Le sante Festività di Dio

Le sante Festività di Dio

Messaggioda Gianni » giovedì 3 aprile 2014, 6:01

LE FESTE D’ISRAELE E DEL POPOLO DI DIO

Periodiche
Sabato settimanale
Luna nuova
Anno sabatico (ogni 7° anno)
Giubileo (ogni 50° anno)
Annuali
Cena del Signore, 14 nissàn
1. Pasqua, 15 nissàn
2. Festa dei Pani Azzimi, 15-21 nissàn
3. Festa delle Settimane o Pentecoste, in sivàn
4. Festa delle Trombe, 1° tishrì
5. Giorno di Espiazione, 10 tishrì
6. Festa delle Capanne, 15-21 tishrì
7. Ultimo Gran Giorno, 22 tishrì
Della tradizione ebraica
Festa di Purìm, 13 e 14 (14 e 15) adàr
Festa della Dedicazione, 25 kislèv
Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 5603
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: Le sante Festività di Dio

Messaggioda MarcoM » giovedì 3 aprile 2014, 16:36

Grazie. Se non erro siamo prossimi alla Pasqua biblica preceduta dalla Cena del Signore e seguita dalla Festa dei Pani Azzimi. Innanzitutto sarebbe utile sapere a quali date esatte del nostro calendario corrispondono quest'anno e quali sono le usanze ed il loro significato. Penso farebbe piacere a tutti. :roll:
Avatar utente
MarcoM
 
Messaggi: 109
Iscritto il: mercoledì 2 aprile 2014, 22:08

Re: Le sante Festività di Dio

Messaggioda Gianni » giovedì 3 aprile 2014, 19:25

Caro Marco M., la tua domanda ci introduce a una questione molto dibattuta: quella del calendario.
Nel calendario stabilito da Dio ogni mese inizia con la luna nuova, tuttavia l’ebraismo segue un proprio calendario modificato per rispettare certe sue tradizioni.
Questa’anno il novilunio che segna l’inizio del mese di nissàn si è verificato nel cielo di Gerusalemme alle ore 20.45 del 30 marzo. Il 1° di nissàn è stato quindi il nostro 31 marzo, perché il giorno biblico inizia dopo il tramonto. Il calendario ebraico lo ha fatto però iniziare il 1° aprile. La Pasqua sarà quindi osservata dagli ebrei la sera di lunedì 14 (già 15 nissàn secondo il loro lunario), dopo il tramonto. Biblicamente sarà invece durante la notte alla fine del 13 marzo (già 15 nissàn secondo il calendario biblico).
La Pasqua non va confusa con la Cena del Signore, che va celebrata un giorno prima: sabato 12 aprile dopo il tramonto (già 14 nissàn, secondo il calendario biblico).
La Chiesa Cattolica ha una tradizione sua fuori da ogni criterio, osservandola sempre di domenica e di giorno, mentre per la Bibbia deve essere una notte di veglia.
I Testimoni di Geova non riconoscono la Pasqua e sbagliano regolarmente la data della Cena del Signore, che loro chiamano “commemorazione” e a cui possono partecipare solo poche persone, mentre la maggioranza dei loro adepti sta a guardare.
Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 5603
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: Le sante Festività di Dio

Messaggioda Maryam Bat Hagar » venerdì 4 aprile 2014, 8:41

Pace a tutti voi
Gianni avevo una domanda:il Giorno dell'Espiazione(che dovrebbe cadere il 4 ottobre 2014 se non sbaglio) è l'unico giorno di digiuno esplicitamente comandato dalla Torah(Levitico 23:26-32)?o anche il Tisha b'Av è comunque "biblico"?
il nostro nemico non è né l'ebreo né il cristiano
il nostro nemico è la nostra stessa ignoranza

Ali ibn Abi Talib(599- 661)
Avatar utente
Maryam Bat Hagar
 
Messaggi: 1003
Iscritto il: martedì 1 aprile 2014, 15:27
Località: Milano maryambad@hotmail.it

Re: Le sante Festività di Dio

Messaggioda Gianni » venerdì 4 aprile 2014, 9:30

Ciao, Maryam. Il digiuno completo nel Giorno delle Espiazioni è comandato da Dio. - Lv 16:29;23:27.
Secondo il calendario ebraico quest’anno cade il 4 ottobre, come giustamente dici. Tuttavia, il mese di tishrì inizia biblicamente il 24 settembre, giorno di novilunio (ore 8.14 di Gerusalemme) e non il 25 come nel calendario rabbinico.
Al digiuno del Giorno delle Espiazioni fa riferimento At 27:9.
Il digiuno di Tisha BeAv (letteralmente: “nono [giorno del mese di] av [che cade in luglio-agosto]) commemora la distruzione del Tempio gerosolimitano e rientra nei quattro digiuni annuali stabiliti dagli ebrei, che ne aggiunsero anche altri.
Secondo le norme rabbiniche, quando un giorno di digiuno cade di sabato va spostato al giorno dopo, il primo della settimana (nostra domenica), perché non è consentito digiunare di sabato, giorno di gioia. C’è una sola eccezione: il digiuno nel Giorno delle Espiazioni, la cui santità supera quella del sabato.
Purtroppo la cristianità non rispetta il comando di Dio di digiunare il 10 di tishrì. In verità, molte cosiddette chiese cristiane non praticano neppure il digiuno. Al di là del comando riguardante il Giorno delle Espiazioni, che va osservato, i credenti hanno bisogno di riscoprire la pratica del digiuno. Seguendo le indicazione date da Yeshùa stesso, ci sono momenti personali in cui dovremmo digiunare e dedicarci in quel giorno unicamente a Dio, in preghiera e meditazione.
Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 5603
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: Le sante Festività di Dio

Messaggioda Michele » venerdì 4 aprile 2014, 12:35

Scusate ma, ai fini delle festività, io capisco il ricordo di un avvenimento, ma mai l'accanimento per stabilire una data ricorrente. Il tempo non è come lo abbiamo definito noi, mendiante un calendario astronomico e basato sui giri che fa la Terra intorno al sole o intorno a se stessa. Ogni giorno, in un certo modo è irripetibile, ai fini del tempo. Ma per i nostri ricordi, è bene anche, attraverso quello che si chiama convenzione, stabilire dei calendari che ogni anno ripropongano festività e avvenimenti. Ma non illudiamoci, per il tempo, ogni avvenimento non si ripeterà mai più, ogni secondo che passa è diverso da quello precedente e successivo, e questa è la realtà dei fatti. Quindi alla fine, basta che si facciano, a prescindere dall'esattezza astronomica, che poi è convenzione. Ci potevano essere non gli anni ma i 7 anni o i 10, oppure un giorno poteva durare invece di 24 ore altro ancora ect. Convenzioni umane.
Avatar utente
Michele
 
Messaggi: 2146
Iscritto il: martedì 1 aprile 2014, 11:51

Re: Le sante Festività di Dio

Messaggioda Gianni » venerdì 4 aprile 2014, 14:40

Nella Bibbia leggiamo che Dio “ha fatto la luna per stabilire le stagioni; il sole conosce l'ora del suo tramonto” (Sl 104:19). Si noti che mentre il sole si limita a tramontare, è la luna che stabilisce … non le stagioni, come tradotto da NR, ma i מֹועֲדִים (moadìm), come si legge nel testo biblico. Che cosa sono i moadìm (מֹועֲדִים)? In Lv 23:4 leggiamo: “Queste sono le solennità [מֹועֲדִים (moadìm)] del Signore, le sante convocazioni che proclamerete”. Si tratta dunque delle Festività bibliche annuali comandate da Dio. Ecco che allora Sl 104:19 dice che “egli ha fatto la luna per le Festività”, ovvero che le Festività comandate da Dio vanno osservate secondo la luna.
I cosiddetti cristiani hanno solo una vaga idea del piano di Dio, ammesso che l’abbiano. Non immaginano neppure che tale piano sia tracciato nelle Festività che Dio ha comandato nella Bibbia di osservare. La stragrande maggioranza di questi cristiani si attiene ai giorni di festa nazionali e alle festività proclamate dalla propria religione. I cattolici iniziano l’anno con una festa che ha per nome una bestemmia: “Maria santissima madre di Dio”. Ogni settimana hanno un giorno che era dedicato al dio Sole, la domenica. Del dio Sole festeggiano anche la nascita, il 25 dicembre. Il tutto camuffato da cristianesimo.
Ogni Festa rappresenta una parte del piano di Dio. Questo piano è ancora in corso, quindi dobbiamo mantenere le Feste. Yeshùa e gli apostoli mantennero tutti i sabati e le Feste comandate da Dio (Col 2:16). La vera Chiesa ha pure conservato il sabato, le Lune Nuove e le Feste in questi duemila anni dopo Yeshùa. Nel Millennio, le nazioni dovranno rispettare i sabati e le Feste. - Is 66:23; Zc 14:16-19.
Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 5603
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: Le sante Festività di Dio

Messaggioda stella » venerdì 4 aprile 2014, 16:36

CARO GIANNI ,, vorrei anche io porti la mia domanda ,,

allora ,,le feste bibliche non sono ombra delle cose future??

ombre adempiute ed ombre da adempiersi ??

mi spiego meglio ,,alcuni giorni fa' il MESSIANICO MIKAELS ZEUGNIS ( figlio di giudei nato a GIAFFA dove vive tutt'ora nei pressi ) e' stato invitato come predicatore per il raduno giovanile ,,avendo accettato CRISTO come il messia

ebbene ,,ha portato degli studi sulle feste bibliche ,,,attribbuendo ad ogni festa un significato ,,ed un'ombra ,,

ad esempio quelle adempiute che sarebbero la pasqua e la pentecoste ,,e quelle ancora da adempiere ,,diciamo come la festa delle capanne ..

,,e se alcune feste sono state adempiute allora perche' rammentarle ancora?? non so se mi sono spiegata e se condividete ,,

credo che un MESSIANICO sa cio che dice ,,

scusate ,,ma credo sia davvero interessante entrare in merito approfondire il significato spirituale ,,,
l,anima mia. ha sete del Dio vivente
stella
 
Messaggi: 2220
Iscritto il: giovedì 3 aprile 2014, 17:44

Re: Le sante Festività di Dio

Messaggioda Gianni » venerdì 4 aprile 2014, 18:02

Cara Stella, si può rispondere alla tua domanda con la Bibbia. In Col 2:17 è detto delle feste, dei noviluni e dei sabati: “È ombra delle cose future” (testo originale greco). Nota: “è”, al presente; “delle cose future”, che cioè devono ancora avvenire. Questo passo così chiaro è manipolato da NR che traduce: “Sono l'ombra di cose che dovevano avvenire”, buttandola sul passato e facendolo anche in modo sgrammaticato, perché casomai avrebbe dovuto dire “erano”. Ma la Bibbia dice: “È ombra delle cose future”.
LA PASQUA. L’istituzione della Pasqua ha a che fare con la salvezza della nazione di Israele. Ciò rappresenta propriamente la salvezza del pianeta. Dio ci ha dimostrato che liberando Israele dall'Egitto, tiene tuttora il suo popolo fuori dal peccato. Il mondo intero sarà tratto fuori dal peccato in una seconda fase. Ciò avviene tramite Yeshùa, il vero Agnello pasquale. - Gv 1:29; 1Pt 1:19.
LA FESTA DEI PANI AZZIMI. Dopo il sacrificio pasquale di Yeshùa, i credenti sono liberi ma devono rammentare con il “pane azzimo, pane d'afflizione” (Es 12:34) che la loro libertà la devono a Dio.
LA PENTECOSTE. La Pentecoste riguardava il secondo raccolto. In essa è rappresentata la raccolta degli eletti. Questi eletti sono quelli Dio chiama ora, quelli che sono chiamati nel corso della loro vita o che sono già morti. Costoro comprendono bene il piano di Dio e ubbidiscono alla Legge di Dio.
IL GIORNO DELLE TROMBE. La prima luna nuova del 7° mese è anche il Giorno delle Trombe; è un “sabato” (Lv 23:24,25; Nm 29:1). Quando Yeshùa ritornerà sul nostro pianeta, “con un ordine, con voce d'arcangelo e con la tromba di Dio, scenderà dal cielo” (1Ts 4:16). Ci sarà la sua riunione con gli eletti. Coloro che sono scelti, morti o viventi, saranno allora trasformati in esseri spirituali: “Non tutti morremo, ma tutti saremo trasformati, in un momento, in un batter d'occhio, al suono dell'ultima tromba. Perché la tromba squillerà, e i morti risusciteranno incorruttibili, e noi saremo trasformati”. - 1Cor 15:51,52.
IL GIORNO DELL’ESPIAZIONE. Il 10° giorno del 7° mese del calendario biblico è il Giorno dell'Espiazione, un “sabato” (Lv 23:27,28; Nm 29:7). Satana sarà legato e scagliato nell’abisso (Ap 20:1-3). Il nostro pianeta sarà allora pronto per godere mille anni di pace sotto il Regno di Dio. - Ap 20:4.
LA FESTA DELLE CAPANNE. Il 15 del mese di tishrì si iniziava a festeggiare la Festa delle Capanne. È un “sabato” (Nm 29:12). La Festa delle Capanne è l’immagine del momento in cui Yeshùa, con i santi, ripristinerà il sistema della Legge di Dio sul pianeta. Per 1.000 anni il pianeta sarà libero dall’influenza satanica. Le persone riceveranno benedizioni se obbediranno alla Legge di Dio, maledizioni se disobbediscono alla sua Legge.
L'ULTIMO GRANDE GIORNO. È un “sabato” (Lv 23:36; Nm 29:35). È l’immagine del giudizio finale. Dio non vuole che le persone periscano (2Pt 3:9; 1Tm 2;4; Tit 2:11). Solo gli impenitenti subiranno la seconda morte da cui non ci sarà resurrezione (Ap 2:11;20:14;21:8). Sarà allora il tempo per un nuovo cielo e una nuova terra (Ap 21:1). La Nuova Gerusalemme scenderà dal cielo, da Dio. - Ap 21:10.

Avatar utente
Gianni
Site Admin
 
Messaggi: 5603
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 11:16
Località: Viareggio

Re: Le sante Festività di Dio

Messaggioda stella » venerdì 4 aprile 2014, 20:09

Grazie Gianni ,.

,,ma allora nell'attesa dell'adempimento le feste sono tutte ancora da osservare ?
l,anima mia. ha sete del Dio vivente
stella
 
Messaggi: 2220
Iscritto il: giovedì 3 aprile 2014, 17:44

Prossimo

Torna a La Sacra Scrittura

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google_personalizzato [Bot] e 2 ospiti

cron