Traduzione di alcuni primi versi di Bereshit

LuigiS
Messaggi: 168
Iscritto il: sabato 3 ottobre 2020, 23:11

Traduzione di alcuni primi versi di Bereshit

Messaggio da LuigiS »

Apro questa discussione per cercare di avere delle risposte da parte di Besàseà riguardo alla traduzione di alcuni primi versi di Bereshit (spero di non violare il regolamento del forum), tuttavia ovviamente possono intervenire anche altri utenti.

Besàseà, domande più specifiche riguardo alla traduzione di alcuni primi versi di Bereshit penso che potrebbero essere le seguenti:
- come traduci il primo verso?
- in alcune traduzioni di una parte di Bereshit che ho letto mi sembra di capire che Elohim crei prima la vegetazione e poi crei il sole e la luna (leggendo tali traduzioni mi chiedo in che modo abbia potuto formarsi la vegetazione senza il sole e la luna), ma siccome da un tuo messaggio mi sembra di capire che in tale parte non si parli di creazione ma di una ricreazione dell'ambiente animale e vegetale in caso di catastrofe globale, vorrei sapere: in tale parte, si dice che Elohim ricreerebbe prima la vegetazione e poi "ricreerebbe" (qui inteso nel senso di "far diventare di nuovo funzionale per la terra") il sole e la luna ad esempio eliminando eventuali nubi (se sì mi chiedo in che modo la vegetazione possa riformarsi senza il sole e la luna) o altro?
LuigiS
Messaggi: 168
Iscritto il: sabato 3 ottobre 2020, 23:11

Re: Traduzione di alcuni primi versi di Bereshit

Messaggio da LuigiS »

Cambierei il titolo della discussione in “Spiegazione o traduzione di alcuni primi versi di Bereshit”.
Avatar utente
Gianni
Site Admin
Messaggi: 10074
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 10:16
Località: Viareggio
Contatta:

Re: Traduzione di alcuni primi versi di Bereshit

Messaggio da Gianni »

Buongiorno, LuigiS.

Lascio ovviamente a Besàseà di rispondere, ma permettimi di fare poche osservazioni sulla tua impostazione.

Tu hai precisato: “Spiegazione o traduzione di alcuni primi versi di Bereshit”.
Intanto, dovresti precisare il capitolo e i versetti di questi generici “alcuni primi versi”; hai citato solo 1:1.
Poi, logica vorrebbe che prima si traduca e poi si spieghi, non viceversa.
Ciò riguarda il metodo.
C’è poi l’impostazione. Da ciò che scrivi sulla vegetazione e gli astri mi sembra che il tuo approccio sia tipicamente occidentale. A mio avviso parti già da un punto di vista inadatto. Se mi consenti la metafora, cambia finestra da cui guardare: cerca quella che volge a oriente.
LuigiS
Messaggi: 168
Iscritto il: sabato 3 ottobre 2020, 23:11

Re: Traduzione di alcuni primi versi di Bereshit

Messaggio da LuigiS »

Gianni ha scritto: giovedì 2 giugno 2022, 2:32
Buongiorno, LuigiS.

Se hai risposto alle 2:32 è corretto dire buongiorno? :)
Buongiorno, Gianni

Gianni ha scritto: giovedì 2 giugno 2022, 2:32
Tu hai precisato: “Spiegazione o traduzione di alcuni primi versi di Bereshit”.
Intanto, dovresti precisare il capitolo e i versetti di questi generici “alcuni primi versi”

"Capitolo 1"; riguardo ad "alcuni primi versi" penso che dipenda da Besàseà fino a quale verso è disponibile a tradurlo o a spiegarlo.

Gianni ha scritto: giovedì 2 giugno 2022, 2:32
hai citato solo 1:1.

Non mi sembra di aver citato solo 1:1, ho parlato anche del verso in cui si parla della "creazione" della vegetazione e in quello in cui si parla della "creazione" del sole e della luna.

Gianni ha scritto: giovedì 2 giugno 2022, 2:32
Poi, logica vorrebbe che prima si traduca e poi si spieghi, non viceversa.
Ciò riguarda il metodo.

Va bene, allora cambierei il titolo della discussione in "Traduzione o spiegazione di alcuni primi versi di Bereshit".

Gianni ha scritto: giovedì 2 giugno 2022, 2:32
C’è poi l’impostazione. Da ciò che scrivi sulla vegetazione e gli astri mi sembra che il tuo approccio sia tipicamente occidentale. A mio avviso parti già da un punto di vista inadatto. Se mi consenti la metafora, cambia finestra da cui guardare: cerca quella che volge a oriente.

Non so come approcciarmi alla questione della "creazione" della vegetazione in maniera orientale. Ovviamente non suppongo che in Oriente la vegetazione cresca senza aver bisogno del sole e della luna.
Avatar utente
Gianni
Site Admin
Messaggi: 10074
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 10:16
Località: Viareggio
Contatta:

Re: Traduzione di alcuni primi versi di Bereshit

Messaggio da Gianni »

LuigiS, so bene cosa ho scritto, per cui non era necessario che lo riportassi nuovamente.

Di notte non sarebbe certo appropriato dire buondì, ma buongiorno lo è.

Non supponi che in Oriente la vegetazione cresca senza aver bisogno del sole e della luna. Sarebbe una battuta? Questo tuo commento mi fa capire che non hai la minima idea della differenza nel modo di pensare tra occidentali e orientali.
I problemi che poni sono tipici di una mente occidentale. Sarebbe come se leggendo la domanda di Yeshùa ai suoi discepoli - “Avete il cuore indurito?” – ci mettessimo a discutere su qual era il problema cardiaco a cui alludeva. E se supponi che anche in Oriente hanno problemi di cuore, sei fuori strada. Tradotta in occidentale, la domanda significa: “Siete duri di comprendonio?”.
noiman
Messaggi: 1964
Iscritto il: domenica 20 aprile 2014, 22:41

Re: Traduzione di alcuni primi versi di Bereshit

Messaggio da noiman »

Luigi Sar, :YMSMUG: prima di porre domande ti consiglio due cose, ricercare nel forum dove è già stato trattato l’argomento, successivamente leggere tutto con calma e poi eventualmente fare domande per approfondire, riguardo Bereshit e il primo capitolo abbiamo scritto forse un centinaio di pagine, la Torah è un testo che racconta delle storie accadute nell’arco di qualche millennio compreso il libro di Bereshit, tuttavia non possiamo considerarlo un libro di storia, nel testo appaiono alcune osservazioni che possono definirsi scientifiche anche se non seguono la logica e che noi occidentali applichiamo , nonostante questo la Bibbia non è un libro di scienza. Apprendiamo leggi e norme che D-o ha impartito agli uomini, ma non possiamo considerare la Bibbia un libro di legge.
La sua lettura è impegnativa anche nelle traduzioni più addomesticate, ci sono capitoli interi che nella lettura appaiono veramente difficili da comprendere, le incomprensibili le analogie in diversi episodi biblici, le stesse descrizioni secondo il nostro modo di pensare e raccontare ci sembrano superflue, quasi dei ciondoli inutili che ci distraggono e ci sfuggono nel senso.
Il testo ebraico possiede una musicalità che ci fa sospettare che in molte parti rendesse il suo effetto attraverso il canto che superava la lettura.
Riguardo se sono stati creati prima i semi o le erbe, potresti a considerare e riflettere sulla simmetria dei giorni della creazione e noterai che la divisione dei giorni della creazione è in terzine parallele, 1° giorno (luce) corrisponde al 4° giorno (gli astri), il 2° giorno (mare e cielo) corrisponde al 5° (pesci e volatili), al 3° giorno (terra e vegetali) corrisponde il 6° giorno (animali terrestri e l’uomo). :YMHUG:
Shalom
Noiman

LuigiS
Messaggi: 168
Iscritto il: sabato 3 ottobre 2020, 23:11

Re: Traduzione di alcuni primi versi di Bereshit

Messaggio da LuigiS »

Tiger ha scritto: giovedì 2 giugno 2022, 15:25
Poi ti poni certe domande senza aver nemmeno approfondito. Devi sapere che il sole non dà la luce, sono i fotoni che danno la luce ed è la luce che fa germinare le piante non il sole. Il sole dà il calore che fa crescere le piante. E come puoi leggere in Genesi 1,3 è proprio la luce ad essere creata dopo il cielo e la terra, e poi germogliano le piante, e poi il calore del sole, che viene creato dopo le fa crescere.

Ripeto, la Bibbia non vuole dare spiegazioni scientifiche, ma è abbastanza coerente in in larga Scala con le ipotesi scientifiche. Anche se molto probabilmente il testo vuole dire anche altro, quindi fatti due conti.

Comunque come si formò la luce Ne parlai qui , che poco a che fare col sole. prima di dire cose senza cognizione, leggetevi il forum che le cose sono state dette e non possono essere sempre ripetute.
Ne parlai qui, anzi lo raccontai. https://www.biblistica.eu/viewtopic.php ... &start=810
E non sono miei ipotesi, ma è scienza.
Avevo scritto: "Apro questa discussione per cercare di avere delle risposte da parte di Besàseà riguardo alla traduzione di alcuni primi versi di Bereshit".
Gianni ha scritto: giovedì 2 giugno 2022, 16:12
Non supponi che in Oriente la vegetazione cresca senza aver bisogno del sole e della luna. Sarebbe una battuta? Questo tuo commento mi fa capire che non hai la minima idea della differenza nel modo di pensare tra occidentali e orientali.
Non ricordo perché avevo scritto "Ovviamente non suppongo che in Oriente la vegetazione cresca senza aver bisogno del sole e della luna.", forse per dire che siccome la vegetazione per crescere ha bisogno del sole e della luna, non avrebbe senso dire il contrario anche se si vuole intendere qualche cosa di veritiero, comunque sia qualunque sia stato il motivo penso che ho sbagliato a scrivere la frase in questione. Chiedo venia. Non so come approcciarmi alla questione della "creazione" della vegetazione in maniera orientale.
noiman ha scritto: giovedì 2 giugno 2022, 18:55
prima di porre domande ti consiglio due cose, ricercare nel forum dove è già stato trattato l’argomento, successivamente leggere tutto con calma e poi eventualmente fare domande per approfondire, riguardo Bereshit e il primo capitolo abbiamo scritto forse un centinaio di pagine,

Avevo scritto: "Apro questa discussione per cercare di avere delle risposte da parte di Besàseà riguardo alla traduzione di alcuni primi versi di Bereshit".
noiman ha scritto: giovedì 2 giugno 2022, 18:55
Il testo ebraico possiede una musicalità che ci fa sospettare che in molte parti rendesse il suo effetto attraverso il canto che superava la lettura.
Per testo ebraico intendi la Torah, giusto? Se sì, il fatto di cantarla è stato detto da haShem a Mosè sul Sinai? Se sì, qual è il modo corretto di cantare la Torah?
noiman ha scritto: giovedì 2 giugno 2022, 18:55
Riguardo se sono stati creati prima i semi o le erbe
Qui hai sbagliato a scrivere, giusto?

Perché non rispondesti ad alcuni messaggi privati che ti inviai?
Shalom

Qui mi sembra di capire che:
- Besàseà traduca il primo verso di Bereshit in “Nel primo atto del creare/separare di Elohim il Cielo e la Terra” e poi continui in “, se la Terra divenisse solamente orbita e nucleo con una nube oscura che copre l'oceano e un vento potentissimo che ondeggia sulla superficie dell'acqua; Elohim direbbe: vi sia Luce e luce sarebbe.”, se si traducono in tal modo i primi versi di Bereshit, mi chiedo: come fa la Terra a divenire solamente orbita e nucleo ecc. se non è ancora stata creata o separata (se è mischiata con il Cielo non penso che si spossa parlare di Terra, no?)?
- secondo il talmud il sole fu creato nel primo giorno e secondo Rashi tutto fu creato nel primo giorno, se è così, vorrei sapere in base a cosa il talmud afferma che il sole fu creato nel primo giorno e in base a cosa Rashi afferma che tutto fu creato nel primo giorno. Non so se anche secondo il talmud tutto fu creato nel primo giorno.
noiman
Messaggi: 1964
Iscritto il: domenica 20 aprile 2014, 22:41

Re: Traduzione di alcuni primi versi di Bereshit

Messaggio da noiman »

Luigi Sar
Come ti ho già scritto nella discussione "Cosa si intende con il termine ebreo! ancora una volta aspettiamo la risposta di Besasea
Noiman
LuigiS
Messaggi: 168
Iscritto il: sabato 3 ottobre 2020, 23:11

Re: Traduzione di alcuni primi versi di Bereshit

Messaggio da LuigiS »

LuigiS ha scritto: domenica 18 settembre 2022, 12:12
noiman ha scritto: giovedì 2 giugno 2022, 18:55
Il testo ebraico possiede una musicalità che ci fa sospettare che in molte parti rendesse il suo effetto attraverso il canto che superava la lettura.
Per testo ebraico intendi la Torah, giusto? Se sì, il fatto di cantarla è stato detto da haShem a Mosè sul Sinai? Se sì, qual è il modo corretto di cantare la Torah?
Nell'ultima domanda sopracitata intendo: Se sì, qual è il modo di cantare la Torah che haShem disse a Mosè?

Noiman,
che c'entra aspettare la risposta di Besàseà riguardo alle domande che ti ho posto in questa discussione?
chelaveritàtrionfi
Messaggi: 4130
Iscritto il: venerdì 11 aprile 2014, 23:31
Località: Italia

Re: Traduzione di alcuni primi versi di Bereshit

Messaggio da chelaveritàtrionfi »

Perché fino a quando porrai la domanda a Besàseà, Besàseà aspetterai
Per me contano i documenti scritti perchè li possa verificare. "Ora i bereani .. accolsero il messaggio con grande entusiasmo e esaminarono ogni giorno le Scritture per vedere se questi insegnamenti erano veri". Atti 17:11 BSB
Rispondi