Iscritto il: domenica 28 aprile 2019, 18:50

Re: corpi resuscitati

Messaggioda Volenteroso87 » venerdì 10 maggio 2019, 15:43

comunque a me la dottrina della resurrezione predicata dai TdG sembra, ma correggetemi se sbaglio, nei fatti indirettamente la dottrina di Origine sull'apocatastasi: chi sarebbe tanto stolto, fra tutti i resuscitati, a rifiutare durante i mille anni del regno di Cristo la salvezza e la verità?
Volenteroso87
 
Messaggi: 20
Iscritto il: domenica 28 aprile 2019, 18:50

Re: corpi resuscitati

Messaggioda matteo97 » lunedì 13 maggio 2019, 23:01

La dottrina dei TdG a proposito del millennio ricalca il genere fantascientifico della distruzione della terra ad opera di cataclismi naturali tanto caro al cinema di hollywood. Anzitutto, bisogna dire che secondo la Torre di Guardia tutti i non testimoni che sopravviveranno sino ad Armaghedon verranno uccisi per volontà di Dio e del Cristo. Spetterà quindi ai TdG, che saranno sopravvissuti all’esecuzione del giudizio divino contro "Babilonia la grande" (ovvero il mondo che soggiace nelle grinfie di Satana che secondo loro è un angelo ribelle), ripulire la terra seppellendo i cadaveri ripulendola anche dalle rovine di Armaghedon per trasformare la terra in un giardino delizioso, in un paradiso. Assieme ai viventi verranno resuscitati anche i TdG morti prima di Armaghedon (ma non tutti perchè secondo la WTS nemmeno chi è testimone di Geova ha la sicurezza della nuova nascita nutre solo speranza). Ovviamente la loro escatologia si basa su un'interpretazione letterale dell'Apocalisse declinato in funzione della loro visione del mondo. Inoltre, i primi tre presidenti della WTS annunciarono ciascuno una propria data della fine del mondo (rispettivamente 1914;1925;1975) ovviamente niuna di queste si avverò e così corressero il tiro sostenendo che il 1914 sarebbe stata la data dell'inizio del governo di Dio nei cieli (quest'affermazione mi fa dubitare anche che essi si riferiscano a un Dio metafisico e incorporeo come è quello della Scrittura. In questo passo mi viene in mente un Dio che ha un corpo, abita nelle nubi ed è impotente. Perchè infatti sceglierebbe di governare solo "nei cieli" e non anche sulle altre cose del creato? O è attendista o è impotente.) e che nel frattempo Satana sarebbe stato scaraventato sulla terra. Tuttavia è interessante notare come la Scrittura stessa condanni questi tentativi di preveggenza che il corpo direttivo ha sostenuto per anni. In Deuteronomio 18:20-22 è scritto: "Ma il profeta che avrà la presunzione di dire in mio nome qualcosa che io non gli ho comandato di dire o che parlerà in nome di altri dèi, quel profeta sarà messo a morte». E nel caso che tu dica in cuor tuo: «Come riconosceremo la parola che il SIGNORE non ha detta? »Quando il profeta parlerà in nome del SIGNORE e la cosa non succede e non si avvera, quella sarà una parola che il SIGNORE non ha detta; il profeta l'ha detta per presunzione; tu non lo temere." Quindi anche per la Bibbia quei tentativi sono atti di presunzione non vagliati dalla parola di Dio.
Avatar utente
matteo97
 
Messaggi: 83
Iscritto il: lunedì 14 gennaio 2019, 14:14


Torna a La Sacra Scrittura

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron